è stato sicuramente un inside job

Copio un articolo di Paolo Attivissimo pubblicato inizialmente sul blog 11 settembre. Imho molto, ma molto, più serio di tante analisi farlocche sul 9/11.

Il complottismo spiegato da Guerre Stellari

di Paolo Attivissimo – ispirato da un articolo oggi irreperibile di Websurdity.com, a sua volta basato su un articolo nei forum della James Randi Educational Foundation e su questa pagina di Luogocomune.net. L’articolo è stato aggiornato dopo la sua pubblicazione iniziale.

NOTA: Questo articolo non intende offendere le vittime dell’11 settembre né ridicolizzare una tragedia. Il vero oggetto del ridicolo, qui, è il cospirazionismo: l’atteggiamento mentale paranoico che riesce a trovare segni di complotto dietro ogni avvenimento. A dimostrazione di questo fatto, e puramente come esercizio di stile, una trama molto ben conosciuta come quella di Guerre Stellari viene presa come riferimento e “indagata” con lo stesso atteggiamento, ottenendo risultati illuminanti. In questo senso, se non leggete tutto, vi consiglio di leggere comunque la conclusione sorprendente (e per nulla ridicola) dell’articolo.

Domande scomode: l’attacco alla Morte Nera fu un autoattentato?

Tutti conosciamo la versione ufficiale dell’attacco alla Morte Nera. Abbiamo visto fino alla nausea le immagini che mostrano un gruppo di piloti dilettanti, guidato da un certo Luke Skywalker, organizzare un assalto aereo contro la struttura militare meglio difesa della Galassia.

Abbiamo tutti visto quei pochi, concitati fotogrammi nei quali si intravede il lancio dei siluri che, con una precisione che ha dell’incredibile, colpirono l’unico punto vulnerabile dell’installazione militare e diedero il via alla reazione a catena che determinò la distruzione totale, inattesa e senza precedenti di quell’enorme meraviglia tecnologica.

Come a molti americani, anche a me è stata propinata questa storia da ragazzino. Chiunque abbia vissuto davanti al televisore quella vicenda porta incise nella memoria delle immagini che sin da quel momento sono entrate a far parte della storia dell’umanità. Ripetute all’infinito sugli schermi di tutto il mondo, non vi è persona oggi che non saprebbe riconoscere la terrificante palla di fuoco della detonazione della Morte Nera.

Ma quello che abbiamo visto è davvero quello che è successo? Per quanto paradossale a pensarsi, è venuta emergendo nel corso di questi anni una lunga serie di indizi che sembrano suggerire che le cose non siano andate affatto come ci è stato raccontato.

Non si tratta di opinioni, di ipotesi gratuite o di condanne preconcette, ma di elementi oggettivi, fattuali, facilmente verificabili da chiunque. Sono le immagini della superficie della Morte Nera colpita, scattate dagli stessi ribelli che affermano di essere a malapena sfuggiti alla morte durante la loro eroica incursione. Sono le stesse immagini della disintegrazione della stazione da battaglia.

Quel giorno tutti guardavamo, ma nessuno di noi vedeva. Accecati dall’orrore, scossi dall’emozione, catturati dall’incedere di eventi sempre più impossibili, abbiamo lasciato scorrere sotto i nostri occhi tanti piccoli dettagli che solo a distanza di tempo, rivisti e analizzati con il supporto di esperti del settore, sembrano suggerire una certa quota di complicità da parte dell’amministrazione Imperiale, se non un vero e proprio autoattentato, messo in scena dagli stessi personaggi che ne avrebbero poi tratto un indiscutibile vantaggio di tipo politico, economico e strategico a livello galattico.

Come potrà constatare chiunque affronti l’indagine a mente aperta, sgombra di preconcetti, gli indizi contro la versione ufficiale si rivelano presto essere di una quantità sconcertante. Lo sconcerto non è affatto difficile da capire: in fondo tutti noi prima o poi abbiamo pensato: “Non è possibile. Gli Imperiali non arriverebbero mai a farsi da soli una cosa del genere”.

E questo, per fortuna, è verissimo. I membri comuni dell’Impero non si farebbero mai una cosa del genere, come non la farebbe la stragrande maggioranza dei cittadini di una qualunque altra unione di sistemi planetari. L’idea di uccidere a sangue freddo dei propri connazionali, autoinfliggendosi danni economici non indifferenti, per un qualunque fine secondario, è qualcosa che non sfiorerebbe mai la mente di tutti coloro che consideriamo “gente normale”.

Ma gli uomini della cosiddetta “amministrazione Palpatine” non sono affatto “cittadini qualunque”, e non è affatto detto che debbano ragionare secondo gli stessi criteri etico-morali a cui tutti noi “gente normale” facciamo comune riferimento.

