i 400 troll

stavo leggendo le notizie degli Acheri russi contro mattarella; imho si sta mostrando uno dei soliti vizi italiani, ovvero il non saper accettare la sconfitta e cercare gombloddi per giustificarla.

Questo è un  pezzo che scrissi riguardo al referendum sulla fecondazione eterologa.

Cosa già vista tante altre volte; ad esempio nel dopo referendum sulla procreazione assistita e la fecondazione eterologa, Perché tale referendum fallì? per gli stessi errori che sto vedendo adesso: invece di argomentare, si tirava fuori il caso strappalacrime del bambino nato talassemico e contemporaneamente si dava del baciapile a chiunque non condividesse in pieno ed integralmente le idee del movimento pro referendum, veniva lasciata la piazza a pazzoidi, come il ginecologo che prometteva alle donne di 60 e passa anni di partorire o i decerebrati che parlavano tranquillamente di eugenetica dell’embrione. Non c’era dibattito fra le due fazioni, o meglio una alle, fondate, proteste e obiezioni dell’altra non faceva altro che urlare al “baciapile”. Il risultato è stata una sconfitta, sconfitta attribuita ai poteri sovrumani di Camillo Ruini per evitare di dover ammettere di aver fatto una cazzata dietro l’altra nella comunicazione.

Adesso la vicenda mi sembra simile; il PD, e tutta la sinistra, è allo sbando incapace di contrastare politicamente un pessimo governo. Come giustificare quindi che non si è capaci di contrastare un branco di farlocchi che fanno un bel po’ di cazzate in economia, lavoro, sanità? La spiegazione brutale è che il PD sia peggio dei 5S e della lega riguardo a casini interni e chiarezza sull’azione politica. In effetti se, escluso il “dagli al fascista” provano a dire qualcosa il partito si spacca all’istante. Prendiamo ad esempio le questioni “calde”: Migranti, son con Minniti o con la Bonino? “Voucher”, rimanere fedeli alla CGIL o volerli restaurare? Precariato? con la sinistra sinistra ferma agli anni 70 o la flexcurity ? Ilva, grandi opere, con Emiliano o con Calenda?
Insomma se domani Salvini venisse rapito dagli alieni, il PD senza avversario che costringe a rimanere coeso (o a far finta di esserlo) imploderebbe all’istante.

Capisco che l’ammettere che se il Di Maio è un farlocco, all’atto pratico Martina lo è di più, possa non essere una cosa piacevole. Invece se ci si inventa la storia dei 400 profili falsi creati dagli acheri russi si giustifica tutto in una maniera splendida. Era una vittoria annunciata ma è stata scippata a causa del gomloddone degli acheri russi1

Ergo la vittoria degli altri è stata ottenuta barando e quindi hanno tutto il diritto di sentirsi “vincitori morali” e comportarsi in tal modo.


  1. come capitato anche per l’intervento della CIA nel 48, per le manovre di Andreotti negli anni 70/80, per le televisioni di berlusconi nel 94 (e nel 2001, nel 2006, nel 2008 e nel 2013)… 
Annunci

Brizzi: archiviato perché il fatto non sussiste.

Alcune riflessioni a margine:

  1. il silenzio di chi lo dava come colpevole certo con sentenza passata in giudicato.
  2. il silenzio, sui social, delle suffraggette del neofemminismo italiano e del #metoo: la presidenta, silver woman e claque associata.
  3. il solito invocare il gombloddo del patriarcato per “insabbiare” anche questo caso e i morti di figa che lo sposano pateticamente e  acriticamente.
  4. le supercazzole per dare la colpa alla prescrizione, alla legge che chiede di denunciare entro sei mesi, allo stato psichico delle vittime ed ai giudici cattivi che non credono sulla parola alle vittime.
  5. Il fatto quotidiano che scrive, come nel caso della sentenza della corte di cassazione sull’aggravante per ubriachezza, un articolo equilibrato O_O.
  6. L’aver condiviso il commento di Adinolfi sulla vicenda O_O.

