14 pensieri su “Risultato elettorale

  1. Situazione ingarbugliata ma poi neanche troppo, e se in apparenza al momento non c’è governo fattibile, sono quasi certo che alla fine dopo aver “chiuso l’esperienza Renzi” e per “puro senso di responsabilità verso gli italiani” PD Leu e deputati/senatori sparsi vari saranno ben disposti a governare col m5s, come da augurio di Emiliano, quanto al centrodestra la loro è una vittoria di Pirro, resteranno fuori dai giochi forse già a partire dai presidenti di camera e senato come è già accaduto con Grasso e la Boldrini, sono loro i veri sconfitti di queste elezioni.
    Si vedrà per ora noto qua e là lacrime spese sopra la povera Italia diventata così razzista e cattiva, come dire che qualcuno non ha capito un accidente del perché di certi risultati, anzi che non ha capito nulla del casino sociale che sta per venire e temo che ci sarà da “ballare” ma non perché i buoni hanno perso e i cattivi vinto, ma perché la situazione sociale sta per volgere al peggio e nessuno ha neanche i mezzi e la voglia di capirlo.
    Poi magari scrivo tutte colossali cazzate del resto questi sono solo i miei 5 centesimi.

    "Mi piace"

    • Se lo fanno semplicemente si suicidano. Dopo aver imbastito una campagna sul “dagli al fascista/dagli allo stellino” dovrebbero andarci d’amore e d’accordo? Difficile, considerando anche che nel CSX è pieno di emuli di dalema pronti a pugnalare alle spalle chiunque per un poco di potere interno.
      Sarebbe un governo fragilissimo che, al primo colpo di tosse, casca. Anche perché i cespugli avrebbero un fortissimo potere di coalizione (aka o mi accontenti nei miei capricci o sfascio tutto).
      Il csx nel 2006 finì male a causa dei tanti penultimatum dei cespugli che volevano visibilità a tutti i costi. Dubito che casaleggio voglia ripetere tale esperienza catastrofica.

      "Mi piace"

  2. Secondo logica e coerenza dovrebbe essere impossibile ogni accordo di quel tipo però, c’è un Renzi che si dimette, ma dopo, giusto il tempo di impedire ogni possibile accordo con i 5s e subito risponde uno Zanda che dice che no, quando ci si dimette lo si fa per bene da subito non in modo posticipato, poi per puro caso parla anche Calenda e tra le varie cose sottolinea -no accordi con quelli là-.
    Se vogliamo possiamo credere che si parli solo di questioni di forma ed etichetta o come qualcuno dice di difesa verso Mattarella, oppure non si può pensare che ci sia una parte del centrosinistra che vuole levarsi di torno Renzi subito per correre in soccorso dei vincitori stellati e, un’altra che invece in piena linea dura e pura dice niet.
    Fantascienza? Forse però anche prima in tempi non sospetti l’ipotesi di mettersi con i 5S era una possibilità, lo era per Emiliano come lo era per Grasso, quindi perché alla fine “per il bene della nazione” non farlo?
    Certo durante le elezioni hanno detto il contrario e sparso letame ma quello era il centrosinistra, o meglio, il PD di Renzi, messolo da parte e in fretta le cose cambierebbero, certo il PD forse tirerebbe le cuoia, ma “la nuova sinistra rifondata e anti-renziana” potrebbe benissimo rinnegare il passato e accorgersi che in fondo appoggiare i 5S è la cosa migliore perché, così si da un governo al paese, lo si salva da eventuali operazioni degli speculatori finanziari, si hanno valori in comune e sopratutto, si sbarra il cammino all’ultradestra razzista xenofoba fascistonazista.
    La carta “allarme fascista” torna sempre utile, e sono sicuro che molti della base approverebbero entusiasti questo sacrificio istituzionale.
    Poi potrebbe benissimo non essere un insieme di cespugli ma un nuovo raggruppamento di responsabili de sinistra con nuovo nome, che so “la nuova sinistra” magari con l’aggiunta sottintesa per prendere le distanze dal passato “nuova gestione”, e la cosa potrebbe andar bene ai 5S i quali in caso di problemi non ci penserebbero un secondo a far cadere il governo.
    Perché in ogni caso non sarebbe mai colpa loro, anzi a loro potrebbe andar bene perfino un breve tentativo per poi tornare alle elezioni e dire -Visto? Ci abbiamo provato ma ci servono più voti che altrimenti non governiamo-.
    Nel 2006 non c’era una forza come i 5s che si può permettere di mandare all’aria il tavolo e dire rigiochiamo.
    Certo è solo fantapolitica, ma è pur sempre una possibilità.

    "Mi piace"

      • Nel 2006-2008 il governo dell’ulivo fece le peggiori Berlusconate e la scusa maestra era che le faceva per non farle fare all’originale. La logica dell’emergenza è sempre stata utile a sx per far mandar giù agli elettori rospi grossi come brontosauri.

        "Mi piace"

    • lo scenario è interessante; penso che le forze politiche in questa fase abbiano come priorità il non sputtanarsi troppo visto che oggi pochi punterebbero su una legislatura di 5 anni. Il rischio di pugnalatori alle spalle pronti a presentarsi come i salvatori della nazione che mirino a staccare una fetta di elettorato ai propri alleati non sarebbe trascurabile. Csx e Cdx ci son già passati, vedi LeU oggi o i capricci di Fini e Casini ieri.

      La situazione è interessante. E non abbiamo neppure il paracadute “tedesco” della sfiducia costruttiva.

      "Mi piace"

  3. Intanto, prima di fare previsioni, direi che bisogna vedere cosa succede coi grillini che dovrebbero andarsene per la storia dei rimborsi e per altre “impresentabilità” varie.
    Primo: quanti sono.
    Secondo: se qualcuno presenterà le dimissioni (e se il Parlamento le accetterà.
    Terzo: dove andranno (e non è detto che sia nel Misto).

    "Mi piace"

      • Verissimo. Ma io mi riferisco alla loro importanza (che sarà notevole) nella formazione del primo governo della legislatura, non a quello che succederà dopo, a come si comporteranno in seguito.

        "Mi piace"

        • Non so quanto possa essere appetibile uno pronto a pugnalarti alle spalle appena cambia poco poco il vento.
          Io penso che chi fallisce a questo giro poi finirà crocefisso dai suoi.
          Comunque hai ragione che per capire cosa succede occorre aspettare alla proclamazione degli eletti e vedere cosa faranno. La prima prova saranno le elezioni dei presidenti.

          PS
          già qualche grillino espulso sta rimangiandosi la promessa di rinunciare alla proclamazione, e vai di mercato delle vacche.

          "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.