Vi sono moltissimi elementi che supportano la tesi dell’autoattentato. Qui proponiamo solo una breve serie di domande che permette di capire come tale tesi sia tutt’altro che improponibile. Lo è sicuramente almeno quanto quella che vorrebbe Luke Skywalker a capo di una banda di sciamannati che avrebbe voluto quest’attentato per motivi che la galassia intera aspetta ancora di capire.

Al proposito iniziamo con un solo fatto, tanto significativo quanto sconcertante: Luke Skywalker non è, né è mai stato, ufficialmente ricercato dall’Impero in relazione all’attentato contro la Morte Nera, ma soltanto per crimini minori riguardanti la sottrazione di due droidi.

Quella che segue è una sintesi del mio libro, Uncomfortable Questions: An Analysis of the Death Star Attack (Domande scomode: un’analisi dell’attacco alla Morte Nera), in vendita in tutte le librerie, che presenta prove incontrovertibili del fatto che siamo tutti vittima di un’incredibile menzogna di proporzioni immense: un vero e proprio inganno globale. Sono domande alle quali troverete molto difficile dare risposte che non portino a conclusioni inquietanti.

  1. Come è possibile che un pugno di ribelli sia riuscito a penetrare le difese di una stazione da battaglia che era capace di distruggere un intero pianeta e tenere a bada intere flotte di incrociatori stellari?
  2. Perché il Gran Moff Tarkin si rifiutò a lungo di far partire i caccia TIE quando fu avvisato della possibile minaccia? Stava eseguendo gli ordini di stand down di qualcuno che gli imponeva di non abbattere gli aggressori?
  3. Come mai vi sono numerose testimonianze secondo le quali il pilota ribelle accusato dell’attentato fu visto addirittura a bordo della Morte Nera pochi giorni, o addirittura poche ore, prima della sua distruzione? Come mai gli fu permesso di scappare? E come mai furono notati numerosi individui muniti di uniformi da truppe d’assalto che lo aiutavano?
  4. Come mai non è stata svolta alcuna indagine per verificare le insinuazioni che Darth Vader, il numero due del governo imperiale, sarebbe in realtà addirittura il padre del pilota che (secondo la versione ufficiale) avrebbe distrutto la Morte Nera?
  5. Come mai Darth Vader decise di violare tutti i protocolli d’intercettazione e pilotare personalmente un fragile caccia TIE? Fu un espediente molto comodo per allontanarsi dalla Morte Nera prima della sua distruzione? Darth Vader era a conoscenza di qualcosa che il resto delle truppe imperiali non doveva sapere?
  6. Come fece un semplice caccia come quello pilotato da Vader a sfuggire alla rappresaglia della squadriglia ribelle che aveva appena sconfitto le forze imperiali?
  7. Come mai nessuno fece obiezioni all’idea che il numero due del governo imperiale se ne andasse improvvisamente dalla stazione spaziale nel bel mezzo di una battaglia? Vi furono dunque complicità anche ad altri livelli?
  8. Come possiamo credere che un pilota dilettante riesca a lanciare un missile che colpisca esattamente un condotto di scarico largo soltanto due metri? Vi sono dichiarazioni di piloti secondo i quali un’impresa del genere sarebbe “impossibile anche per un computer”. E secondo la versione ufficiale, questo pilota dilettante avrebbe addirittura spento il proprio computer di puntamento al momento dello sparo: perché queste discrepanze non sono mai state indagate e men che meno spiegate?
  9. Perché non sono state effettuate indagini in merito alle voci che i droidi che fornirono ai ribelli gli schemi dei punti deboli della Morte Nera erano appartenuti proprio a Darth Vader? E che dire delle voci secondo le quali quei droidi sarebbero stati “trovati” (che coincidenza comoda!) nientemeno che dal figlio di Vader? Vi sono anche testimonianze del fatto che i droidi erano stati acquistati da un certo Ben Kenobi, che era stato l’insegnante personale di Vader molti anni prima! Vogliamo credere che tutti questi legami fra i cospiratori e una figura chiave del governo imperiale siano semplici coincidenze?
  10. Nessuna stazione da battaglia è mai collassata ed esplosa a causa di uno o due miseri siluri. Non è mai successo. E ci vogliono far credere che sia successo proprio quel giorno per la prima volta nella storia dell’ingegneria spaziale?
  11. L’analisi delle registrazioni degli ultimi istanti della Morte Nera dimostra inequivocabilmente la presenza di sbuffi di fumo e di numerose piccole esplosioni secondarie sulla sua superficie appena prima del suo totale collasso esplosivo. Perché tutti questi fatti indicano che furono esplosivi preposizionati accuratamente, non un singolo ridicolo missile, a distruggere la Morte Nera?
  12. Perché non vengono smentite le notizie secondo le quali circa 4000 addetti alle operazioni della stazione da battaglia non si presentarono al lavoro il giorno dell’attacco?
  13. Perché vogliono farci credere che i migliori progettisti, tecnici, ingegneri avrebbero costruito una postazione militare dotandola di un punto debole che poteva distruggerla completamente?
  14. Come è possibile che un missile lanciato nel vuoto dello spazio, che in base al Principio d’Inerzia dovrebbe proseguire lungo la traiettoria di sparo, venga deviato e addirittura risucchiato dentro un condotto di scarico? Se è un condotto di scarico, il suo flusso dovrebbe spingere verso l’esterno. I ribelli hanno sospeso le leggi della fisica?
  15. Come è possibile che ad alcuni familiari di Tarkin fu concessa l’autorizzazione a lasciare il settore il giorno successivo, quando tutti i voli erano stati bloccati?
  16. Perché il Gran Moff Tarkin scelse, fra tutte le traiettorie d’avvicinamento possibili, proprio quella che portò la Morte Nera dietro Yavin, in modo da dover attendere prima di sferrare l’attacco contro la base ribelle? L’unica ragione possibile sembra quella di dare tempo ai ribelli di decollare e quindi distruggere la stazione da battaglia.