Sostenere Salvini facendo finta di dargli contro

Stavo leggendo questo articolo: Arci Lecce contro la circolare Salvini: “Tutela legale gratuita per gli ambulanti” riguardo all’ennesima genialata per dar contro a Salvini ma dar contro in maniera talmente goffa da diventare più che un piede di porco per scardinare un robusto puntello per tenerlo su.

Come aveva scritto giustamente qualcuno, non della lega, su twitter: “Cari compagni, se siamo arrivati al punto di tifare per trafficanti e scafisti pur di dare contro a , allora forse meritiamo veramente di sparire dalla politica.“, il sostenere qualsiasi cosa purché sia contro Salvini finisce poi a far fare la figura dei farabutti e a portare sostegno a Salvini anche da parte di chi sarebbe felice di votare una qualsiasi alternativa, sensata, a lui.

Il comportamento dell’Arci Lecce è una solenne zappa sui piedi. Altro che il ministro della malavita; qui pur di dargli contro son pronti a sostenere il racket dei migranti e dei prodotti contraffatti, e il buffo è che sono la parte che, insieme agli stellini, la mena con l’honestà in ogni dove.

Con tanti saluti a chi, onesto, si è procurato una licenza e vende prodotti, magari sotto sotto marche, ma non contraffatti e acquistati alla luce del sole. E un domani Tizio, che si è messo in regola e lavora onestamente chi voterà? chi sostiene i suoi concorrenti in nero?

Mi chiedo se all’Arci si rendano conto che comportandosi così i primi ad essere danneggiati son quelli che si son messi in regola e che devono subire una concorrenza da parte di chi invece lavora in nero. Scommetto che se la lega avrà un altro exploit poi piangeranno che gli italiani sono stupidi, creduloni e razzisti invece di pensare alle colossali stronzate fatte da loro; stronzate che si rivelano essere solenni zappe sui piedi.

Vediamo l’articolo:

Arci Lecce contro la circolare Salvini: “Tutela legale gratuita per gli ambulanti”L’associazione denuncia la strumentalità del provvedimento contro l’abusivismo sulle spiagge e garantisce assistenza dopo eventuali sanzioni

LECCE – Arci è pronta a offrire tutela legale a tutti gli ambulanti che incorreranno negli effetti della circolare Salvini diramata per “liberare” le spiagge italiane dall’abusivismo commerciale.

(…)

Intanto però Arci annuncia il suo impegno, nella convinzione che il vero obiettivo siano i cittadini di origine straniera che cerano di sbarcare il lunario: “Condanniamo con fermezza la scelta del Viminale, che nel nome della sicurezza ha lanciato l’ennesima demonizzazione dei migranti, dimenticandosi dei problemi reali delle coste, come i rifiuti, la cementificazione, gli scarichi fognari a mare. Non si può continuare a buttare fumo negli occhi degli italiani per distoglierli dai problemi reali e farli concentrare solo sulla provenienza geografica di chi ci sta intorno”.

Ma guarda le solite tre tattiche che vengono usate quando qualcuno vuole affrontare un problema:

  • il vittimismo: lo fai solo perché razzista.
  • il benaltrismo: i rifiuti, la cementificazione, gli scarichi fognari a mare.
  • la minimizzazione, più avanti: in fondo: chi non ha mai comprato una collanina, un anello, un pareo o un materassino a mare

Peccato che quando vedo quelle tattiche penso a pagliacci incapaci di affrontare il problema che cercano di svicolare, e come me penso molti altri. Fra chi da risposte “demenziali” ad un problema esistente e chi nega il problema si finisce sempre, obtorto collo, a scegliere il primo.

Comunque sarei curioso di sapere se offriranno tutela anche a chi, italiano, vende abusivamente. Se no spiace dirlo ma si stanno comportando in maniera razzista.

Secondo Anna Caputo, presidente provinciale di Arci, è sbagliata l’impostazione: “La sicurezza del territorio – e l’aumento del personale tra polizia locale e forze dell’ordine impegnato nei controlli – non passa attraverso tali azioni, ma tramite controlli capillari sulle interconnessioni criminali che danno lavoro nero, alimentano la prostituzione, gestiscono il mercato delle droghe pesanti, in particolar modo d’estate nelle zone di grande attrazione per i giovani”.

