Strade – La particella elementare della sinistra

Ottimo articolo divulgativo di fisica teorica politica che spiega bene il nuovo modello teorico delle interazioni della sinistra. Roba da far sembrare le teorie sulle stringhe di Kaluza Klein in spazi a 26 dimensioni complicate tanto quanto la tabellina del 7. (hat tip Barbara)

Sorgente: Strade – La particella elementare della sinistra

Potere al Popolo si scinde, dicono che non trovano l’accordo per lo statuto, lo statuto si chiamava “statuto per tutte e per tutti”, ti so dire se no, insomma non si sono messi d’accordo e si scindono. E tu leggi la notizia, e pensi. Pensi a Guzzanti che fa Bertinotti. Pensi al Fronte popolare di Giudea. Poi pensi alla fisica subnucleare, perché questi continuano a scindersi, a scindersi sempre di più, ogni volta pensi che sia l’ultima e invece no, c’è sempre un livello successivo. Arriveranno a trovare la particella elementare della sinistra, pensi. Sono cose per cui devi avvertire l’INFN, non la commissione elettorale. (…)

Dunque, si pensi a una nuova particella elementare. Nuova ma anche antica, perché la storia del popolo eccetera.

Il nome. Per il nome bisognerà mettere ai voti. Le compagne e i compagni della sezione Gran Sasso propongono Sinistrone, in omaggio alla tradizione della sinistra italiana. Abbiamo la mozione internazionalista della sezione di Frascati per Leftone. La sezione di Legnaro propone Gauchino, per il Maggio francese. (…)

Secondo le nostre previsioni teoriche la particella sarà qualcosa di simile a un fermione, in quanto evidentemente soggetta al principio di esclusione di Pauli, non essendo fisicamente possibile per due particelle di sinistra elementare coesistere nel medesimo stato quantico, ma anche in due vicini si guarderanno storto. (…)

Annunci

Un test per capire quanto sei portato a discriminare le persone.

Siete il responsabile HR di una azienda.

C’è un posto vacante nella vostra azienda, il boss vi chiede di incontrare i quattro candidati selezionati e di scegliere chi assumere. I candidati sono:

  1. Anna, una donna bianca eterosessuale.
  2. Bruno, un uomo bianco omosessuale.
  3. Carlos, un uomo di colore eterosessuale.
  4. Diego, un uomo bianco eterosessuale in sedia a rotelle.

Chi assumete?

Risultati:

Se avete scelto Anna siete degli omofobi razzisti che discriminano i disabili. Dovete vergognarvi profondamente. Meritate la gogna sui social.

Se avete scelto Bruno siete dei misogini razzisti che discriminano i disabili. Dovete vergognarvi profondamente. Meritate la gogna sui social.

Se avete scelto Carlos siete dei misogni omofobi che discriminano i disabili. Dovete vergognarvi profondamente. Meritate la gogna sui social.

Se avete scelto Diego siete dei misogini omofobi e razzisti. Dovete vergognarvi profondamente. Meritate la gogna sui social.

Se non avete voluto scegliere siete solo dei misogini omofobi razzisti che discriminano i disabili. Dovete vergognarvi profondamente. Meritate la gogna sui social.

Se ne avete voluto assumere più di uno, siete un incompetente che ha causato il dissesto finanziario dell’azienda causando il licenziamento di tutti i dipendenti. Molto probabilmente l’avete fatto solo perché siete dei misogini omofobi razzisti che discriminano i disabili e che odiano le aziende multiculturali equosolidali antidiscriminazione e le vogliono far fallire. Dovete vergognarvi profondamente. Meritate la gogna sui social.

Citazioni dal vangelo

visto che è di moda citare passi del vangelo per invitare le persone a comportarsi in maniera cristiana, partecipo anche io al contest

Matteo 6,1-4
1 Guardatevi dal praticare le vostre buone opere davanti agli uomini per essere da loro ammirati, altrimenti non avrete ricompensa presso il Padre vostro che è nei cieli. 2 Quando dunque fai l’elemosina, non suonare la tromba davanti a te, come fanno gli ipocriti nelle sinagoghe e nelle strade per essere lodati dagli uomini. In verità vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. 3 Quando invece tu fai l’elemosina, non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, 4 perché la tua elemosina resti segreta; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.

