riguardo a trump ed “science-based”

Sui media c’è stato fermento a seguito della direttiva di Trump di vietare l’uso di alcune parole; faccio notare il gioco di “narrazione” che viene tirato fuori per infangare trump.

fonte: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2017/12/16/trump-vieta-trans-feto-testi-sanita_8f3b4cec-b730-4e6b-99f8-a2ae68149ad0.html

Transessuale, feto, diversità, vulnerabile, diritto, basato sulle evidenze, basato sulla scienza: sono i sette termini che l’amministrazione Trump vuole proibire nei documenti della sanità, con un approccio ideologico senza precedenti che ha già scatenato forti polemiche nel mondo politico e scientifico. A rivelare la blacklist è stato il Washington Post, che ha dato conto di un episodio avvenuto ad Atlanta, in uno dei Centers for Disease Control and Prevention (Cdc), un’autorità sanitaria internazionalmente conosciuta e stimata, con un bilancio di circa 7 miliardi di dollari ed oltre 12 mila dipendenti.

E’ qui che si è presentata Alison Kelly, dirigente dei servizi finanziari, comunicando che quelle parole e quelle espressioni non devono comparire nei documenti per il bilancio del prossimo anno. In alcuni casi, ad esempio “basato sulle evidenze”, “basato sulla scienza”, si suggerisce di usare “basato sulla scienza in considerazione degli standard e dei desideri della comunità”. In altri non è stata offerta alcuna alternativa. Kelly non ha spiegato il perché della blacklist e si è difesa dicendo che lei faceva solo da ambasciatrice dell’informazione. Del resto Donald Trump non ha mai nascosto di considerare la scienza come una questione di opinione e non una realtà oggettiva basata sull’evidenza, a partire dalle sue considerazioni sul climate change. I presenti sono rimasti increduli, riferisce la fonte del Wp. “Ma dice sul serio?”, “Ci sta prendendo in giro”, sono state alcune reazioni.

a leggere la notizia sembra che siano da vietare nei documenti per il bilancio. Penso si tratti di documenti contabili, non so se per “documenti per il bilancio” si intendano anche le relazioni giustificative per le spese. Se si intendono anche queste ultime la decisione appare alquanto bizzarra, altrimenti, se si parla solo di documenti strettamente contabili si tratta solo di una pagliacciata fatta per dare un pseudocontentino ai “creazionisti” sostenitori.

Immediate le polemiche, e le ironie sul web. “E’ più chiaro che mai: questa amministrazione ha disprezzato la salute delle donne, le persone Lgbt e la scienza sin dal primo giorno”, ha twittato Planned parenthood, la rete di organizzazioni no profit che si occupano della salute e della educazione sessuale e dell’accesso a servizi sanitari come l’aborto. “L’amministrazione di Donald Trump sta facendo l’America nuovamente stupida. Finiremo con l’usare Voodoo e sanguisuga per trattare le malattie?”, ha twittato il deputato democratico Ted Lieu, parafrasando lo slogan trumpiano “Make America great again”. Non è la prima volta, dopo l’insediamento di Trump, che nelle agenzie federali affiora il problema della terminologia da usare in questioni relative l’orientamento sessuale, l’identità di genere, il diritto all’aborto, il cambiamento climatico, che avevano ricevuto ampia visibilità con la presidenza Obama. Diversi dipartimenti, tra cui la sanità, la giustizia, l’educazione, lo sviluppo residenziale ed urbano, hanno cambiato alcune politiche federali e il modo di raccogliere informazioni sulla comunità Lgbt. In marzo, ad esempio, il ministero della salute ha evitato di fare domande sull’orientamento sessuale e l’identità di genere in due sondaggi sugli anziani. E ha già da tempo cancellato dal proprio sito le pagine che contenevano informazioni sulla comunità Lgbt, mentre il dipartimento che si occupa di Infanzia e Famiglia ha rimosso le pagine che fornivano informazioni sui servizi disponibili per le persone Lgbt e le loro famiglie, comprese quelle su come ricevere aiuto se vittime di trafficanti. Certo, ora non si capisce come il centro nazionale per l’Aids, la tubercolosi e le malattie sessualmente trasmissibili possa evitare di usare la parola transgender lavorando sulla prevenzione dell’Hiv tra queste persone. O come il Cdc possa lavorare sui difetti alla nascita causati da Zika senza utilizzare la parola feto nella sue ricerche.