La vendita abusiva è un lavoro nero gestito dalla malavita, la prostituzione idem, e viene alimentata proprio dall’immigrazione clandestina, come spiegavano anche alcuni articoli dell’espresso, idem per le droghe. In pratica si sta chiedendo di fare una frittata senza rompere il guscio dell’uovo.

“Riteniamo caratteristico e pittoresco il passaggio dei venditori sulla spiaggia, tutt’altro che irregolari visto che la stragrande maggioranza di essi possiede apposita licenza per vendere e godono di un regime forfettario come tanti altri venditori ambulanti. Sono ormai un pezzo della nostra identità territoriale e in fondo: chi non ha mai comprato una collanina, un anello, un pareo o un materassino a mare”?

Ma se non sono irregolari perché dovrebbero venire multati? Si rende conto di quello che dice? Come dire: la stragrande maggioranza delle persone parcheggia bene ma se qualcuno piazza il SUV in doppia fila alle strisce pedonali è un caso sporadico e comunque se li fanno la multa è perché son razzisti nei confronti dei proprietari di SUV.

Cioè sinceramente se è questa l’opposizione che si vuol fare contro salvini, a meno che non si suicidi politicamente lui da solo sarà difficilissimo scalzarlo

fake news

Ricordate le infinite polemiche sulle fake news; la santa crociata lanciata dalla politica contro di loro, gli “sbufalatori” di professione, la boldrini e l’hashtag #bastabufale?

Ieri, dopo i primi lanci di agenzia e i primi articoli su questa sentenza della cassazione, è partita la gara a chi spargesse più indignazione e mostrasse solidarietà, imho molto, ma molto pelosa, verso le donne.

Era tutto un fiorire di messaggi indignati, messaggi o basati solo sul titolo dell’articolo e non sul suo contenuto, e di messaggi che prendevano quel titolo come pretesto per le solite lagne sulla “rape culture”.

Adesso che il classico webete analfabeta funzionale faccia polemiche su di un titolo che a malapena capisce me lo aspetto e lo trovo anche abbastanza scontato. Che lo faccia uno che si reputa progressista colto ed intelligente invece lo trovo abbastanza penoso, soprattutto quando, dopo la smentita e le precisazioni su cosa avesse realmente stabilito la cassazione, cerca di svicolare tirando fuori cose che non c’entrano poco o niente come la condizione femminile in italia e la cultura dello stupro.

Poi che lo faccia un politico invece lo trovo estremamente grave; anche perché trovo sia abbastanza ipocrita lamentarsi dell’ignoranza e del fatto che i politici della parte avversa preferiscano urlare  per stuzzicare la pancia della gggente arrivando anche ad ignorare la realtà, per poi comportarsi esattamente allo stesso modo ovvero urlando per soddisfare l’indignazione montante e farsi vedere bravi bravi a capo delle proteste.

La notizia sulla sentenza della cassazione era una buona bufala; un 90% di verità e un 10% di omissioni che hanno spinto molti a fraintendere ed a leggere non quello che era scritto, realmente, nell’articolo ma quello che si voleva  che si leggesse e capisse.

che conclusioni si possono trarre dalla vicenda:

  • che per manipolare non servono balle clamorose: “nei vaccini trovato uranio, plutonio, dilitio, feti di klingon e midi-chlorian del lato oscuro”, basta una verità leggermente alterata: “i vaccini contengono DHMO“.
  • Che se la balla è funzionale molti ci cascano perché ci vogliono cascare e “sospendono l’incredulità” accodandosi alla massa invece di esercitare il pensiero critico.
  • Che certi media da una parte fanno fuoco e fiamme contro le fake news a sfavore ma d’altra parte non hanno alcuna remora a fabbricarne loro se funzionali ai loro scopi, che potrebbe anche essere un pugno di click in più.

