quanto vale un lavoratore?

Stavo seguendo nel blog di uriel le discussioni sul lavoro precario e sul lavoro come commodity. Sinceramente molti ragionamenti, fatti dai datori di lavoro, mi sembrano campati per aria come i ragionamenti sul software libero fatti dall’esaltato di turno: “il software libero è come il proprietario e puoi sostituire tranquillamente ed immediatamente(1) windows con linux (o office con open office, o Oracle con sqlLite… :-D) adesso.

Stessa cosa per i lavoratori, chi pensa che il lavoratore sia solo una materia prima, crede che i lavoratori, tutti, siano perfettamente interscambiabili come se fossero pneumatici o benzina; cosa ti vieta di far benzina al distributore della marca X che costa meno, invece che della marca Y più caro, montare pneumatici marca A più economici di quelli, con pari prestazioni di marca B, sbaglia e sbaglia di grosso e rischia alla grande di rimetterci un coulomb di soldi(2).

Riporto due messaggi che postai, a suo tempo, su punto informatico nei commenti sugli articoli di Cubasia.

quoto il pezzo interessante dall’articolo

Bene, avevamo ottenuto il nostro obiettivo, potevamo ricevere la nostra lauta ricompensa, ed, infatti, ricevetti come Bonus annuale una tantum 100 mila lire lorde !
Al mio capo non andò meglio. Successe cosi che nel giro di 15 giorni demmo le dimissioni, io, il mio capo e perfino il capo del mio capo!

A quel punto il responsabile della produzione mi contattò e mi fece una contro-offerta pazzesca per rimanere.

Che cosa era successo? Semplicemente che l’azienda si era fatta due calcoli ed aveva visto che darmi un aumento significativo (ma molto significativo) era comunque più conveniente che perdere un progetto con 12 persone (questo perché il cliente aveva posto come clausola o me o niente progetto).

se volete sapere quanto valete per l’azienda cercate di stimare, almeno ad occhiometro quanto costerebbe all’azienda sostituirvi, cercando di quantificare tutte le varie voci di spesa, considerando anche il tempo per trovare un sostituto e per addestrarlo, quanto pagherebbe per i ritardi con i clienti e cosa perderebbe (anche perdere la faccia anche se non è un costo vivo è un qualcosa che alla lunga causa perdite, se hai fama di inaffidabile pochi si fideranno di te.)
Così avrete chiaramente l’idea di quanto potete tirare la corda, e sopratutto non cercate di puntare su un solo cavallo, evitate anche voi di poter essere messi sotto ricatto, tenete i contatti e guardate continuamente gli annunci di lavoro, talvolta più che un: mi dimetto è più devastante un vado a lavorare da tizio.
Perchè la fama di tecnico competente è vostra e non della vostra azienda, perchè la vostra esperienza rimane a voi e ve la potete (e dovete) portare dietro.
http://punto-informatico.it/b.aspx?i=1931327&m=1931887&is=0#p1931887

***

capire quanto valete? per farlo basta rispondere ad una semplice domanda:

quanto tempo impiegherebbe, e quanto denaro costerebbe all’azienda trovare qualcuno che mi sostituisca e che sappia fare il mio lavoro ?
http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2253307&m=2254547&is=0#p2254547

***

Il valore di un lavoratore, se vogliamo ragionare solo su basi meramente economiche(3), è dato anche da quanto è rognoso sostituirlo. Cambiare un operatore di call center che deve vendere contratti o fornire risposte precompilate è facile e veloce, sostituire invece un analista programmatore od project manager vero(4) costa, costa perché il progetto si ferma e serve tempo per trovare e addestrare il successore. chiunque abbia provato a programmare si è reso conto di cosa vuol dire dover mettere mano a codice scritto da altri, capire come funziona, con quale logica è stato scritto, come e dove mettere le mani(5).  Ci vuol tempo, e il tempo è denaro, soprattutto se i commerciali hanno già venduto tutto e promesso la verginità delle loro figlie come penale per i ritardi…

Ecco perché penso che il jobs act non sia del tutto sbagliato; trovo poco verosimile che una azienda dopo che ha investito per formare figure professionali dopo tre anni le cambi per assumerne nuove; o meglio può capitare nel caso di lavori semplici dove il tempo per trovare e formare un è pochissimo, ma se serve qualcosa di più complicato di rispondere al telefono per aiutare utenti che “non mi funziona internet” allora cambiare il lavoratore costa, e può costare molto.

