Modulistica per la richiesta del reddito di cittadinanza

Viste le richieste pervenute metto a disposizione la modulistica per ottenere il reddito di cittadinanza. Inoltre ricordo che ai primi 50 richiedenti oltre al reddito verrà consegnata in omaggio una biowashball autografata di persona da Luigi Di Maio.

Modello MQTP/2018 da compilare e spedire all’uffico delocalizzato, Joulupukki, Joulupukin Pääposti, FI-96930 Napapiiri, Finlandia alla cortese attenzione del dott. Santa Claudio direttore del dipartimento doni a bimbi buoni).

Modelli inps: (NGTF/01 per iban del circuito maestro mastercard) – (VISA/5s per iban del circuito visa/visa electron)

vanno compilati e consegnati al C.S.M. della azienda sanitaria di riferimento.

Per assistenza all’accredito, informazioni o chiarimenti si può contattare gigino@presidenza.gov.it.

 

PS
Articolo ironico ed umoristico.

Annunci

Risposta automatica telefonica di un famoso Istituto Psichiatrico

Risposta automatica telefonica di un famoso Istituto Psichiatrico:
“Grazie per aver chiamato l’Istituto Psichiatrico di Salute Mentale:
Se lei è ossesso-convulsivo, prema ripetutamente fino allo spasmo il tasto 1.
Se lei è affetto di personalità multipla, prema i tasti 2, 3, 4, 5 e 6.
Se lei è paranoico, sappiamo già chi è lei, cosa fa nella vita e sappiamo cosa vuole, quindi rimanga in linea, finchè non rintracciamo la sua chiamata.
Se lei soffre di allucinazioni, prema il tasto 7 nel telefono rosa gigante che lei (e solo lei) vede alla sua destra.
Se lei è schizofrenico, chieda al suo amico immaginario di premere il tasto 8 per lei.
Se lei soffre di depressione, non importa quale numero prema, tanto non c’è niente da fare, il suo caso è disperato e non ha cura.
Se lei soffre di amnesia, prema 9 e ripeta a voce alta il suo nome, cognome, numero di telefono di casa e del cellulare, indirizzo e-mail, numero di conto corrente, codice bancomat, data di nascita, luogo di nascita, stato civile e cognome da nubile di sua madre.
Se lei soffre di indecisione, lasci il messaggio dopo il bip …oppure prima del bip … o durante il bip, insomma scelga lei.
Se lei soffre di amnesie temporanee di breve durata, prema 0.
Se lei soffre di amnesie temporanee di breve durata, prema 0.
Se lei soffre di amnesie temporanee di breve durata, prema 0.
Se lei soffre di avarizia ossessiva, attenzione, riattacchi subito, questa telefonata è a pagamento a 500 euro al secondo.
Se lei soffre di autostima bassa, per favore riagganci, poiché tutti i nostri operatori sono impegnati a parlare con persone molto più importanti di lei.
Se lei è uno degli italiani che desidera il reddito di cittadinanza riagganci, si fotta e aspetti il 2023. Qui curiamo “pazzi” e non “coglioni”.
“Grazie per aver chiamato” !!!

Elaborazione da: http://www.drzap.it/TELEFONI.htm

Kekistan, meme, trollaggi e sinistra

Stavo leggendo la risposta piccata di radio popolare agli articoli che l’accusano di essere cascata mani e piedi nella trollata della bandiera del kekistan alle manifestazioni di Salvini. Un articolo ove in pratica si dice che: siccome la bandiera del kekistan compare assieme alle bandiere neonaziste allora, “per simpatia”, la bandiera è neonazista.

Nell’articolo spieghiamo di cosa si tratti: uno stato immaginario, un’immagine diffusa su internet e utilizzata dalla destra radicale e suprematista statunitense. (…)

La bandiera simil nazista del Kekistan, assieme ad altri segni di riconoscimento esibiti dai ragazzi in piazza Duomo come ‘Pepe The Frog’ non sarebbero altro che simbologia creata per prendere in giro la sinistra che vede fascisti ovunque.

In realtà, non è così.

L’intento canzonatorio è un elemento della comunicazione di questi gruppi ma il contesto è quello della destra radicale. (…)

“Dal mio punto di vista, l’attuale identità della Alt-Right origina dalla cultura dei meme e del trolling che vide la luce su 4chan negli anni 2000 – scrive Anglin sul Daily Stormer – dove le moderne tecniche di trollaggio hanno avuto origine”.