  17. Perché la BBC (Bantha Broadcasting Corporation) annunciò con 23 minuti d’anticipo la distruzione della Morte Nera? Qualcuno le passò la velina dell’operazione?
  18. Perché nessuno contesta il fatto che i fotogrammi dell’esplosione sono stati ritoccati? La versione ufficiale attualmente circolante, infatti, mostra chiaramente un’onda d’urto assente nell’originale, e l’esplosione stessa è stata sostituita. Da chi?
  19. Perché si ignorano le testimonianze che parlano di due caccia ribelli presenti in loco al momento dell’impatto dei missili contro la Morte Nera e riferiscono che il primo caccia (quello di Skywalker) si limitò a sorvolare radente la stazione da battaglia e fu in realtà il secondo caccia, proveniente da un’altra angolazione, a lanciare i missili, regalando così a Skywalker il merito della missione? Chi pilotava quel secondo caccia?
  20. L’esplosione della Morte Nera è incredibilmente veloce. Un teologo Jedi e un analista della potabilità del fluido Bacta hanno calcolato che, tenendo conto del tempo di caduta dei missili/siluri, l’esplosione e la propagazione dell’esplosione violano le leggi della fisica. I fenomeni osservati sono spiegabili soltanto con una detonazione simultanea di esplosivi distribuiti in tutta la struttura.
  21. A differenza di tutti gli altri Jedi, Obi Wan Kenobi scompare quando viene “ucciso” (secondo la versione ufficiale) da Darth Vader. Era forse un ologramma, realizzato solo per far credere che sia morto? Forse è lui l’ispiratore di tutto il complotto?
  22. Perché ogni volta che vengono chieste spiegazioni ai Cavalieri Jedi, questi agitano la mano e dicono “Non sono questi i dubbi che state cercando” e sfuggono alle domande borbottando “Trovo insopportabile questa mancanza di fede”? E’ questo che ci viene chiesto? Di credere senza fare domande?
  23. Secondo la versione ufficiale, il Capitano Han Solo, un ex contrabbandiere abituato a servire il padrone di turno e a liquidare gli avversari colpendoli a tradimento (anche sparando da sotto un tavolo, come fece in un noto episodio criminoso rimasto stranamente impunito), ricevette una grossa somma di denaro poco prima dell’attentato in un locale nel quale furono viste entrare anche truppe d’assalto imperiali. A cosa serviva quel denaro? A comprare il suo silenzio o la sua complicità?
  24. In un momento decisivo dell’attacco alla Morte Nera, Han Solo ebbe la possibilità di colpire Darth Vader, ma non sparò. Aveva una linea di tiro pulita, nessun caccia a minacciarlo, il sole alle spalle: condizioni perfette. Ma invece di colpire Vader, che pure stava per uccidere Luke Skywalker, colpì il caccia gregario di Vader. Quale giustificazione può avere un’azione apparentemente così insensata, se non quella che Han Solo era stato pagato per creare un diversivo e allontanare da Vader ogni sospetto?
  25. I legami fra Solo e Vader non si esauriscono qui. Perché Vader era ossessionato dall’idea di catturare il vascello di Solo? Forse perché conteneva quella grossa somma di denaro, e quella somma era di Vader? O perché il denaro era il compenso dovuto a Darth Vader per il tradimento dell’Impero?
  26. E ancora: perché nessuno trova strano che Han Solo fu in seguito visto cenare con Darth Vader su Bespin?
  27. E non è strano che l’astronave di Solo fu vista entrare nella seconda Morte Nera poco prima che anch’essa venisse distrutta, ancora una volta dopo che Vader si era appena allontanato (e per di più su un veicolo guidato proprio dal leader ribelle Luke Skywalker!).
  28. E’ vero che le assicurazioni stipulate sulla Morte Nera pochi giorni prima dell’attacco hanno fruttato un’ingente somma di denaro a Jabba the Hutt, un criminale che (per pura coincidenza!) risiede nello stesso pianeta di Luke Skywalker, di Ben Kenobi? Lo stesso pianeta dove Darth Vader ha vissuto da giovane?
  29. E’ vero che le speculazioni in borsa sulle imprese danneggiate dall’attacco hanno prodotto ingenti guadagni per individui non identificati, tramite le cosiddette hutt option?
  30. Perché nessun altro, oltre a Darth Vader e il suo presunto figlio Luke Skywalker, ha visto morire l’imperatore Palpatine? Come mai, in una struttura militare sofisticatissima, tutte le telecamere di sorveglianza erano misteriosamente disattivate al momento della morte dell’imperatore, il cui corpo non è mai stato trovato?
  31. Perché nessuno dei responsabili della mancata difesa della Morte Nera è stato punito, processato o almeno indagato? Si è voluto lavare i panni sporchi in famiglia?
  32. Perché nei momenti salienti di tutto questo conflitto è sempre presente lo stesso droide R2-D2 con il suo servo stupido? E come mai un semplice droide è capace di collegarsi ripetutamente e impunemente a tutti i sistemi informativi riservati dell’Impero e addirittura prenderne il controllo? Questo è impossibile senza complicità interne.
  33. Come mai i dati altimetrici della scatola nera del caccia di Skywalker indicano che era a una quota che lo poneva troppo in alto rispetto al condotto di scarico che doveva centrare?
  34. Come possiamo credere alla storiella che Luke Skywalker udì la voce di un morto, Ben Kenobi, e questo lo indusse a disattivare il proprio computer prima di lanciare i missili? E’ chiaro che fu invece R2-D2 (guarda caso, presente anche stavolta) a sintetizzare la voce di Kenobi in modo da convincere Skywalker a spegnere il computer; così R2-D2 poté effettuare il lancio dei missili proprio nel momento in cui detonavano le cariche di demolizione della Morte Nera, per far credere a Skywalker di aver compiuto una manovra impossibile e nascondere le prove della cospirazione. Skywalker è solo un fantoccio inconsapevole.