Purtroppo invece molti project manager son convinti di far marciare tutto solo muovendo carta e probabilmente non hanno mai avuto esperienze reali di lavoro. Però gli scopri subito quando vedi il classico giochetto delle parti dove l’azienda cerca un giovane motivato con i seguenti requisiti:

Azienda leader nel settore  food supply chains (bottega sotto casa) cerca giovane dinamico e motivato. Richiesta laurea + dottorato + 20 anni di esperienza su Linux, Windows, Mac, Office, Open Office, linguaggi di programmazione C, C++, Perl, Python, Java, C#, C? C+-, PHP, VB, VBScript, Javascript, LISP, ADA, PROLOG, Ocaml, SQL, Haskell, Erlang, Pascal, Basic, Assembler. Amministrazione Apache, Oracle, WindowsServer, Condominio, PostgreSQL, MySQL…
si offre un tirocinio formativo non retribuito.

E il giovane che si presenta nel mercato del lavoro ha le seguenti caratteristiche…

Giovane di 25 anni con 6 lauree, 18 dottorati, 58 master, 666 certificazioni, 40 anni di esperienza ininterrotta come SistemistAnalistaProgrammatoreProjectManagerDonnaDellePulizie presso i più grossi big del settore (la bottega di alimentari sotto casa e lo studio dello zio geometra NdA)… cerca  aziende affermate e innovative. Si richiede il PIL del Rwanda come stipendio medio mensile (benefit esclusi).

E Darwin se la gode…

(1) Mi riservo di approfondire la questione in seguito.

(2) Un coulomb di soldi è il quantitativo di denaro che, in caso di perdita, porterà il vostro sfintere anale esterno ad avere, a riposo, il raggio di un metro.

(3) Lasciamo fuori fedeltà, condivisione degli scopi aziendali e le tante belle cavolate del marketing, la lealtà deve essere reciproca.

(4) Non un manichino di cravatte che parla italish. (linguaggio a metà strada fra italiano e inglese)

(5) Minix Is a Harsh Mistress. Come progetto nel corso di Sistemi Operativi all’Università ho dovuto scrivere una patch al sistema di gestione del file system per implementare funzioni di crittografia trasparenti agli utenti.  L’idea era di provare ad intercettare le chiamate di sistema per scrivere o leggere sul disco e, nel caso la destinazione (o provenienza) fosse quella cartella, crittografare e decrittare in maniera trasparente all’utente i file ivi contenuti. La crittografia era ottenuta mettendo i singoli byte del file in XOR con la maschera 0xFF. Scrivere codice in C usando VI originale, la bourne shell e gli strumenti di sviluppo originali di minix. Ti rendi conto di tante, ma tante, ma taaaante cose sulla programmazione… (oltre al diritto, vita natural durante, di disprezzare chiunque parli della difficoltà di programmazione in PHP…)

Vedere le stelle

Stamattina, quando sono uscito di casa verso le 6:30 era ancora buio e la corrente elettrica andava e tornava. E’ stato bello poter vedere da casa un bel po’ di stelle e di costellazioni grazie ad un breve black out. Mi sa che dovrò decidermi ad organizzare la gitarella notturna in montagna con gli amici

Se è un elemento chimico…

allora è un qualcosa di brutto e cattivo…

Stavo commentando sul fatto l’ennesimo articolo sulla falsa riga del: la sostanza X (irrorata/iniettata/diffusa dal NWO) causa autismo. Ovvero come usare una malattia reale, della quale non si conoscono ancora con certezze le cause, per rendere credibile la solita fuffa complottara.