Bandiere del Kekistan sono comparse tra i suprematisti bianchi a Charlottesville, e in altri raduni della destra estrema e radicale in tutti gli Stati Uniti a partire dal 2016.

Seguono immagini di bandiere dei raduni dell’alt-right ove si vede anche la bandiera del kekistan (N.d.R.)

Che dire? a sinistra non son capaci di riconoscere l’ironia e il sarcasmo neppure se gli viene evidenziato con un cartello.  Quando ho letto l’articolo sulla presenza delle bandiere ho pensato alla “trollata” di Bellotti che andò, vestito da nazista dell’illinois, ad un raduno di sentinelle in piedi.

Qualcuno avrà pensato che Bellotti è una convinta sentinella in piedi (oltre che neonazista) e che chaplin, il primo ad indossare la divisa di Bellotti, era una sentinella in piedi.

 

grande-dittatore-si-traveste-contro-protesta-protesta-bergamo-giampietro-belotti
Che ci siano cascati con entrambi i piedi nella trollata è dimostrato anche da questa altra parte dell’articolo:

A portare la bandiera del Kekistan in piazza non è stato un simpatico troll nerd che voleva smascherare chissà quale complotto dei media, ma un attivista della Lega di Lucca.

Il responsabile web, come da lui dichiarato su Facebook.

Un fan sfegatato di Salvini, uno che ha applaudito alla scelta di levare la parola Nord dal simbolo leghista: “cambiare è un segno di coraggio, e nessuno sulla scena politica Italiana attuale ha il coraggio di Matteo Salvini, a cui va la mia massima stima politica e personale. Questo è il nostro nuovo simbolo, da Nord a Sud; ora dritti alle elezioni politiche che c’è un paese da salvare” ha scritto il ragazzo sulla sua pagina Facebook a dicembre 2017 salutando con felicità il mutamento antropologico della Lega. Non abbiamo usato a caso questa espressione.

Si chiama Augusto Casali e gestisce una pagina Facebook con quasi 6.000 seguaci che si chiama “Dio Imperatore Salvini”, riprendendo quella dedicata a Donald Trump, “God Emperor Trump(1)”.

La pagina God Emperor Trump è una pagina satirica su trump ove viene perculato stile “chuck norris facts”. Faccio notare la narrazione bene contro male; chi ha perculato non è un semplice burlone ma uno che condivide le idee politiche di Salvini quindi ipso facto un nazileghista.

Cosa si impara da queste vicende?

  1. Che la sinistra oramai ha perso il senso dell’umorismo è si è rinchiusa nella gabbia dei rancorosi e livorosi moralmente superiori che, affranti dalla serietà, non riescono più a farsi una razzo di risata. Peccato perché fra le mie letture più divertenti ricordo “Cuore” o qualche fumetto “politically scorrect” di totem. La perculata, del democristiano, era una delle armi migliori del PD. Adesso invece i comici e i satirici son stati sostituiti da compagini lanciatori di merda contro il ventilatore.
  2. Che non son capaci di ammettere di avere sbagliato, se sbagliano non è colpa loro ma del grande gombloddo globale. Troppa permalosità, troppo essere convinti di partecipare ad un Ragnarok con le forze del bene contro quelle del male.
  3. Che questa armatura di seriosità, di livore ti rende vulnerabilissimo agli attacchi “perculata”, e sia Grillo (un comico) che Berlusconi che ha buoni comici al suo servizio, son capaci di usare tale attacco con efficacia.

 

Umorismo di Sinistra Umorismo di Destra
 

(1): Titolo di Leto II Atreides, il “Dio Verme di Dune” https://it.wikipedia.org/wiki/Leto_Atreides_II. Quando si parla di ironia sottile.

ho visto cose…

#cinerimborsi
Ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi:
bonifici in fiamme al largo dei bastioni di Russeau,
Raggi V balenare nel buio vicino alle porte di Roma.
Ma i miei soldi non andranno perduti nel tempo,
come lacrime nella pioggia.
È tempo di stornare. »

Twitter


L’hashtag #cinerimborsi è stato lanciato per perculare la vicenda dei rimborsi dei grillini, prendendoli in giro con nomi di film modificati. Ha dimostrato, ancora l’estrema efficacia del colpo dei mille perculamenti di Hokuto. Infatti i pochi tentativi di rispondere, le solite variazioni sul tema: “e allora il PD?” son stati travolti da un onda di pernacchie e perculate. Qui un articolo di ADN Kronos.

Segnali di fascismo secondo umberto eco

Su faccialibro gira questa immagine; quello che mi diverte è che apparentemente sembra che riguardi solo una parte; in realtà, “scava scava” è applicabile a tutto l’arco costituzionale.