L’elenco di domande potrebbe essere molto più lungo; queste sono soltanto le prime. Ma è chiaro che un essere razionale può giungere a una sola conclusione: si è svolta sotto i nostri occhi la più grande cospirazione mai perpetrata. E’ evidente che la distruzione della Morte Nera fu un pretesto per giustificare in seguito l’invasione della luna boscosa di Endor, un pianeta che non aveva nulla a che fare con l’attacco, e lo sterminio degli Ewoks, che non avevano commesso l’attacco.

La cospirazione è evidente per chiunque voglia guardare i fatti. Chi crede ancora alla versione ufficiale è un complice degli elementi corrotti dell’Impero che hanno portato a questa terribile, duplice sconfitta e al clima di disordine e ribellione attuale. E’ nostro dovere ricercare e presentare a tutti la terribile verità. Comprate dunque il mio libro!

Conclusione

Avevo scritto quest’articolo semplicemente come esercizio di stile, per dimostrare quanto sia facile, per chi ha la mentalità complottista, trovare segni inesistenti di complotto e distorcere i fatti in qualsiasi storia. Avevo scelto Guerre Stellari perché è una trama notissima e perché la distruzione e la tecnologia che comprende, nonché l’ispirazione fornita da Websurdity.com, erano molto calzanti.

Non potevo immaginare che i complottisti mi avessero preceduto. Un articolo di 911truth.org, infatti, afferma che “La Vendetta dei Sith [il sesto film della saga di Guerre Stellari] è un film che rivela la verità sull’11 settembre” (“Revenge of the Sith is a 9/11 truth movie”).

Mia moglie ed io siamo andati a vedere il film con una certa riluttanza… ma quello che abbiamo trovato era un kolossal che mi faceva letteralmente agitare nella mia poltrona dal desiderio di alzarmi e gridare agli spettatori: “L’avete capita? Avete colto a cosa allude?”

Sissignori, questo film va dove nessun film commerciale importante è mai giunto prima. Questo film osa suggerire che l’11 settembre fu un autoattentato… Il film mostra molto chiaramente un attacco alla Repubblica da parte di un gruppo deviato all’interno del governo, su ordini del cancelliere. Sì, è un autoattentato. Un ‘inside job’

Questo è quello che intendo per mentalità complottista. E io che pensavo che il paragone con Guerre Stellari fosse troppo estremo.

Annunci

cetriolanesimo

Salve, sono il dottor Vanni Sbrocucci, PhD in filosofia quantistica bioenergizzata oltre che l’inventore del metodo anal fisting(r). Vorrei condividere la mia ultima scoperta. Come sapete ci son dibattiti riguardo al cibo, c’è chi sostiene che l’uomo sia onnivoro, c’è chi invece sostiene che sia vegano e alcuni parlano anche di fruttarianesimo crudista o di alimentazione pranica. Sbagliano, la verità è che l’uomo è naturalmente cetrioliano. Il cetriolianesimo è il sistema di nutrizione perfetto.

