la scienza, il bobolo ed il gomblotto…

Stavo leggendo alcuni commenti sulla sentenza che condanna, a mio avviso illogicamente, la commissione grandi rischi (CGR) per “l’errata comunicazione e valutazione del rischio nel caso del sisma dell’aquila”. Commenti che gettano una luce alquanto sinistra sul bobolo e sul suo rapporto, non con la scienza, ma con la mera comprensione del testo ed il ragionamento logico deduttivo. Il bobolo oramai altro non è che una massa di ignoranti convinti, grazie ad anni di slogan da parte di chi cinicamente ha voluto usare il bobolo come truppa d’assalto per i suoi porci comodi,(1) di essere dei grandi dottori perché il senso comune e il numero di chi ripete una cosa la rende automaticamente vera.  E il bobolo si incazza contro chi invece dimostra che sono degli ignoranti fatti e finiti. Nella scienza contano i fatti e l’autorevolezza, contano le prove sperimentali ed i risultati(2),  le opinioni e le teorie non supportate da fatti sperimentali e da osservazioni sperimentali valgono poco o nulla.

E questo non piace al bobolo, il bobolo non vuole la selezione, vuole la democrazia vera dove tutti partecipano alla gara dei 100 metri e tutti vincono, arrivando davanti agli altri e prendendo pertanto la medaglia d’oro(3), dove tutti hanno il merito, dove chiunque deve poter diventare medico, (la selezione è male) e dove quando vai a curarti trovi i migliori medici: competenti e disponibili, non cialtroni ed incompetenti.

Se un ignorante è consapevole della propria ignoranza cerca di risolverla studiando ed apprendendo, realmente non limitandosi ad una ricerchina ed a un copia e incolla da wikipedia senza capire un picchio, se uno è convinto di essere un gran dottore, ah il buon senso del nonno, invece tenderà ad incazzarsi contro chi gli farà notare la propria ignoranza, scenderà in piazza, in gruppo, ad urlare che ha ragione il bobolo e non gli scienziati schiavi del gomblotto mondiale.

Perché gli  scienziati che si atteggiano a coloro che sanno e che impongono agli altri di stare zitti, scienziati che, partecipando al grande gombotto, vogliono opprimere il bobolo collaborando con chi lo vuole impestare con le scie chimiche, impoverire con il signoraggio, avvelenare con i vaccini, controllarlo mentalmente con HAARP.  Perché il bobolo non vuole ragionamenti complessi ed arzigogolati, vuole slogan semplici: scienza brutta no prevede terremoti, calli di zia pina si. Vuole capri espiatori a buon mercato che si facciano carico delle colpe del bobolo: non sono io che mi son fatto costruire una casa di merda, sono gli scienziati cattivi che non hanno dato retta ai calli della zia(4).

Adesso come risolvere il problema del bobolo ? Semplice, bisogna accontentare il bobolo ogni qualvolta sia possibile, se l’accontentarlo non mette a rischio le altre persone.  L’ideale sarebbe trovare un territorio sufficientemente spopolato (come la groenlandia o qualche pezzo del sahara) dove trasferire il bobolo con i suoi caporioni e permettergli di vivere come desidera, curandosi con l’omeopatia e i cristalli senza vaccini e medicinali allopatici. Mangiando solo cibi bio a Km zero coltivati come facevano gli antichi romani. Senza combustibili fossili e la cattiva tecnologia, ma solo con sole, vento e generatori orgonici. Fatto questo non serve continuare con vaccini e scie chimiche, al bobolo ci penserà a lo zio Charles…

Charles Darwin nel 1855  (fonte wikimedia)
Charles Darwin

(1)No, non è solo abberlusconi…

(2) Guardacaso tutti gli scienziati portati come esempio della stoltezza della comunità scientifica, Einstein e Tesla in primis, poi, grazie ai loro risultati sono stati riconosciuti dalla comunità scientifica. Cosa invece non capitata per fuffisti vari.

(3)Non si parlava di difficoltà da parte del bobolo di fare ragionamenti corretti e coerenti?

(4) Ma se i calli della zia funzionavano così bene, come mai tu non gli hai dato retta e hai dato retta agli scienziati cattivi ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.