Lucifero alto e luminoso nel cielo

Aiya Eärendil Elenion Ancalima!
[Tolkien]

Stamattina mi è toccato uscire prima dell’alba per andare ad un trekking con amici. Devo dire che vedere Lucifero1 alto e luminoso nel cielo è stato un bellissimo spettacolo


  1. o stella dell’alba, uno dei due nomi del pianeta Venere, l’altro è Vespero la stella della sera. 
Annunci

Coerenza

Bigiare la scuola per andare in giro con un cartello con la frase di gramsci

Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra intelligenza.

 

Modello Riace?

Nelle infinite polemiche sui migranti si è inserita anche la discussione sul modello Riace di accoglienza; ovvero l’utilizzare i migranti per ripopolare e rivitalizzare borghi in fase di spopolamento.

Per curiosità mi son un poco informato sulla rete e devo dire che gli articoli non mi hanno chiarito molto; la vicenda che a me interessa chiarire è:

il modello Riace è un modello virtuoso di accoglienza che è riuscito a diventare un “volano” per l’economia locale generando più valore rispetto ai fondi usati per costruirlo oppure si è trattato solo di un pretesto per spendere soldi pubblici?

Chiarisco con un esempio; ho un milione di euro; se lo investo in corsi di pesca e acquisto di attrezzature da pesca per i migranti, poi mi aspetto che i beneficiari dell’investimento siano capaci di pescare da soli e non vengano più a chiedere di comprare del pesce per loro. Se invece lo spendo per far portare il pesce ogni giorno farò certamente molto felici le pescherie locali ma, una volta finiti i soldi, si è certi che il problema della mancanza di pesce si ripresenterà. Peggio se offro “pesce gratis” attirerò tanti che vengono a reclamare la loro porzione.

Quindi terra terra quello che vorrei sapere è: a Riace i migranti hanno imparato a pescare e procurarsi il pesce da soli oppure il modello ha funzionato solo perché c’era qualcuno che saldava il conto della pescheria?

Diciotti, sequestro di persona, o fumo negli occhi?

Sinceramente ho l’impressione che la vicenda alla fine porterà più giovamento a Salvini che altro. L’ipotesi di “sequestro di persona e privazione della libertà” è abbastanza campata per aria; piaccia o meno sulla nave non ci sono persone con i documenti in regola e regolari visti di entrata.

Lo stato italiano ha tutto il diritto di trattenerli in strutture controllate fino a quando non vengono correttamente identificati. Ritenere che quello della diciotti sia sequestro di persona significa far ritenere che anche la detenzione nei centri di identificazione, i così detti centri di prima accoglienza, lo sia.

Imho solo un “faccite ammuina” per dar qualche segno di vita.

sulle selezioni per i programmi televisivi.

un esempio abbastanza evidente del detto “la pezza è peggio del buco”.

fonte: http://www.unionesarda.it/articolo/spettacoli/2018/08/20/sky-scarica-asia-argento-via-da-x-factor-se-le-notizie-sono-confe-7-760521.html

L’emittente satellitare ribadisce inoltre che “Asia Argento non è stata scelta come giudice di X Factor Italia per il suo impegno nella campagna #MeToo né per le sue posizioni personali, bensì – come è sempre avvenuto per i giudici di X Factor – per le sue competenze musicali e la sua capacità di gestire un ruolo televisivo in un programma di questo tipo. Competenze e capacità ampiamente confermate durante le puntate di audizioni registrate nelle scorse settimane”.

d’altronde è noto che John Holmes veniva scelto dai registi per il suo sguardo magnetico e la sua capacità di immedesimazione nel personaggio…

Non possiamo aspettare i tempi della giustizia…

Sinceramente mi fa ridere che adesso molti pur di dar contro al governo gialloverde si mostrino scandalizzati della frase “non possiamo aspettare i tempi della giustizia…”

Fossero stati garantisti avrebbero avuto il mio plauso ed il mio sostegno ma molti che adesso si stracciano le vesti dov’erano quando Fausto Brizzi veniva processato e condannato a mezzo social? Quando per qualunque politico “inquisito” veniva spacciato per “condannato certo” anticipando tutti gli effetti della condanna; condanna che poi magari neppure arrivava perché “il fatto non sussiste”?

Se c’è una cosa che considero peggio dei forcaioli sono i forcaioli falso-garantisti, gente che, siccome si comporta come una porta logica NOT collegata a cascata con il dima o salveeny, se Bibi e Bobo fanno i forcaioli immediatamente passano alla modalità garantista. Se i due avessero invece dichiarato che bisognava aspettare le indagini prima di condannare invece sarebbero scesi in piazza a chiedere un paio di teste senza inutili lacci e lacciuoli burocratici come i processi.

E dovrei considerarli alternative credibili ai gialloverdi?