Avevo parlato di questa scoperta in una intervista per un importante quotidiano italiano ma a quanto pare l’intervista è stata censurata dopo l’arrivo di una lettera inviata, per conto di una grossa azienda farmaceutica, da un rinomato studio legale. Però, per fortuna ho salvato una copia dell’intervista che posso riportare sotto.

D. Dottor Sbroccucci, mi parli della sua intuizione

R. Stavo riflettendo, da bravo filosofo,  sul problema dell’alimentazione. Per alcuni siamo onnivori ma altri sostengono che siamo naturalmente vegani. Poi ci sono frange che si spingono a sostenere l’alimentazione fruttariana crudista e qualcuno addirittura parla di alimentazione pranica. Qual’è la verità? Mi ponevo queste domande mentre cercavo, nella mia fornitissima videoteca, qualche opera del cinema uzbeko crepuscolare degli anni ’50. Mi capita una DVD intitolato big cucumber porn fest che in lingua uzbeka significa: profonda opera sull’agricoltura nelle steppe della russia centrale,  e durante la visione del film ho notato che gli attori, di entrambi i sessi, si infilavano allegramente enormi cucumis sativus nel retto. Attori che erano ben arzilli ed in salute.  La domanda che mi son posto è perché? Che il cucumis sativus c’entrasse qualcosa? Poi ho pensato ai chakra e mi è venuta l’illuminazione.

D. i chakra? cosa sono?

R. Secondo la filosofia indiana i chakra sono i punti nodali del nostro corpo ove viene custodita la nostra energia pranica e, in prossimità del retto, c’è il primo chakra, la porta di ingresso per la nostro corpo spirituale. Noi siamo mente corpo e anima e dobbiamo collegare il nostro corpo spirituale al mondo per assorbire le energie praniche positive.

D. E cosa c’entrano i chackra con il cucumis sativus?

R. Questa è stata la mia grande intuizione, non è che il cucumis sativus riesca a stimolare il primo chakra e congiungerlo, come un raccordo, con il prana universale?  Mi son posto questa domanda e ho trovato conferma, effettivamente il cucumis sativus convoglia e concentra il prana universale e lo collega al nostro primo chakra  allo stesso modo in cui la pistola della benzina collega il combustibile al serbatoio della macchina.

D. Sorprendente, è una scoperta sconvolgente, può dirci quali sono le prove a favore ?

R. Certo, io sono uno scienziato, non uno dei prezzolati di big pharma, e quindi ho affrontato in maniera scientifica la questione; formulata l’ipotesi ho sperimentato, con amici e amiche, diversi frutti e verdure, dalle ciliegie citrullus lanatus a quello dell’arachis hypogaea, dalla brassica oleracea all’allium sativum. Con alcuni non c’è stata alcuna reazione mentre con altro, come l’allium, la reazione è stata eccessivamente intensa. Ho trovato alla fine che la reazione migliore si ha con il curcumis sativus, buone reazioni anche con il cucurbita pepo e il frutto del musa acuminata. Tali vegetali raccolgono dall’ambiente il karma positivo e lo convogliano verso il primo chakra permettendoci di sfruttarlo per l’alimentazione pranica del nostro corpo.
Inoltre ho anche trovato, nella letteratura medica, riscontri alla mia ipotesi. In questo articolo l’esimio collega prof. Massimo della Serietà, rivela le proprietà positive del cucumis applicato alle problematiche femminili.

D. E il prana positivo carpito in tale modo, oltre ad essere energia di guarigione ha anche altre proprietà?

R. Si, facilita l’alimentazione pranica. Come sapete il corpo umano è naturalmente alcalino però il cibo che ingeriamo con la bocca viene contaminato e distrutto, acidificato per essere precisi, dai succhi gastrici.  Però se noi inseriamo direttamente nell’intestino il cucumis sativus senza passare dall’acido stomaco questo può esprimere tutto il suo potere positivo bioalcalinizzante grazie alle  energie orgoniche psicoattive che convogliando le energie karmike universali nei nostri chakra favoriscono l’omeostasi ovvero il ripristino dell’equilibrio energetico della nostra alchimia cosmo-tellurica sottile alterata. Venendo assorbito per un processo di osmosi inversa provvede a potenziare ed energizzare il nostro corpo sottile.

D. Fantastico. Vuole dire qualcosa per concludere?

R. Sì, nessuno vi parlerà di questi usi del cucumber sativus, putroppo la lobby di big pharma impedisce a noi ricercatori indipendenti di divulgare queste verità. Preferisce imbottire la gente di pillole e medicine per causare le malattie.