Una chicca dall’articolo:

Cerco con attenzione sui vari giornali la parola magica, invano: nessuna traccia del nemico, quello vero. Perché nessuno parla o scrive dei perturbatori endocrini? Ovvero della mancanza di una legislazione ferrea contro le sostanze chimiche che invadono da 70 anni il nostro quotidiano?

a quel punto la lancetta del bojatometro è schizzata contro il soffitto.  Cioè qualsiasi cosa: l’acqua, l’aria, la terra, il cibo o è una sostanza chimica o è un composto di varie sostanze chimiche.  E poi perché solo da 70 anni? problemi con l’inquinamento ci sono stati dalla rivoluzione industriale…

Insomma un concetrato di ignoranza scientifica niente male. Quello comunque che mi fa riflettere, e sinceramente mi inquieta non poco, è che per molta intellighenzia le seguenti relazioni sono sempre vere e verificate

chimica -> artificiale->nocivo e pericoloso

naturale->biologico->sano e sicuro

e molti adepti e wannabe’ intellettuali le bevono come acqua fresca. E purtroppo votano.

Se gli americani hanno avuto l’indiana PI Bill (una proposta di legge che fissa a 3.2 il valore di PI) l’italia presto, magari grazie a qualche partito sensibile alle stronzate alle teorie alternative che girano su internet, sarà la prima nazione a votare una legge per la messa al bando del DHMO.

chimica for dummies

Uno spassoso tread che mostra le profonde (più o meno come la vetta dell’himalaya) conoscenze di chimica dei complottisti…
in corsivo i miei pensieri alla lettura del tread

multivariate • 2 giorni fa
Io vorrei solo sapere perché alcune formulazioni di 
vaccini contengono mercurio, mentre altre no. 
Se è possibile farli senza mercurio, perché quelli 
con il mercurio sono permessi? 
Perché i pazienti non vengono informati sulle sostanze 
contenute nei vaccini come per gli ingredienti dei cibi?

  Salvatore Quasimodo (again) -> multivariate • 2 giorni fa
  Mercurio in dosi omeopatiche fa bene , come l'arsenico !

  alessandro giovannini -> multivariate • 2 giorni fa
  Il conservante al mercurio, credo si chiami timorosal o simile, 
  è stato tolto dai vaccini per i bambini a partire se non sbaglio dal 2003 e 
  sono stati i primi a toglierlo gli Stati Uniti, a ruota tutti gli altri paesi. 
  In Italia è stato fatto un decreto dal ministro Sirchia 
  due o tre anni dopo,che prevedeva di non usarlo nei vaccini per prudenza, 
  ma permise di finire le scorte di quello già prodotto, 
  tanto per non scontentare le case farmaceutiche.

  emastro -> multivariate • 2 giorni fa
  E questo e' niente.

  Cloro: Tossico per inalazione. Possibili sintomi sono dolore delle mucose, 
  forte tosse irritante e difficoltà respiratorie. 
  Può provocare ustioni alla pelle, alla cornea e agli alveoli polmonari

  Sodio: infiammabile all'aria ed esplosivo nell'acqua. 
  È inoltre corrosivo per contatto con la pelle.   
  Il sodio deve essere conservato immerso in idrocarburi liquidi 
  o mantenuto in un'atmosfera inerte. 
  Il contatto con l'acqua e altre sostanze che reagiscono 
  col sodio deve essere evitato.

  Nonostante questi pericoli, c'e' gente che usa regolarmente queste 
  due sostanze velenosissime nella cucina quotidiana, 
  addirittura su consiglio di libri di cucina venduti liberamente! 
  C'e' gente che le getta a manciate nell'acqua in cui cuoce la pasta!
  (ecco la trappola)

    multivariate -> emastro • 2 giorni fa
    Che c'entra, il cloruro di sodio (ovvero il sale) 
    che gettiamo nell'acqua della pasta non è nocivo 
    perché ha proprietà chimiche 
    totalemte differenti da quelle del sodio e 
    cloro liberi che tu descrivi.
    (fa un commento di puro buon senso, 
    cascando nella trappola)

      emastro -> multivariate • un giorno fa
      Esatto. Vedi che se fai un piccolo sforzo ci arrivi anche tu?