Creare razzismo how to /8

Sinceramente penso che questo articolo sia una zappa sui piedi niente male e che dimostri, inequivocabilmente, che le buone intenzioni siano ottime per lastricare la strada verso l’inferno

Sorgente: Spataro: “Nuove direttive contro l’odio razziale” – La Stampa

«Se un barcone di immigrati attraccasse ai Murazzi, nessuno potrebbe vietare alle persone a bordo di scendere. Non si può respingere in mare gli immigrati e non vagliare la loro richiesta di status di rifugiato politico. Se accadesse il contrario, tale comportamento sarebbe oggetto di una nostra indagine» parla così il procuratore capo di Torino, Armando Spataro,

Il governo ha negato l’approdo. Si abbia allora il coraggio di aprire un’indagine od di presentare una denuncia motivata e di indagare, altrimenti si sta discutendo solo di aria fritta.

a margine della presentazione delle nuove direttive «per un più efficace contrasto dei reati motivati da ragione di odio razziale e discriminazione etnico-religiosa, nonché per una più rapida trattazione degli affari dell’immigrazione, tra cui le procedure per il riconoscimento di protezione internazionale e altre forme di tutela umanitaria, nel rispetto dei diritti fondamentali delle persone».

Mi sembra una invasione di campo dove la procura si mette a fare il lavoro del governo e del parlamento. Occhio però che se la magistratura si mette a fare il lavoro del governo poi non ci si stupisca se il parlamento ed il governo si mettono a istituire processi e pronunciare sentenze [1] (commissioni di indagine parlamentare)

Evitare, per quanto possibile, l’archiviazione di fascicoli aperti su episodi di violenza, anche soltanto verbale, a sfondo razziale, nei confronti di cittadini stranieri. Anche quando le vittime non abbiano riportato gravi conseguenze dalle stesse aggressioni.

Cioè se Tizio, bianco, da dello “stronzo” a Ahmed, nero, l’indagine deve andare avanti mentre se Tizio bianco da dello “stronzo” a Caio bianco si archivia tutto e morto lì?
E l’articolo 3 della costituzione?

Questa è una cosa pericolosissima; si sta mettendo nero su bianco che ci sono persone più uguali di altre. Si sta demolendo l’articolo 3 della costituzione. E se l’articolo 3 non vale per Ahmed nel bene (la causa contro Tizio) perché dovrebbe tornare in vigore nel male?

Cosa si risponderà a Caio che non si sente protetto dalla legge per le vessazioni di Tizio e contemporaneamente vede che Ahmed è coccolatissimo dalla legge?

Mi sembra un comportamento alquanto grave.

Gli intellettuali, i migliori supporter di Salvini.

La sx italiana sta facendo lo stesso errore che quella statunitense ha fatto con trump. Pensando di contrastarlo mostrandosi puri più puri finiscono a rinforzare il suo messaggio e a dargli ragione portando molti indecisi a votare per lui.

Prendiamo la questione dei migranti; protestare che Salvini chiude i porti, che lotta contro i migranti è il miglior modo per mostrare che Salvini sta mantenendo le promesse elettorali di bloccare l’immigrazione clandestina e gli scafisti.

In pratica

-> Salvini promette: “farò A”

-> I criceti: “è uno scandalo, salvini sta facendo A, salvini non deve fare A, protestiamo, magliette rosse, i pampini, nessuno pensa ai pampini…”

Vedendo questo circo, uno che ha votato Salvini perché facesse A come si sentirebbe? più triste o più contento?

Aggiungiamo un altra cosa: Salvini propone, cazzate ma dice qualcosa. Gli oppositori stanno facendo proteste ma non proposte, perché alla prima proposta la santa alleanza anti salvini si spaccherebbe in mille distinguo e durerebbe quanto un ghiacciolo in un altoforno.

Tornando alla questione migranti; immaginate di essere un elettore indeciso e di pensare: “ok, salvini sbaglia”. ovviamente vi chiedereste cosa propone di fare l’opposizione; vi interesserebbe sapere se hanno intenzione di seguire la linea Minniti o la linea Boldrini o la linea Boeri o qualcos’altro. Quindi fate la domanda.

