Libertà di espressione e green pass

Devo dire che gli idioti “pro green pass” ci stanno mettendo del bello e del buono per aiutare chi urla al regime ed alla dittatura sanitaria a dimostrare che ha ragione.

La legge tutela la libertà di espressione e di opinione, terra terra se un comportamento non è previsto dalla legge come reato, ad esempio la diffamazione, la calunnia, rivelazione di segreti, fornire notizie false o tendenzione allo scopo di manipolare l’opinione pubblica, è perfettamente lecito e legittimo, per quanto quell’idea possa essere considerata aberrante.

Anzi il voler chiudere la bocca alle persone usando interpretazioni “fantasiose” delle norme è uno degli indizi più forti di regime.

Sorgente: Il comizio no green pass della vicequestora di Roma in piazza San Giovanni: avviata azione disciplinare – video – Il Fatto Quotidiano

Anche una dirigente della polizia sul palco dei No green pass che sabato 25 settembre hanno riempito piazza San Giovanni a Roma. Alla manifestazione ‘Contro il green pass, per la Libertà e il futuro’,da Ancora Italia, Movimento 3V, No paura day, Primum non nocere, Fisi e Fronte del dissenso, è intervenuta a sorpresa anche la vicequestore di Roma, Nunzia Alessandra Schilirò: “Noi poliziotti abbiamo giurato sulla Costituzione, per questo sono qui”, ha detto, sostenendo che “il green pass italiano è illegittimo” e bisogna “unire le nostre energie per indicare una via migliore”. La questura intanto ha avviato un’azione disciplinare sulla poliziotta

A leggere la notizia mi sembra che la tizia non abbia fatto dichiarazioni passibili di sanzioni; pensare e dire stronzate non è reato. Un poliziotto deve far applicare le leggi, ma non c’è scritto da nessuna parte che le debba condividere e che non possa manifestare per cambiarle.

Cosa succederebbe se il mero manifestare contro una legge, nota il manifestare contro una legge non il violarla, solo il manifestare contro affinché sia cambiata, venisse considerato reato? Che, ad esempio, si potrebbe applicare alla norma che vieta la fecondazione assistita per dire.

Sarei curioso di sapere i motivi per i quali è stata avviata una azione disciplinare e poi come andrà a concludersi la vicenda.

A margine, chi adesso festeggia che “la polizia deve applicare le leggi” e “guai a criticare il GP” sta facendo un’ottima opera per dar ragione a chi dice che il GP non è uno strumento di sicurezza ma l’analogo del certificato di buona condotta cinese.

2 pensieri su “Libertà di espressione e green pass

  1. A margine, chi adesso festeggia che “la polizia deve applicare le leggi” e “guai a criticare il GP” sta facendo un’ottima opera per dar ragione a chi dice che il GP non è uno strumento di sicurezza ma l’analogo del certificato di buona condotta cinese.

    Questo perché è l’analogo del certificato di buona condotta.

    Non certo nelle intenzioni della UE che lo ha inventato, molto più nelle intenzioni di una parte di questo governo che ha deciso il modo fantasioso di implementarlo e sicuramente nelle intenzioni dei suoi alfieri, sia quelli VIP che quelli che incontri ogni giorno in strada.

    Questa gente brama da anni una patente di bontà. Ora ne hanno una ed hanno tutte le intenzioni di usarla in questo modo.

    "Mi piace"

    • Infatti, molti dei casini di privacy, ovvero non sapere chi è vaccinato e chi no, nascono proprio dal fatto che un certificato vaccinale viene usato come attestato di buona condotta.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.