 

Vediamo un po’:

  1. “culto della tradizione e delle radici”: Berlinguer e il ritorno alla vera sinistra DOCGP (diffidate dalle imitazioni).
  2. Abuso della paura del diverso: vedi il rapporto con le sentinelle in piedi
  3. Costante stato di minaccia: “domani arrivano le camicie nere, torna mussolini…”
  4. Esaltazione della volontà popolare; parliamo del post referendum costituzionale?
  5. Opposizione alla critica analitica: “chi mi critica attacca tutte le donne…”
  6. Cospirazione; “strategia della tensione, provocazioni delle ffoo”…
  7. Proclamazione di un leader: “liberi e uguali con il nostro caro leader”…
  8. Controllo della sessualità: Asia&il mossad…
  9. Azione prima della ragione: vedi le “contromanifestazioni” contro le sentinelle…
  10. Linguaggio limitato e ripetitivo: “Renzusconi, fascisti…”
  11. Appello ad una classe sociale frustrata: “i gggiovani senza lavoro per colpa del job act…”
  12. Rifiuto delle idee moderne: “proletari di tutto il mondo unitevi”…

PS

Penso che eco c’entri poco e che sia di origini americane; si nota da piccoli dettagli: le scritte in inglese, l’aquila dalla testa bianca. Mi sa che il fu professor Eco comincerà a contendere ad Einstein la paternità di tante citazioni farlocche che girano su faccialibro.

VOTA LA PETIZIONE ICB PER IL BLOCCO DEFINITIVO DELLA MEDICINA NUCLEARE!

Segnalo questa giustissimissimissima petizione per il blocco della medicina nucleare. No alle radiazioni, no a big parma, no al colesterolo…

VOTA LA PETIZIONE ICB PER IL BLOCCO DEFINITIVO DELLA MEDICINA NUCLEARE!

CARI AMICI CHANGE-ORGONICI, LA RETE HA NUOVAMENTE BISOGNO DEL VOSTRO CONTRIBUTO PER ELIMINARE PER SEMPRE OGNI FONTE DI RADIAZIONI, PRIMA DALLA MEDICINA, POI DAL MONDO!!!

Chiediamo pertanto il blocco immediato e definitivo dell’utilizzo in medicina di qualsiasi fonte di radiazioni, anche solari, inoltre chiediamo che tutti gli ambienti frequentati dai nostri BAMBINI siano portati allo zero assoluto, per proteggerli dalle pericolose radiazioni.

Della pericolosità delle radiazioni le televisioni e la gente, al bar, ha già argomentato con sufficiente cognizione di causa, nell’assoluto silenzio delle asl relativo all’autorizzazione all’uso di questi STRUMENTI DI MORTE.

Dopo aver ascoltato le legittime rimostranze di un gruppo di ̶e̶l̶e̶t̶t̶o̶r̶i̶ cittadini preoccupati, nella sala d’attesa di un ospedale psichiatrico abruzzese, abbiamo deciso di mettere in campo ogni azione possibile dentro e fuori dall’ospedale per bloccare questa pericolosa operazione.

Alle nostre numerose battaglie si aggiungono anche le dichiarazioni rilasciate dal direttore del reparto di Radiologia dell’ospedale di Vergate sul Membro, rilasciate a una nota trasmissione televisiva, NON CENSURATE NÈ TAGLIATE: “Come direttore di laboratorio, sarebbe un grande sollievo per me se lei mi lasciasse andare in bagno in pace”

L’intervista è proseguita con una dichiarazione SHOCK: “Ok, va bene, anche qui nei bagni dell’ospedale c’è la ricaptazione dell’acqua… Adesso mi passa la carta igienica?”

Dall’intervista, rilasciata stanotte alle 4.30 dal direttore mentre si trovava nel suo letto, traspare chiaramente il nervosismo: le risposte sono vaghe ed evasive, e l’imbarazzo appare più evidente quando la moglie cerca di cacciarci dalla camera con la scusa che i bambini si spaventano: perchè farlo, se non si ha niente da nascondere?

Il nostro team di ricercatori indipendenti ha effettuato ricerche alternative, usando sia Google che Yahoo, cioò che ha scoperto è pazzesco:

“Tutti i pazienti sottoposti a radiografie da Röntgen sono deceduti (anche dopo un secolo di atroci sofferenze), lo stesso fisico sembra essere deceduto a colpa delle radiazioni ionizzanti assorbite”

Il radionuclide più utilizzato è il tecnezio-99m, che emette radiazioni gamma con energia di 140 KeV, altri radionuclidi gamma-emittenti di comune utilizzo in gamma camera sono:

indio-111; iodio-123, 125 e -131samario-153 e radio-223 renio-186, Ittrio-90 e erbio-169, LO STRONZIO È UN GRANDE ASSENTE, MA CHI CI ASSICURA CHE NON LO USERANNO???