 

***

DISCLAMER: questo non è un articolo medico o nutrizionista ma si tratta semplicemente di satira. Tutto quanto sopra è da prendere come burla e non da prendere sul serio. Ogni riferimento a fatti e/o persone esistenti non è voluto ed è puramente casuale.

Manifesto del partito complottista…

che succederebbe se nascesse un partito che sposa tutte le tesi e i desideri dei complottisti?

« Uno spettro si aggira per l’Europa: lo spettro del complottismo. Tutte le potenze del vecchio mondo si sono coalizzate in una sacra caccia alle streghe contro questo spettro: NWO e gli illuminati, Piero Angela e Paolo Attivissimo, scienziati e debunker. […] È ormai tempo che i complottisti espongano apertamente in faccia a tutto il mondo il loro modo di vedere, i loro fini, le loro tendenze, e che contrappongano alla favola dello spettro del complottismo un manifesto del partito stesso. »
[Marco Xarl, manifesto del partito complottista]

E’ ora che i complottisti abbiano un loro partito con il quale perseguire il potere e portare il mondo nella nuova era dell’aquario. Il partito ha lo scopo di unire i tanti ricercatori indipendenti della verità, i tanti inventori geniali denigrati, come Tesla e Einstein, dalla scienza ufficiale, i medici che eroicamente lottano, in nome delle cure innovative da loro scoperte, contro big pharma.

Scopi: realizzare finalmente il regno di gaia in terra, un mondo libero equo e solidale senza poteri forti e forze occulte.

Democrazia e partecipazione: tutte le votazioni dovranno svolgersi in pubblico e verranno votate via rete, inoltre per evitare voto di scambio il voto dovrà essere pubblico e palese.
Trasparenza: le peggiori porcate vengono fatte in segreto. Perciò tutti i politici dovranno indossare occhiali tipo google glass sempre e la loro vità sarà visibile in streaming 24 ore su 24 su internet. Idem per tutti i dipendenti pubblici.

Ambiente: Per evitare qualsiasi tipo di inquinamento elettromagnetico verrà vietata l’installazione di antenne trasmittenti nel raggio di 20 Km da scuole, ospedali e abitazioni. Inoltre verrà proibito produrre energia ricorrendo  a sistemi inquinanti come carbone, nucleare o termoelettrico, oppure a sistemi con alto impatto ambientale come idroelettrico solare o eolioco. L’energia verrà prodotta solo mediante sistemi LERN di generazione o catturando, secondo i più avanzati studi di Tesla, l’energia della risonanza di schumann.
Per lottare contro i tanker occorre chiudere lo spazio aereo nazionale e permettere solo i voli corretti. Pertanto tutti i voli dovranno essere ispezionati da un rappresentate dei comitati contro le scie chimiche. L’ispezione dovrà essere trasmessa, per trasparenza, in streaming.

Scuola: abolizione di voti ed esami in quanto iniqui e discriminanti. Chiunque avrà il diritto di conseguire qualsiasi titolo voglia.

Ricerca: l’unica ricerca ammissibile è quella degli stati vibrazionali superiori. Pieno finanziamento a tutti i progetti alternativi ed ai ricercatori indipendenti per portare avanti le loro ricerche sulla free energy e lo sviluppo psicospirituale. Avvio di un grande progetto per il perfezionamento dell’uomo e della donna. Vietata assolutamente la vivisezione.

Trasporti: verranno permessi solamente veicoli mossi da motori innovativi a inquinamento zero grazie a tecnologie che superano gli oramai obsoleti principi della termodinamica. Le persone potranno muoversi grazie ad autobus ad aria compressa e navi mosse da generatori LENR.  Siccome tutto verrà prodotto a Km zero non sarà necessario lo spostamento di merci da una parte all’altra. Pertanto non si proseguirà con la TAV e si provvederà a smantellare la rete ferroviaria italiana.

Sanità: pieno accesso a tutte le cure alternative di comprovata efficacia (omeopatia, cristallopatia, urinoterapia, iridiologia, limone e peperoncino, bicarbonato…). I vaccini, in quanto resi inutili dalle cure precedentemente elencate verranno banditi completamente.

Economia: per combattere il signoraggio verranno rese pubbliche le specifiche delle banconote ed inoltre, ad ogni persona verrà permesso di stampare tutto il denaro cui abbisogna.

se interessati a partecipare o integrare il manifesto commentare sul forum o scrivere shevathas at gmail dot com 🙂

la verità sul successo del PD e la sconfitta degli stellini…

Come gli affezionati lettori sanno, il sottoscritto è affiliato al NWO e, nello specifico, lavora nel reparto R&D nuove armi e metodi di controllo mentale.

È  con immenso piacere che vi parlerò dell’ultimo sistema di controllo mentale e modifica dei risultati elettorali progettato, un sistema che al sig. Aggio (1) è piaciuto talmente tanto da fargli concedere un bonus extra di 80.000 euro in busta paga agli agenti.