      multivariate -> emastro • 17 ore fa
      Calma i bollenti spiriti ciccino, 
      probabilmente ne devi leggere ancora parecchi di libri 
      prima di sostenere una conversazione 
      scientifica col sottoscritto. 
      L'articolo parla di mercurio, non di composti del mercurio.
      (trappola scattata e il tizio
      si è sputtanato alla grande)

      emastro -> multivariate • 17 ore fa
      L'articolo puo' parlare di quel che vuole, 
      non c'e' mai stato mercurio 
      allo stato libero nei vaccini ma c'era 
      un sale di mercurio, il thimerosal. 
      Il resto e' fuffa, quindi calmati e ripigliati, 
      che io ero l'ultimo del mio corso in chimica 
      e ci stai facendo una figura da tonno 
      persino con me.
      (prima legnata)

      koralloxxxx -> multivariate • 17 ore fa
      ah bene, l'articolo parla di mercurio, quindi è mercurio. 
      chiarissimo.
      e lei vorrebbe sostenere cosa? una
      "conversazione scientifica"?
      ahauhauahuahauahuahauahuahauhauahu :D
      (seconda legnata)

      Damiano *** -> multivariate • 2 giorni fa
      E quindi perché dai per scontato che il mercurio, nella forma 
      in cui viene usato nei conservanti dei vaccini, sia dannoso?
      Questo è quello che voleva sottolineare emastro, e 
      i sei pure risposto da solo senza accorgetene.
      (gli prepara una via di fuga onorevole)

      multivariate Damiano *** • 17 ore fa
      Io non dò per scontato niente, è l'articolo a parlare di 
      mercurio (e non di composti del mercurio), 
      ed emastro ha risposto a me 
      (forse voleva rispondere al commento successivo, 
      che io non avevo nemmeno letto). 
      Leggi bene il commento e l'articolo 
      prima di commentare inutilmente.
      (errare humanum est perseverare autem complottiscus)

      Damiano *** -> multivariate • 13 ore fa
      Che fai, ti nascondi dietro al fatto che 
      nell'articolo manca la parola 
      "composto"? Pensavi ci fosse mercurio in 
      forma pura dentro ai vaccini?

      E meno male che eri quello che 
      "devi leggere ancora parecchi di libri prima 
      di sostenere una conversazione scientifica 
      col sottoscritto", ciccino.
      (legnata definitiva, punto e partita)
      
      Khedron -> multivariate • 2 giorni fa
      anche l'etilmercurio dei vaccini (progressivamente eliminato nel corso 
      degli ultimi 20 anni) è diverso dal metilmercurio: 
      il primo viene smaltito molto velocemente dall'organismo, 
      il secondo si accumula e provoca problemi anche gravi

  SperiamoBene -> emastro • 2 giorni fa
  Per non parlare degli infiniti pericoli di quella sostanza 
  chiamata DHMO, che nell'indifferenza generale 
  viene usata per la preparazione di quasi 
  tutti i cibi ed i farmaci, vaccini compresi.

  ^_^

Complimenti a tutti i partecipanti al tread. Tread che dimostra per l’ennesima volta come molti complottisti siano essenzialmente ignoranti boriosamente convinti di sapere. Menzione speciale a emastro per il trabocchetto e a Damiano per il colpo di grazia.
Il tread dovrebbe essere visibile qui.

Perché tento di spalare la montagna di merda?