Le criminali aziende e le ASL non possono continuare ad operare in questa direzione mettendo a rischio la salute di milioni di  ̶e̶l̶e̶t̶t̶o̶r̶i̶  cittadini .

La radioattività  deve essere immediatamente bloccata, anche a costo di portare allo zero assoluto scuole, ospedali, locali notturni, caserme e Lounge Bar,  revocando qualunque tipo di autorizzazione data in precedenza.

Stiamo inoltre lavorando alacremente per proporre l’obbligo di portare allo zero assoluto CANTINE (per il pericoloso RADON) e VOLI AEREI, secondo alcuni pareri, infatti, portare allo zero assoluto gli aerei oltre a proteggere dalle radiazioni cosmiche, eliminerebbe per sempre il RISCHIO DI SCIE CHIMICHE!

FATE GIRARE PRIMA CHE LA CENSURANO!!!

io ciò il diritto a seguire i miei sogni

il fatto che io abbia diritto di credermi quello che mi pare (d’altronde chi può vietarlo o impedirlo) per molti si traduce nel dovere di tutti di riconoscere quello che io credo di essere. Un pseudodiritto analogo è il diritto a seguire i propri sogni, diritto che molti intendono come dovere per lo stato di farteli realizzare.

Questo messaggio comparso nei forum del fatto su una discussione riguardo all’alternanza scuola lavoro.

Quindi meglio pulire i cessi, almeno ti rendi conto da subito che nel mondo reale l’investimento che hai fatto tu (e chi ti ha insegnato) per anni e anni non serve a un tubo?
Non posso credere che lei la pensi così.
Oppure forse vale la pena dirlo prima, tipo: “hai 18 anni e non sei raccomandato? non proseguire gli studi e vai subito a pulire i cessi, meglio prima che buttar via altri 5 anni”

Primo errore “nel mondo reale l’investimento che hai fatto tu (e chi ti ha insegnato) per anni e anni non serve a un tubo?” la risposta è: potrebbe essere vero. Non è scritto da nessuna parte che un investimento fatto renda, esistono anche gli investimenti fallimentari e i fiaschi. Capisco che per certi docenti parlare dei fiaschi a scuola sia tabù, che spiegare realmente come gira il mondo fuori dalla scuola invece di illudere gli studenti che basti conoscere chi era Socrate per avere la poltrona di amministratore delegato da qualche parte possa essere controproducente. Il rischio è che lo studente si faccia due conti in tasca e valuti se continuare con Platone o mollare ed imparare come si monta un rubinetto. Per intenderci molta della crisi di certi indirizzi è proprio dovuta al fatto che vengano percepiti come “inutili” e inadatti al mondo del lavoro. Messaggi come quello non fanno altro che rafforzare tale impressione, che la scuola sia un sistema chiuso completamente alieno al  resto del mondo e che gli studenti siano a scuola non per imparare qualcosa, e qui ci sta veramente, di utile per loro, qualcosa che gli dia una cultura e della conoscenza ovvero la capacità di interpretare e di interagire con il mondo, fosse anche la conoscenza del pensiero socratico, ma solo per fornire un pretesto per mantenere i docenti ed il personale scolastico.

Da notare anche il riferimento alla raccomandazione; il piangere che vanno avanti sempre e solo i raccomandati mentre i bravi ed esperti finiscono al call center o a pulire i cessi è il classico piagnisteo scusante che assolve dalle proprie colpe e dai propri errori, permette di non ammettere le proprie manchevolezze. Non sono un illuso e sono consapevole che in italia ci siano sacche di malaffare e posti che vanno ad accozzati. Ma tutti quelli assunti per concorso che lavorano in una PA sono accozzati? in qualsiasi concorso passa solo l’accozzato? sempre, sempre, sempre? Mi sembra poco plausibile per il semplice motivo dei numeri in gioco. Per non parlare di tanti controesempi come questo; il figlio del medico personale di Berlusconi non riesce ad entrare perché scavalcato da Pierino, figlio accozzato del consigliere circoscrizionale di roccafritta di sotto? Se la risposta è sì, per favore, smettetela di menarla con la storia della nipote di Mubarak, grazie.