Come sono consci i grillini, rischiavamo di avere una loro enorme vittoria, vittoria che avrebbe ostacolato i guadagni del reparto farmaci e malattie grazie a  vaccini e medicine. E siccome avevano sgammato il trucco del pollice matita (fuga di notizie dalla sede di voghera(2)) occorreva trovare un sistema per modificare le preferenze dei grillini ed impedire loro la vittoria.

Siccome le avverse condizioni meteo sconsigliavano un eccesso di irrorazioni, la sede NWO principale della sardegna ha trovato la soluzione; un banalissimo uovo di colombo che ha consentito al PD di arrivare al 40%. Ovvero: se i grillini leccano la matita per impedirci di alterare le schede cosa succede se noi mescoliamo alla grafite delle matite copiative bario e LSD?

Taaa-daaaan: il grillino si convince di votare il suo partito ma in realtà vota PD(3)…  Ecco spiegato il 40% del PD e le discrepanze con i sondaggi e gli exit poll, semplice e lineare.

Il sistema pare abbia funzionato talmente bene che un big del “non partito”, per essere sicuro che il suo voto non venisse alterato, pare abbia ciucciato così tanto la matita  da diventare promoter di biggheffarma…

peppe sostiene biggheffarma

 

 

(1) Il capo dei capi del NWO è il Signor Aggio, mica qualche stupida lucertola…

(2) Finiranno doverosamente puniti.

(3) Purtroppo fra gli effetti collaterali ci son stati la lega al 6% e FI al 16%, ci stiamo lavorando…

simbologia subliminale occulta per la strada…

a Fabio, per avermi svelato un mondo nuovo…

Le lobby dei poteri occulti cercano da sempre di manovrare il mondo e opporsi alla forza salvifica della religione. E per fare ciò non esita ad usare sofisticate e mefistofeliche tecniche di persuasione subliminale per convincere le persone ad abbandonare la religione, unico mezzo salvifico per l’anima, e diventare pupazzetti nelle loro mani.

E per fare ciò, per allontanare il fedele dalla retta via, uno dei sistemi più efficaci è l’uso di messaggi subliminali. I messaggi subliminali sono  informazioni che il cervello di una persona assimilerebbe a livello inconscio. Il messaggio è trasmesso attraverso scritte, suoni o immagini che trattano un qualsiasi argomento che nasconde al suo interno – come in un codice cifrato – ulteriori frasi o immagini avulse dal contesto iniziale che rimarrebbero inconsapevolmente nella memoria dell’osservatore. E dove nascondere la maggior parte dei messaggi subliminali per deviare le persone? nella musica rock ove sono stati scoperti? No, meglio nasconderli da altre parti dove sono sotto gli occhi di tutti ma pochi si rendono conto dei tentativi di persuasione occulta.

Guardate le immagini sottostanti



incrociodownload

un incrocio a croce greca; la croce greca oltre ad essere un chiaro simbolo della tradizione cristiana è anche un simbolo divino usato come pianta in moltissime chiese e cattedrali. Ed è anche un simbolo associato con la salvezza (medicina, farmacie…). E che dire del cartello che rappresenta l’incrocio? un triangolo simbolo della trinità che all’interno contiene una croce greca ruotata. La croce greca ruotata è anche il simbolo del numero romano 10, ovvero il numero della sacra tetrade simbolo della terra e del materiale. La simbologia del cartello è chiara: la materia e il mondo materiale sono contenuti e circondati dalla trinità.

E, adesso, con cosa stanno sostituendo gli incroci? avete notato come si sta cercando di sostituirli con le rotonde ? E che tale sostituzione è partita in francia (paese dominato dal priorato di sion) e in inghilterra (luogo di origine della massoneria). Siete sicuri che si tratti solo di una coincidenza?

Questo è il cartello che indica la rotatoria

rotonda

e guardate a cosa somiglia: all’ Ouroboros il serpente che si morde la coda, simbolo usato spessissimo nell’occultismo…

images (1)

il serpente ovvero Satana, il nemico l’avversario, che con il gesto di mordersi la coda rappresenta la ciclicità del tempo negando invece il diretto percorso verso la salvezza previsto invece da Dio.