Peccato che non appena si risponde, in maniera ufficiale, a tale domanda, la coalizione si spacchi immediatamente in bande che si danno allegramente e vicendevolmente del fascista e del massimalista fra loro. Non possono dire niente di chiaro pena lo spaccarsi del fronte. La questione è simile a quella tante volte vista con berlusconi; Berlusconi prometteva A, e l’opposizione invece di promettere B, o non A, diceva di votare loro per non votare berlusconi. Una tattica elettorale efficacissima che ha permesso di far fuori berlusconi in soli 30 anni. Perché non replicarla con Salvini e i pentastellati?

Peccato che fra uno che dice stronzate ed il niente vince chi dice stronzate. E in tutto questo gli “intellettuali1” con i loro proclami 100% protesta 0% proposta contribuiscono a puntellare salvini e il governo.

Come avevo già scritto: un governo politico lo si può contrastare solo con efficaci controproposte politiche; serve politica, servono politici.


  1. o meglio i guru del loro ombelico incapaci di capire che stanno indicando una strategia politica suicida. Ma ovviamente loro non sbagliano mai e non si mettono mai in discussione, sono intellettuali mica pizza e fichi, e poi lamentarsi del popolo burino che preferisce giovannona coscialunga o l’esorciccio all’occhio della madre nella corazzata komtionkin porta sempre applausi di solidarietà al cineforum 

una pessima legge applicata a tutti è meglio di un’ottima legge applicata a cazzo.

Una cosa che mi diverte dei social è di come le persone non si rendano per niente conto delle loro incoerenze o meglio di come riescano a vivere bene il bipensiero orwelliano.

Adesso uno dei temi “caldi” son i 49 milioni che la lega dovrebbe rendere in forza di una sentenza della cassazione e su twitter è tutto un fiorire di messaggi che chiedono, agli honesti stellini, come mai stiano zitti.

Molti di quelli che chiedono dell’honestà agli stellini però non hanno alcuna remora a mandare post dove raccontano di come stiano comprando roba contraffatta dai venditori abusivi in spregio a Salvini ed al suo piano spiagge sicure.

Mi chiedo se e quanto siano consapevoli che la roba contraffatta serve ad arricchire la malavita che la produce, magari in spregio alle norme di sicurezza, ed evadendo il fisco così come viola le norme il venditore abusivo visto che la legge prevede una licenza per vendere e sta evadendo il fisco visto che i guadagni in nero per l’agenzia delle entrate non esistono.

Di fatto acquistare dagli abusivi significa, nella stragrande maggioranza dei casi, arricchire la malavita che vive alle loro spalle aiutandola a sfruttare e frodare il fisco. Stranamente se la stessa cosa la facesse un “antipatico” sarebbero i primi a far fuoco e fiamme.

Molti giustificano il loro comportamento con la storiella che son contro le moralmente1 ingiuste norme sulle spiagge e quindi è giusto violare la legge moralmente ingiusta. Motivazioni che mi sanno tanto di paraculismo, e che però fanno porre domande abbastanza interessanti:

  1. Se è giusto violare una legge moralmente ingiusta o non farla applicare; chi dovrebbe decidere quando una legge è “moralmente ingiusta”   ?
  2. Come si può giudicare se una legge è “moralmente ingiusta” ?

la chiave è la domanda due; in realtà non esiste un sistema per decidere se una legge sia o meno moralmente giusta a differenza del sistema per decidere se sia costituzionale o no. Dove sono scritte le norme “morali” di riferimento? Siccome la morale è personale, siamo sicuri che la morale della boldrini coincida con quella di salvini? Quindi la 2 altro non significa che chi deve decidere sulla “moralità” di una legge può decidere a suo arbitrio.

Il detto “dura lex sed lex”, la legge è dura ma è legge, deriva proprio dal fatto che con la legge delle 12 tavole, le norme erano scritte e i giudici dovevano giudicare basandosi su quanto scritto e non sulla loro morale. La legge sarebbe dovuta venire applicata con equità a tutti e non interpretata al momento a seconda dell’imputato; cosa che invece avviene se le decisioni invece di basarsi sulla norma si basano sulla morale.

Una legge basata sulla morale perde di equità; se Tizio decidesse di applicarla a Berto, venditore abusivo di gadget di salvini e di non applicarla a Ahmed, venditore abusivo di occhiali, Berto potrebbe, giustamente, lamentarsi della non equità della decisione di Tizio e considerare la legge come un arma e uno strumento di vessazione.

