Migranti, quello che gli “illuminati” non capiscono | Fondazione Luigi Einaudi Onlus

Magistrale articolo di Luca Ricolfi, una delle menti “di sinistra” più lucide e razionali. Magari se ci si fosse affidato a lui ed a gente come lui invece di correre dietro alle sirene dei pVeggiattissimi intellettuali con tutte le risposte come Roberto Saviano, Laura Boldrini o Mario Balottelli1.

Sorgente: Migranti, quello che gli “illuminati” non capiscono | Fondazione Luigi Einaudi Onlus

(…) Vogliamo fare un piccolo ripasso? Su 100 richiedenti asilo solo 7 hanno diritto alto status di rifugiato (in base alla convenzione di Ginevra). Dei restanti 93, una minoranza ottiene altre forme, più o meno temporanee, di protezione “sussidiaria” o “umanitaria”, ma tutti gli altri, circa il 60% dei richiedenti asilo, entrano in una sorta di terra di nessuno, senza doveri nè diritti. Nessun organismo riconosce loro il diritto di stare in Italia, ma nessuno organismo (salvo casi eccezionali), è in grado di fargli rispettare il dovere di lasciare l’Italia. É per questo che gli sbarchi creano tanta inquietudine: si sa che la maggior parte di quanti entrano in Italia non ne hanno il diritto, ma si sa altrettanto bene una volta entrati, nessuno (nemmeno Salvini) sarà, in grado di riportarli indietro.

Qualcuno può stupirsi se, con questo sistema, abbiamo accumulato circa mezzo milione (nessuno conosce la cifra esatta) di stranieri irregolari, che come un fiume carsico riemergono nelle due forme fondamentali del dramma migratorio: come manovalanza della criminalità organizzata (gli stranieri irregolari delinquono circa 30 volte di più degli italiani), e come forza lavoro iper-sfruttata, ai limiti della schiavitù, nelle campagne del Mezzogiorno?

A questo spettacolo, già desolante di per sè, all’opinione pubblica non di rado se ne parano davanti agli occhi altri due, non meno inquietanti: quello dei richiedenti asilo che bighellonano con i loro telefonini in attesa che l’iter burocratico dell’accoglienza faccia il suo corso, e quello degli immigrati, spesso giovani, che chiedono l’elemosina per canto dei loro padroni (un business che a Torino, secondo le forze dell’ordine, a gestito dalla mafia nigeriana). nocciolo del problema migratorio è tutto il sacrosanto diritto di emigrare di chi fugge da guerre e persecuzioni (il 7% degli arrivi), si scontra con la circostanza che, su quel medesimo diritto, altri e ben più numerosi soggetti si appoggiano per esercitare aspirazioni (quella di trasferirsi e lavorare in un paese straniero) che sono appunto aspirazioni, più che legittime aspirazioni, ma non diritti.

 


  1. Essendo stato preso di mira da forza nuova e criticato, ovviamente solo perché piccolo e nero, Mario è stato assunto nell’empireo degli intellettuali impegnati (visto che ha anche il requisito economico). 

5 pensieri su “Migranti, quello che gli “illuminati” non capiscono | Fondazione Luigi Einaudi Onlus

  1. Ho un solo dubbio (ma adesso non ho tempo di verificare): che le missioni di soccorso siano partite dopo affondamenti drammatici e non prima (mi pare che mare Nostrum sia iniziata dopo il fallimento di Frontex e le ong siano arrivate dopo il fallimento di Triton). Tanto più chi obbliga la MM ad andare a recuperarli vicino alle coste libiche?

    "Mi piace"

    • In realtà Frontex non è fallita, visto che si tratta di un’agenzia e non di un’operazione.
      Mare Nostrum venne messa in piedi perché Frontex – e quindi la UE – non si muoveva.
      Poi Frontex si è mossa (male) e ha organizzato l’operazione Triton.
      In sostanza: Triton sta a Frontex come Mare Nostrum sta a Marina Militare Italiana.

      "Mi piace"

      • Chiarito questo, non sta né in cielo né in terra che la Marina Militare o chiunque altro debba andarli a recuperare (“recuperare” in che senso, poi?) vicino alle coste libiche: secondo il codice di navigazione, se qualcuno è in pericolo di vita, nel momento in cui arriva l’SOS o l’imbarcazione in pericolo viene avvistata, l’imbarcazione più vicina ha l’obbligo di soccorrere i naufraghi e di portarli fino al più vicino porto sicuro, PUNTO.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.