Attenzione ai paragoni

Su faccialibro un mio contatto ha condiviso questo messaggio

Dal 15 novembre sarà obbligatorio montare pneumatici invernali. Ribelliamoci contro questa dittatura e rivendichiamo il sacrosanto diritto di guidare sulla neve con le gomme estive. Dittatura dei gommisti. LIBERTÀ LIBERTÀ LIBERTÀ LIBERTÀ LIBERTÀ LIBERTÀ LIBERTÀ LIBERTÀ LIBERTÀ

E la fonte è l’ennesimo che da esperto valido nella sua materia decide di riciclarsi in “tuttologo” pontificando su argomenti nei quali ha poche o scarse conoscenze, come spesso capitato anche a moltissimi prima di lui.

Immagine

Comunque se quello voleva essere un messaggio pro green pass, per chi conosce il codice della strada è in realtà una zappa sui piedi. Infatti non esiste un obbligo generalizzato di gomme invernali dal 15 di novembre. Si è obbligati ad avere le gomme invernali montate solo su strade extraurbane in cui il gestore della strada individua un reale rischio di precipitazioni nevose o di ghiaccio (art. 6 codice della strada). Non esiste un obbligo generalizzato, se io non guido in tali strade, vuoi perché praticamente non esco dal centro urbano vuoi perché abito in pianura al sud e non devo salire sui monti, io posso legittimamente tenere le gomme estive tutto l’anno. Visto che le gomme invernali degradano molto rapidamente se la temperatura è superiore ai 7/10 gradi, se si guida frequentemente in strade ove, anche in inverno, raramente la temperatura scende sotto i 7/10 gradi è più ecologico tenere le estive.

E nel caso mi capitasse di dover andare sporadicamente in strade soggette all’obbligo di pneumatici invernali posso andarci con le catene da neve, magari passo pe campeda (il tratto della SS 131 ove vige l’obbligo) una volta ad inverno; mi convine avere le catene a bordo(1) che passare dal gommista a cambiare gomme e senza essere addittato come “no-gomme-invernali”

Facendo un parallelo con il green pass è come se il governo, per evitare che qualche testa di legno di Aosta vada in giro con gomme inadatte d’inverno obbligasse tutti a montare pneumatici da neve da 15 novembre, pena il non poter circolare affatto, compresa anche sull’auto della signora Pina di Lampedusa. Ha senso?

Anche l’uso delle catene (tampone), ha sensoo obbligare chi magari deve passare, sporadicamente, per qualche strada a rischio a montare le gomme da neve? Le catene sono, nel caso, un’ottima soluzione.più economica di fare cambi gomme frequenti.

Concordo che guidare sulla neve con gomme inadatte e senza sistemi come le catene è da imbecilli, su questo non ci piove è scontato. Ma l’imbecillità di andare, non attrezzati, sulla neve(2) si cura imponendo l’obbligo ove ha senso non con obblighi insensati e generalizzati, ovvero gomme invernali dal 15 novembre per tutti e in ogni caso. Perché si finisce solo a fare più danni che altro.

Quindi meglio evitare troppi paragoni cretini, si rischiano zappe sui piedi.

(1) Mi piace fare i trekking e sono abbastanza distratto. L’anno scorso le catene le ho levate dal bagagliaio a giugno, ma solo perché serviva spazio.

(2) Ne ho visto di imbecilli. Ricordo un incidente che aveva bloccato campeda, il tizio che si era piantato sullo spartitraffico ostruendo completamente la corsia non aveva gomme estive, aveva gomme talmente consumate da apparire come gomme slick.

 

3 pensieri su “Attenzione ai paragoni

  1. Sì, è vero. Ma in realtà le similitudini esistono eccome. In teoria il gestore della strada può discriminare su quali strade l’obbligo esista e su quali no. Ma non lo fa. In tutta la Lombardia, su strade extraurbane, c’è l’obbligo; idem per Emilia e Toscana, pure in zone dove la neve non la vedi mai. Forse iniziano a fare un po’ di distinzioni nel Lazio. La ratio è: “ma noi mettiamo l’obbligo per il tuo bene e ti multiamo con amore, perché tu sei stupido e altrimenti ti scordi le catene”. Un po’ come: “devi metterti la mascherina appena esci di casa e, anzi, se te la tieni pure sotto la doccia è meglio, perché poi esci per strada e limoni la gente a caso”.

    Comunque i nostri sono sofismi. Il problema non è Burioni, che usa Twitter peggio di Trump, ma tutti quelli che lo vedono come un tribuno della sanità e se lui domani dicesse di mettersi in culo un’elica per iniziare a volare, che in alta quota il Covid non lo prendi, provvederebbero subito all’inserzione.

    "Mi piace"

      • Be’, col clima che avete in Sardegna mi pare anche il minimo; l’obbligo ci sarà, giustamente, sulle strade che portano alle elevazioni. No, in Lombardia è tutto uniforme: da Sondrio (che è “montagna”) a Cremona, dove vedrai la neve due giorni l’anno e quando succede finisce sul giornale. Quindi, probabilmente, è a questo che pensava Burioni facendo il paragone.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.