Marco 10, 19-22
19 Tu conosci i comandamenti: “Non commettere adulterio. Non uccidere. Non rubare. Non dire falsa testimonianza. Non frodare. Onora tuo padre e tua madre”». 20 Ed egli, rispondendo, gli disse: «Maestro, tutte queste cose le ho osservate fin dalla mia fanciullezza». 21 Allora Gesù, fissandolo nel volto, l’amò e gli disse: «Una cosa ti manca; va’, vendi tutto quello che hai1 e dallo ai poveri, e avrai un tesoro nel cielo; poi vieni, prendi la tua croce e seguimi». 22 Ma egli, rattristatosi per quella parola, se ne andò dolente, perché aveva molti beni.


  1. che hai, non gli ha detto di andare nella foresta di sherwood per rapinare i ricchi e dare il ricavato ai poveri; quello è un altro film

Modulistica per la richiesta del reddito di cittadinanza

Viste le richieste pervenute metto a disposizione la modulistica per ottenere il reddito di cittadinanza. Inoltre ricordo che ai primi 50 richiedenti oltre al reddito verrà consegnata in omaggio una biowashball autografata di persona da Luigi Di Maio.

Modello MQTP/2018 da compilare e spedire all’uffico delocalizzato, Joulupukki, Joulupukin Pääposti, FI-96930 Napapiiri, Finlandia alla cortese attenzione del dott. Santa Claudio direttore del dipartimento doni a bimbi buoni).

Modelli inps: (NGTF/01 per iban del circuito maestro mastercard) – (VISA/5s per iban del circuito visa/visa electron)

vanno compilati e consegnati al C.S.M. della azienda sanitaria di riferimento.

Per assistenza all’accredito, informazioni o chiarimenti si può contattare gigino@presidenza.gov.it.

 

PS
Articolo ironico ed umoristico.

Risposta automatica telefonica di un famoso Istituto Psichiatrico

Risposta automatica telefonica di un famoso Istituto Psichiatrico:
“Grazie per aver chiamato l’Istituto Psichiatrico di Salute Mentale:
Se lei è ossesso-convulsivo, prema ripetutamente fino allo spasmo il tasto 1.
Se lei è affetto di personalità multipla, prema i tasti 2, 3, 4, 5 e 6.
Se lei è paranoico, sappiamo già chi è lei, cosa fa nella vita e sappiamo cosa vuole, quindi rimanga in linea, finchè non rintracciamo la sua chiamata.
Se lei soffre di allucinazioni, prema il tasto 7 nel telefono rosa gigante che lei (e solo lei) vede alla sua destra.
Se lei è schizofrenico, chieda al suo amico immaginario di premere il tasto 8 per lei.
Se lei soffre di depressione, non importa quale numero prema, tanto non c’è niente da fare, il suo caso è disperato e non ha cura.
Se lei soffre di amnesia, prema 9 e ripeta a voce alta il suo nome, cognome, numero di telefono di casa e del cellulare, indirizzo e-mail, numero di conto corrente, codice bancomat, data di nascita, luogo di nascita, stato civile e cognome da nubile di sua madre.
Se lei soffre di indecisione, lasci il messaggio dopo il bip …oppure prima del bip … o durante il bip, insomma scelga lei.
Se lei soffre di amnesie temporanee di breve durata, prema 0.
Se lei soffre di amnesie temporanee di breve durata, prema 0.
Se lei soffre di amnesie temporanee di breve durata, prema 0.
Se lei soffre di avarizia ossessiva, attenzione, riattacchi subito, questa telefonata è a pagamento a 500 euro al secondo.
Se lei soffre di autostima bassa, per favore riagganci, poiché tutti i nostri operatori sono impegnati a parlare con persone molto più importanti di lei.
Se lei è uno degli italiani che desidera il reddito di cittadinanza riagganci, si fotta e aspetti il 2023. Qui curiamo “pazzi” e non “coglioni”.
“Grazie per aver chiamato” !!!