Sostituiamo alla croce, simbolo della divinità, la sua negazione il cerchio dell’eterno ritorno ovvero la dannazione. Ecco il messaggio subliminale che viene

Guardate questo cartello, spessissimo messo all’ingresso delle rotatorie:

precedenza

il triangolo, simbolo della trinità, però vuoto, rovesciato ovvero con la punta a terra. Un evidentissimo simbolo satanico, simbolo adoperato dagli occultisti di tutto il mondo. L’Ouroburos ovvero Satana e la negazione della salvezza e il triangolo rovesciato. E tutto questo per portare il mondo alla negazione della salvezza prevista da Gesù. Svegliatevi e guardate: satana lotta contro i fedeli e usa i cartelli stradali come strumenti per inviare messaggi subliminali alle persone e sottoporle al suo giogo distraendoli da una vita spirituale e virtuosa…

SVEGLIA!!!!!111!!!!1!!1!!!!

femminilizzazione forzata mediante somministrazione di ormoni

Quale modo migliore per ridurre alla pavidità e all’accondiscendenza un popolo se non femminilizzarlo in massa mediante la somministrazione di forti dosi di ormoni femminili Credete che sia un ipotesi fantasiosa o la solita sparata del gombloddista di turno? SVEGLIA!!!111!!!!!

Ve la stanno facendo sotto il naso somministrandovi di nascosto ormoni femminili celati nella birra. Infatti la birra contiene fortissime dosi di ormoni femminili capaci di trasformare i più virili e coraggiosi degli uomini in amebe blateranti.

Vediamo alcuni fatti: in primo luogo la birra è originaria della regione della Baviera, e quale è stata una delle sedi più importanti degli illuminati? possibile che gli illuminati non conoscessero e non abbiano usato per il loro turpi scopi di dominio mondiale tale malefica sostanza?

Un altro indizio è che la birra viene convenzionalmente chiamata bionda, e nell’antica grecia le prostitute erano obbligate ad indossare parrucche bionde ergo il biondo è segno distintivo di donne di facili costumi, basta anche vedere tutte le pubblicità che accostano la bevanda a donne siffatte.

Ma la prova reale è nella composizione della birra; quali sono i componenti della birra?

  • acqua
  • malto
  • luppolo

Il luppolo altro non è che il fiore femminile, e quindi ricchissimo di ormoni femminili, Humulus lupulus. E già il nome latino della pianta umiliazione lupuliana mostra l’uso che ne veniva fatto: ridurre all’umiltà i nemici(1).

E la birra come viene preparata? vengono messi a macerare i fiori in acqua, l’impasto viene agitato e viene diluito, viene agitato e viene diluito… E questo non è altro che il sistema di Samuel Hahnemann per la preparazione di composti attivi potenziati. Inoltre tale preparazione serve a nascondere gli ormoni femminili a tutti quelli incapaci di percepire la memoria dell’acqua e le energie sottili in essa disciolte.  Comunque, per evitare di potenziare troppo il composto il luppolo viene usato a basse diluizioni. ecco perché permane un poco del suo sapore. Anzi l’amarezza della birra è un indizio della diluizione del luppolo: più son dolci, ovvero più il luppolo è diluito, e più son potenti nell’azione di femminilizzazione.

E questi effetti sono stati sperimentati scientificamente in un laboratorio di parigi ma i risultati sono stati censurati, denigrati e ridotti a barzelletta.

IPOTESI: la birra contiene una grossa quantità di ormoni femminili

ESPERIMENTO:
per verificarlo è stato un campione di 50 individui di sesso maschile di età compresa fra i 18 e i 35 anni; al campione sono state quindi offerte un totale di 20 birre medie a testa, da consumarsi nell’arco di 24 ore. A somministrazione avvenuta, si è quindi riscontrato che:
a) praticamente tutti e 50 gli individui che componevano il campione erano ingrassati.
b) molti individui del campione parlavano moltissimo, ma senza dire nulla.
c) tutti e 50 gli individui del campione avevano evidenti difficoltà nella guida.
d) la maggior parte del campione non era in grado di compiere ragionamenti di qualsiasi tipo.
e) ciò nonostante, tutti e 50 gli individui del campione insistevano nell’avere comunque ragione su tutto, anche se l’evidenza dimostrava ampiamente il contrario.
f) in più, praticamente tutto il campione faceva pipì ogni 5 minuti, per giunta in compagnia.
TESI: senza aggiungere altro, appare a questo punto inconfutabile che la birra contiene al suo interno ormoni femminili.

Tenete conto di queste cose la prossima volta che vi avvelenate aprendo una lattina di birra. Bere birra aiuta l’NWO a dominarti.

Lisan al Gaib  [la Voce di un Altro Mondo]

(1) I lupuliani erano una delle tribù originarie di roma, infatti anticamente i romani erano noti come figli della lupa. E il nome si riferisce all’uso che, secondo Tito Livio, fecero i galli senoni: offrirono birra alle legioni romane e, quando queste vennero trasformate dalla malefica bevanda in donnette, infissero solenni sconfitte arrivando al sacco di roma ed all’assedio del campidoglio. La città venne salvata da Furio Camillo che, esiliato, non bevette birra.

Ecco perché nell’esercito romano il bere birra in servizio veniva punito con la flagellazione mentre i prigionieri venivano costretti a bere solamente birra.

Se ci pensate, il consumo di birra è stato un tabù religioso per alcune tribù particolarmente bellicose.