E se fai passare l’idea che la legge non sia un qualcosa che tutti devono rispettare ma uno strumento di vessazione che viene usato a seconda di come girano i coglioni a Tizio, stai distruggendo completamente il vivere civile.

Una riflessione di Uriel che condivido è

Non potete rompere la legge SOLO DAL LATO CHE VI FA COMODO, signori. Quando la rompete, non funziona piu’.

Se hai rotto la legge, l’hai rotta tutta, ed è ipocrita lagnarsi che anche Berto, Ulaf e Pierbachisio la stanno allegramente violando.

Se la legge sul commercio ambulante dei migranti è ritenuta “ingiusta” ci son gli strumenti legali per chiedere che venga abbrogata. Una legge non funzionale, si cambia o si abroga, non si aggira, perché se l’aggiri allora stai rompendo non solo quella singola legge ma tutte le leggi.

Mentre una pessima legge, ma applicata con equità non sfascia il vivere civile, sopratutto se la politica ha il coraggio di ammettere che è pessima e cerca, rimanendo nei limiti della legge, di migliorarla e correggerla.


  1. uso il termine “moralmente” perché se una legge sembra essere  in contrasto con altre norme o con la costituzione ci son tutti gli strumenti previsti dalla legge affinché chi di dovere valuti e decida se tale legge sia o meno ammissibile. Legge illegale è un controsenso logico. 

Che bello è tornato il nemicissimo

La prima impressione che ho avuto leggendo Rolling Stone è: hanno deciso di riciclare le idee dell’antiberlusconismo militante quando il bollino di “antiberlu DOC” era un fiore all’occhiello per ogni artista impegnato.

Peccato che quello fosse un gioco win-win: da una parte l’artista aveva un pubblico adorante che lo venerava e dall’altra il berlusco godeva quando artisti, comici, cantanti impedivano, prendendosi loro tutto il palco, che dall’opposizione arrivasse qualche idea politica sensata.

Cioè adesso se al comando dell’opposizione ci fosse un calenda, un boeri od un renzi, persone capaci di avanzare proposte politiche e con abbastanza buon senso da dire che la politica è sempre un compromesso fra ciò che si vuole e ciò che si può realisticamente fare, ci sarebbe il rischio che gli elettori si trovino a scegliere fra due proposte politiche.

Se invece dall’altra parte ci sono opinionisti e artisti come la lucarelli, balotelli o saviano, salvini può dormire fra tre guanciali. Cioè si prende per culo di maio e si propone come alternativa balotelli o la lucarelli? Siamo seri.

Moretti, Saviano1, Guzzanti2 e tanti altri artisti impegnati nell’antiberlusconismo hanno impedito da una parte che dalla Sx arrivasse qualche proposta sensata che non fosse un “morte al tiranno”, dall’altra hanno innescato, per la loro visibilità, la gara a chi era il più puro che epura. Gara che ha finito ad uccidere loro3, mica il berlusco.

Il loro capolavoro fu il governo prodi; il governo più berlusconiano della storia. Il doversi tenere stretti Mastella, la binetti, bertinotti, pecoraro scanio, la sinistra antagonista4 per non favorire berlusconi.

Beh la storia è nota: il governo tirò a campare due anni e poi tirò le cuoia. Alle successive elezioni sparì la sinistra

Sorgente: Noi non stiamo con Salvini. Da adesso chi tace è complice. | Rolling Stone Italia

Noi non stiamo con Salvini. Da adesso chi tace è complice.
A musicisti, attori, scrittori e figure legate allo showbiz e alla tv Rolling Stone ha chiesto se volevano prendere una posizione. Per una società aperta, moderna, libera e solidale.

(…)

Perciò abbiamo chiesto ad artisti e protagonisti della vita culturale italiana, che tante volte in questi anni abbiamo incrociato e raccontato. Di seguito i pensieri di quelli che condividono la necessità di lottare insieme perché l’Italia rimanga una società aperta, moderna, libera e solidale.