Elaborazione da: http://www.drzap.it/TELEFONI.htm

Kekistan, meme, trollaggi e sinistra

Stavo leggendo la risposta piccata di radio popolare agli articoli che l’accusano di essere cascata mani e piedi nella trollata della bandiera del kekistan alle manifestazioni di Salvini. Un articolo ove in pratica si dice che: siccome la bandiera del kekistan compare assieme alle bandiere neonaziste allora, “per simpatia”, la bandiera è neonazista.

Nell’articolo spieghiamo di cosa si tratti: uno stato immaginario, un’immagine diffusa su internet e utilizzata dalla destra radicale e suprematista statunitense. (…)

La bandiera simil nazista del Kekistan, assieme ad altri segni di riconoscimento esibiti dai ragazzi in piazza Duomo come ‘Pepe The Frog’ non sarebbero altro che simbologia creata per prendere in giro la sinistra che vede fascisti ovunque.

In realtà, non è così.

L’intento canzonatorio è un elemento della comunicazione di questi gruppi ma il contesto è quello della destra radicale. (…)

“Dal mio punto di vista, l’attuale identità della Alt-Right origina dalla cultura dei meme e del trolling che vide la luce su 4chan negli anni 2000 – scrive Anglin sul Daily Stormer – dove le moderne tecniche di trollaggio hanno avuto origine”.

Bandiere del Kekistan sono comparse tra i suprematisti bianchi a Charlottesville, e in altri raduni della destra estrema e radicale in tutti gli Stati Uniti a partire dal 2016.

Seguono immagini di bandiere dei raduni dell’alt-right ove si vede anche la bandiera del kekistan (N.d.R.)

Che dire? a sinistra non son capaci di riconoscere l’ironia e il sarcasmo neppure se gli viene evidenziato con un cartello.  Quando ho letto l’articolo sulla presenza delle bandiere ho pensato alla “trollata” di Bellotti che andò, vestito da nazista dell’illinois, ad un raduno di sentinelle in piedi.

Qualcuno avrà pensato che Bellotti è una convinta sentinella in piedi (oltre che neonazista) e che chaplin, il primo ad indossare la divisa di Bellotti, era una sentinella in piedi.

 

grande-dittatore-si-traveste-contro-protesta-protesta-bergamo-giampietro-belotti
Che ci siano cascati con entrambi i piedi nella trollata è dimostrato anche da questa altra parte dell’articolo:

A portare la bandiera del Kekistan in piazza non è stato un simpatico troll nerd che voleva smascherare chissà quale complotto dei media, ma un attivista della Lega di Lucca.

Il responsabile web, come da lui dichiarato su Facebook.

Un fan sfegatato di Salvini, uno che ha applaudito alla scelta di levare la parola Nord dal simbolo leghista: “cambiare è un segno di coraggio, e nessuno sulla scena politica Italiana attuale ha il coraggio di Matteo Salvini, a cui va la mia massima stima politica e personale. Questo è il nostro nuovo simbolo, da Nord a Sud; ora dritti alle elezioni politiche che c’è un paese da salvare” ha scritto il ragazzo sulla sua pagina Facebook a dicembre 2017 salutando con felicità il mutamento antropologico della Lega. Non abbiamo usato a caso questa espressione.

Si chiama Augusto Casali e gestisce una pagina Facebook con quasi 6.000 seguaci che si chiama “Dio Imperatore Salvini”, riprendendo quella dedicata a Donald Trump, “God Emperor Trump(1)”.

La pagina God Emperor Trump è una pagina satirica su trump ove viene perculato stile “chuck norris facts”. Faccio notare la narrazione bene contro male; chi ha perculato non è un semplice burlone ma uno che condivide le idee politiche di Salvini quindi ipso facto un nazileghista.