Su un salotto buono si discuteva di darwinismo attivo (ovvero non impedire ai cazzari di concorrere per i darwin award, anzi agevolarli):

Ho deciso questa mattina di passare al darwinismo attivo. Ovvero di adottare come politica del blog una politica che dice piu’ o meno questo: “se sei stupido, prima o poi creperai. Ma se io ti aiuto a fare qualcosa di stupido, o non ti fermo quando vedi che lo fai,  creperai molto prima”. Si tratta sempre di Darwinismo, ma di un particolare tipo: quello che intende dare una “manina” al meccanismo di selezione naturale. In pratica, e’ come dire che se sei un seguace del Balconing, io ti diro’ che esiste il “Dry Balconing”, ovvero lanciarsi dal balcone dentro una piscina VUOTA.
[fonte: http://www.keinpfusch.net/2014/02/darwinismo-attivo.html]

Premetto che condivido perfettamente il manifesto “pro darwinismo attivo” ma con una chiosa: “la pratica del darwinismo attivo NON deve aumentare i rischi di far rimanere secco anche il sottoscritto”.

Uno vuol praticare il dry balconing per avere 12.345 like su iotubo? benissimo, sia liberissimo di farlo, anzi son pronto anche ad installare un trampolino sul balcone del VII piano e disegnare un bersaglio nella piscina, purché non lo pratichi quando sotto, nella piscina vuota, ci sto io, o qualcun’altro, a giocare o a prendere il sole. Vuole provare l’ebbrezza di correre a 160 km/h con in corpo una intera bottiglia di nepente ? Ci fosse una ragionevole certezza che la corsa in auto del tizio finisca o senza gravi conseguenze (peccato!) o contro qualche bel pilone in cemento oppure (si fottano gli ambientalisti) qualche robusta pianta di eucalipto o di pino marittimo sarei prontissimo a sopportare il disagio di un eventuale ingorgo causato dal dover pulire la strada dai resti dell’incidente anzi sarei pronto a pagare il nepente. Però siccome è molto più probabile che la corsa del tizio finisca contro qualche altro povero cristo che non c’entra niente(1) ritengo sia meglio impedirgli di vincere il darwin award(2) in quel modo.

Ecco perché intervengo e “tento di spalare la montagna di merda”, per evitare che, franando, la merda copra anche me. Gli interventi che faccio nelle discussioni con antivaccinisti e cazzari vari non sono per convincerli (impresa improba) ma per non lasciare il palcoscenico solo a loro, i messaggi son destinati a coloro che “si mettono solo adesso all’ascolto”. Se si lascia il palcoscenico solo ai cazzari si rischia una stamin(c)a 2.0, ignoranti che pressano il ministero affinché venga finanziata la cura “piscio di serpente based” del santone di turno promossa dalla TV.  Tre milioni di euro spesi(3) per confermare, per la (N+1)-esima volta l’inefficacia del piscio di serpente sono tre milioni che la sanità non può spendere per medicinali più utili.  Vietare la SA, dietro pressioni di una opinione pubblica imbrogliata da immagini decontestualizzate o tratte da film horror, significa rallentare la possibile scoperta di una cura per malattie ad oggi non ancora curabili.

Quindi la risposta non è altruismo verso gli aspiranti vincitori di darwin award ma puro e semplice egoismo. In certi casi il salvataggio del proprio culo, purtroppo, costringe, causa sfiga imperfetta, a dover intervenire attivamente per il salvataggio anche del culo degli idioti. Uno spiacevole effetto collaterale.

PS

Comunque intervenendo ti eserciti a riconoscere le fallacie logiche, un poco nella dialettica e ogni tanto ti fai quattro risate di cuore a leggere certe bojate come il movimento animalista per l’abolizione dell’esperimento del gatto di schrödinger o perle come questa:

io credo che bisogna ragionare un attimo sull’utilità dei vaccini,
numeri a parte. 
[qui]

PPS

Si, grazie ad una convenzione del NWO firmata da Aggio in persona, ho anche la tessera del CICAP in puro bario… 🙂

(1) Sono stato passeggero di una automobile, centrata da un imbecille, bevuto, che a tutta velocità ha bruciato un semaforo. Non è stata una esperienza piacevole.

(2) Infatti la morte a causa di incidenti stradali non viene premiata dai darwin awards, salvo casi di idiozia eclatante.

(3) In realtà solo stanziati al fine di costringere il guru a scoprire le carte e rivelare il bluff.