Rolling Stone

Seguono nomi.

Siccome che son cattivo sarei curioso poi di sapere quali reali pratiche di solidarietà hanno realmente attuato i firmatari. Ricordo capalbio; ok all’accoglienza basta che li debbano sopportare gli altri5.


  1. Ci fu qualche polemica quando si chiese a saviano come mai continuasse a pubblicare con mondadori; https://www.ilfattoquotidiano.it/2011/01/23/perche-saviano-non-lascia-mondadori/87971/ ma se sei un antiberlusconiano DOC con berlusconi puoi farci tutti gli inciucci che vuoi. 
  2. Beccata a pagare al madoff dei parioli i soldi per lo scudo fiscale… http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/lande-popolate-santi-imbecilli-guzzanti-tribunale-fa-ammenda-34978.htm 
  3. Franca Rame che dovette votare per tre volte il rifinanziamento delle missioni dell’afghanistan nonostante in campagna elettorale un suo slogan fu “fuori dall’afghanistan”. Venne “uccisa” dai suoi stessi elettori. 
  4. L’aula del senato intestata a Carlo Giuliani, che si prese una pallottola in testa mentre assaltava con un arma impropria una camionetta dei carabinieri. 
  5. https://www.corriere.it/cronache/17_agosto_02/capalbio-accordo-con-taglio-migranti-non-ne-arrivano-50-ma-15-5114bdce-7753-11e7-915b-446d26b9f5ab.shtml 

come aiutare il ragazzo che chiede l’euro del carrello

Ricordarsi che al povero ragazzo del carrello di quell’euro restano forse un paio di centesimi, perché il resto va al racket che ne mette uno ad ogni uscita di supermarket. Io ai “ragazzi del carrello” porto fuori bottiglie d’acqua fresca d’estate, e qualcosa da mangiare d’inverno. Almeno quello va proprio a loro, non a chi li sta sfruttando.

fonte: commento a questo articolo.

 

le ragazze della 4×400 e il razzismo

Twitter è pieno di foto delle ragazze della nazionale italiana della 4×400 che hanno vinto, ai giochi del mediterraneo, la medaglia d’oro.

La maggior parte delle condivisioni batte sul fatto che la loro vittoria sia uno spregio a Salvini, tanto che anche il nuovo grande intellettuale di riferimento della sinistra alternativa (G.I.R.S.A), ha scritto:

Ai #GiochidelMediterraneo oro italiano nella 4×400 grazie a Libania Grenot, Maria Benedicta Chigbolu, Ayomide Folorunso, Raphaela Lukudo. I loro sorrisi sono la risposta all’Italia razzista di Pontida. L’Italia multiculturale nata dal sogno repubblicano non verrà fermata.

Umilmente faccio notare alcune cose:

  1. I problemi con i barconi sono principalmente i problemi con i migranti che non hanno diritto allo status di rifugiato, persone che o diventano preda dei farabutti o diventano farabutti a loro volta. Con gli immigrati regolari mi sembra che non ci sia stato alcun problema.
  2. Toni Iwobi, il primo senatore negro, è stato eletto con la lega nord. Come mai lui, da molti che condividono le foto della 4×400, è stato bollato come lo “zio Tom”; troppo leghista per essere un negro integrato?
  3. Come al solito si mescolano immigrati regolari con rifugiati e clandestini. Un minestrone che danneggia soprattutto i regolari ed i rifugiati, perché va a loro stesso discapito.
  4. Sono di colore e sono integrate, ma l’italia è uno stato razzista che non vuole integrare. Son solo io a trovare leggermente contraddittorie tali affermazioni?
  5. Che la loro vittoria sia di spregio a salvini è un uomo di paglia; la lega non ha mai dichiarato di voler espellere tutti gli stranieri ma di lottare contro i clandestini. Quindi il mandare via tutti gli stranieri è una bufala bella e buona.
  6. L’italia ha vinto un sacco di medaglie d’oro; perché si parla solo della 4×400? fossero state bianche sarebbero finite in un trafiletto come tutte le altre discipline? E questo non è razzismo al contrario (ovvero razzismo bello e buono)?