 

shitstorm sul web…

fonte: http://veronasettegiorni.it/cronaca/bambini-affogati-lucarelli-contro-maggia/

Bambini affogati Lucarelli contro Maggia. La psicologa: “Annegati o meno v*********o… Se fossero rimasti a casa non sarebbero morti” e il web si indigna. (…)

Maggia contro l’articolo del Messaggero
Dopo le terribili immagini di bambini deceduti in mare la psicologa e scrittrice veronese Alessandra Maggia ha affermato sul web che si tratterebbe unicamente di una farsa, asserendo che quei corpi sono asciutti, che sono unicamente “bambolotti del c***o”. (…)

Lucarelli all’attacco
L’opinionista e scrittrice Selvaggia Lucarelli non apprezza i commenti della psicologa e con qualche screenshot e un collage porta alla luce del sole di Facebook l’umanità della donna, le sue opinioni. Il web indignato si è scatenato contro Maggia che in 20 minuto ha chiuso ogni profilo social. Forse per evitare il linciaggio?

fonte: http://espresso.repubblica.it/attualita/2018/07/03/news/hanno-aizzato-un-cane-contro-un-ambulante-nero-sulla-spiaggia-e-tutti-applaudivano-1.324543

(…)Un breve racconto che Simona ha consegnato al suo profilo Facebook ed è finito su centinaia di bacheche. Una diffusione che però le ha attirato contro decine di messaggi terribili, con minacce esplicite alla sua persona. E che l’hanno costretta a rimuovere quel post dai social network, per paura della propria incolumità e di quella della sua famiglia. (…)

Repentina redenzione di una multinazionale cattiva.

C’era una volta una multinazionale ammerrigana i cui “affari principali” erano la vendita di bevande gassate piene di zuccheri…

Non aveva sempre comportamenti cristallini e quindi il boicottarla era considerata, dalle persone acculturate, buone, belle ed intelligenti una azione giusta e meritoria.
https://www.google.it/search?q=boicottare+coca+cola&spell=1&sa=X&ved=0ahUKEwif7b2ZqYDcAhUkuaQKHXQQCsIQBQglKAA&biw=1920&bih=1018

Ma un bel giorno il Sauron di pontida, polemizzò con tale multinazionale per una sua sponsorizzazione.

Da quel giorno tale multinazionale divenne bella buona e santa e i suoi prodotti divennero repentinamente bevande dolci e dissetanti e tutti quelli che fino al giorno prima manifestavano per boicottarla iniziarono a dire quanto buoni fossero i suoi prodotti. E chi boicotta è solo perché è un gretto bifolco e razzista.


Io mi chiedo, seriamente, cosa potrebbe succedere se il Sauron di pontida dovesse, pubblicamente accusare il Sauron di Arcore ovvero dire che il fascismo era una vera merda…

 

e niente, proprio non riescono a capirlo

Dopo una botta è normale essere un poco suonati. Ma se vuoi convincere devi essere capace di rialzarti subito.

Invece il PD si sta lanciando in azioni autolesioniste da far sembrare i libri di Sacher-Masoch innocui testi di giardinaggio.

Prendiamo ad esempio il post di Martina:

Immediata la replica di Martina [ad un tweet di Calenda NdR], intervenuto al programma Circo Massimo su Radio Capital: “Sono d’accordo con il lavoro di cambiamento complessivo, non sono d’accordo nel superare il Pd perché tutte le proposte, le più aperte possibili, devono avere un centro di riferimento. Credo nel lavoro di ricostruzione di un campo progressista, democratico di centrosinistra con un Partito democratico rinnovato al centro“.

una supercazzola che non spiega cosa cacchio sia un campo progressista democratico di centrosinistra e come si debba rinnovare al centro il PD (e magari un poco di scappellamento destroso come fosse antani che non guasta mai).

Il pensiero di una persona normale (o quasi) è: “non fate un BIP! di nulla ma avete fantasia nel come chiamarlo.” E dovrei votarvi solo per quello?

O il solito: la minoranza colta contro la maggioranza burina (post di un sostenitore del PD):

La fortuna di Salvini è che si vota con una X.
Se per rendere valida la scheda elettorale si dovesse inserire il risultato di un problema di terza elementare, Salvini sarebbe al 3%.

Anche qui una zappa sui piedi niente male; dopo che lo chiami bifolco ignorante, che probabilità c’è che chi ha votato stavolta salvini voti, la prossima volta per te? basse, molto basse. Fare la figura degli spocchiosi1 non ha mai pagato elettoralmente. Così come basare una campagna elettorale “contro”.

il “votate noi per non votare berlusconi” ha sempre fatto fiasco sempre. Idem “votate noi per non votare salvini/di maio”.

Cioè vi state comportando come quei difensori che giocano a fare palleggi artistici all’interno della propria area di rigore tentando dribbling azzardati e retropassaggi suicidi e che puntualmente finiscono a fornire palloni d’oro agli attaccanti avversari.

Terzo errore sono gli “intellettuali di riferimento” che son ottimi nella pars destruens ma inefficaci nella pars construens  ma chi vota vota soprattutto per la part construens solo che l’intellettuale spesso si mette in mezzo sia perché per lui è meglio “distruggere” l’avversario, sia perché nel “proporre” deve venire a patti con la realtà, cercare di coniugare il desiderato con il possibile. E pochi “distruttori” ci riescono e ne escono con le ossa sane.
Si può fare l’esempio di Franca Rame quando divenne senatrice dell’ulivo; il suo slogan era: “no alla guerra in afghanistan, voterò contro”. E poi si trovò costretta a votare a favore “per non far finire sotto il governo prodi”. Venne contestata a morte da chi l’aveva votata, gente che la considerava una ipocrita.

Spero si risveglino presto o che qualcuno con la testa ancora sulle spalle inizi a creare un vero partito “liberaldemocratico” che non abbia fra i suoi scopi un abbraccio suicida con la sinistra sinistrosa e che non si prostituisca agli intellettuali in cambio del loro sostegno finendo legato ai loro capricci ed alle loro fanfaronate.

 


  1. che poi gente che non capisce che una tattica politica e di comunicazione è suicida e continua testardamente a riproporla a me non da l’impressione dell’acculturato pronto a capire i propri errori e migliorarsi quanto quella del fanatico…