Interessanti anche l’umorismo e le polemiche. Mi sarebbe piaciuto leggerle anche in altri casi; ad esempio quando si è proposta la matematica politically correct oppure quando la British Medical Association, nelle sue linee guida sul linguaggi da tenere nei rapporti con il pubblico scrisse alcune perle come questa:

fonte: https://archive.org/stream/2016BritishMedicalAssociationBMAGuideToEffectiveCommunication2016/2016_BritishMedicalAssociation_BMA-guide-to-effective-communication-2016_djvu.txt

Pregnancy and maternity

Gender inequality is reflected in traditional ideas about the roles of women and men.
Though they have shifted over time, the assumptions and stereotypes that underpin
those ideas are often deeply rooted.

It is common to assume a woman will have children, look after them and take a break
from paid work or work part-time to accommodate the family. If a woman is forgetful
during pregnancy, this is often referred to as her ‘baby brain’. However, such assumptions
and stereotypes can and often do have the effect of seriously disadvantaging women.

A large majority of people that have been pregnant or have given birth identify as women.
We can include intersex men and transmen who may get pregnant by saying ‘pregnant
people’ instead of ‘expectant mothers ’. 2

2 Intersex is a term used to describe a person who may have the biological attributes of both sexes or whose
biological attributes do notfit with societal assumptions about what constitutes male orfemale. Intersex people
can identify as male, female or non-binary.

traduzione (con google translate – grassetti miei)

Gravidanza e maternità

La disuguaglianza di genere si riflette nelle idee tradizionali sul ruolo delle donne e degli uomini.
Sebbene abbiano spostato nel tempo, le ipotesi e gli stereotipi su cui si fonda
quelle idee sono spesso profondamente radicate.

È normale presumere che una donna abbia figli, che si prendano cura di loro e si prendano una pausa
da lavoro retribuito o lavoro part-time per assistere la famiglia. Se una donna è dimentica
durante la gravidanza, questo è spesso definito come il suo “cervello del bambino”. Tuttavia, tali presupposti
e gli stereotipi possono e spesso hanno l’effetto di svantaggiare seriamente le donne.

Una grande maggioranza delle persone che sono state incinte o che hanno partorito si identificano come donne.
Possiamo includere uomini intersessuali e transmen che potrebbero rimanere incinta dicendo “incinta”
persone “invece di” mamme in attesa “. 2

2 Intersex è un termine usato per descrivere una persona che può avere gli attributi biologici di entrambi i sessi o di chi
gli attributi biologici non si adattano alle ipotesi della società su ciò che costituisce un maschio o una femmina. Persone intersessuali
può identificarsi come maschio, femmina o non binario.

Per me il casino che sta nascendo è perché “ha stato Trump!!!UNOUNOUNO” ad attaccare la scienza, avesse detto, le stesse ed identiche vaccate, un progressista verniciandole di buone intenzioni: “linguaggio inclusivo, la mutabilità del mondo contro l’arida rigidità della scienza…” gli stessi che adesso si stanno stracciando le vesti per la scienza, probabilmente sarebbero in piazza a lamentarsi degli scienziati che pretendono di chiamare “madre in attesa” un essere appartenente al genere “homo sapiens” dotato di utero contenente uno o più… ehm… cosi1 che ivi vi maturano.

Più o meno quello che succede in italia: quando Maristella Gelmini parlò del tunnel neutrinico l’italia si scoprì esperta di fisica del neutrino più meglio dei fisici del CERN, quando Valeria Fedeli sbaglia congiuntivi e scrive erroneamente il termine “più meglio” c’è un imbarazzato silenzio… Per non parlare dei tentativi della presidentdella camera dei deputatdi riscrivere la grammatica italiana.

 


  1. qui le direttive del potus si devono rispettare, non voglio problemi con il mossad. 
Annunci