Cosa si impara da queste vicende?

  1. Che la sinistra oramai ha perso il senso dell’umorismo è si è rinchiusa nella gabbia dei rancorosi e livorosi moralmente superiori che, affranti dalla serietà, non riescono più a farsi una razzo di risata. Peccato perché fra le mie letture più divertenti ricordo “Cuore” o qualche fumetto “politically scorrect” di totem. La perculata, del democristiano, era una delle armi migliori del PD. Adesso invece i comici e i satirici son stati sostituiti da compagini lanciatori di merda contro il ventilatore.
  2. Che non son capaci di ammettere di avere sbagliato, se sbagliano non è colpa loro ma del grande gombloddo globale. Troppa permalosità, troppo essere convinti di partecipare ad un Ragnarok con le forze del bene contro quelle del male.
  3. Che questa armatura di seriosità, di livore ti rende vulnerabilissimo agli attacchi “perculata”, e sia Grillo (un comico) che Berlusconi che ha buoni comici al suo servizio, son capaci di usare tale attacco con efficacia.

 

Umorismo di Sinistra Umorismo di Destra
 

(1): Titolo di Leto II Atreides, il “Dio Verme di Dune” https://it.wikipedia.org/wiki/Leto_Atreides_II. Quando si parla di ironia sottile.

In america fanno ironia sulle nostre elezioni, e allora?

Su FB un mio contatto ha segnalato questo filmato

ove il comico ironizza sulle elezioni italiane e sulle pagliacciate fatte dai nostri candidati.

Io non riesco a capire dove sia lo scandalo o cosa ci sia da vergognarsi; che salvini oramai sia un pagliaccio, che berlusconi sia diventato oramai Andreotti 2.0 è sotto gli occhi di tutti, che gli stellini viaggino di gaffes in gaffes e che a sx litighino su chi è il più puro che deve epurare gli altri, son cose vere e sulle quali ci ironizziamo pesantemente per primi noi stessi. Cosa c’è di male se un comico riprende le nostre barzellette? Noi italiani non abbiamo fatto lo stesso durante le elezioni ammeriggane? Ricordo di aver visto un sacco di gente che condivideva battutine ed articoli scandalizzati su Trump, qualcuno anche su Hilary, la Boldrini americana, quindi se noi abbiamo ironizzato su di loro cosa c’è di male se “ricambiano il favore”?

Da fastidio che ironizzino sulla qualità dei nostri politici? Beh direi che gli americani in quel campo hanno poco da vantarsi; a sentire i leftard il potus è un mix di Berlusconi, Salvini, Di Maio in versione extralusso. La sfidante invece è descritta benissimo dalla battuta: “Sei così imbecille che se facessero le Olimpiadi degli Imbecilli tu arriveresti secondo. Come, perché? Perché sei imbecille! (cit.)“. Non parliamo poi degli effetti dell’abbronzato, nobel per la pace, e dei vari casini (Siria, Libia, primavere arabe…) lasciati in giro per il mondo. Proprio gente che può permettersi di stare in cattedra a pontificare.

Quello che vedo nel fastidio per quel filmato è il solito provincialismo di chi vive ossessionato da quello che i vicini possano pensare di lui. Che non vive per paura del giudizio altrui. Oppure sta scadendo nel solito vizio italiano di voler arruolare a tutti i costi lavandaie estere per il lavaggio dei panni sporchi domestici. Ovvero arruolare i leader esteri per le beghe di cortile. Occhio che in quel campo nessuno è buon samaritano e ognuno mira al proprio tornaconto. La storia delle signorie mangiate perché a furia di chiedere l’aiuto del papa o del re di francia o dell’imperatore per le beghe di cortile ha fatto sì che papa, re di francia ed imperatore alla fine se le mangiassero, non ha insegnato molto.

Quindi ripeto la domanda; di cosa mi dovrei vergognare?