“Le Ong verdi sono in mano ai bianchi”, la campagna antirazzista prende di mira gli ambientalisti

Ma guarda, metti 5€ sul tavolo e subito si scatena la guerra del tutti contro tutti, a base di accuse di razzismo presunto o di altre *-fobie, per cercare di prenderli. Sorprendente, mai capitato in passato.

Sorgente: “Le Ong verdi sono in mano ai bianchi”, la campagna antirazzista prende di mira gli ambientalisti

“Le Ong verdi sono in mano ai bianchi”, la campagna antirazzista prende di mira gli ambientalisti
La bolla dell’Ue ha un problema:“ci sono troppi bianchi e il settore verde è complice”. Questo è quanto affermano le attiviste che hanno lanciato il movimento #GreenBrusselsSoWhite

Strano, i bianchi sono la maggioranza in europa, strano che siano la maggioranza nella maggior parte delle organizzazioni in europa.
Questa sparata mostra come chi parla di “quote” spesso mira a comode scorciatoie che a poter competere ad armi pari.

Giulia Maini
20 marzo 2021 11:13
L’ambientalismo è un affare per bianchi, almeno nella capitale d’Europa. E’ l’accusa che arriva dalla campagna antirazzista #GreenBrusselsSoWhite secodo cui nella cosiddetta ‘bolla’ di Bruxelles c’è una eccessiva rappresentanza di bianchi, rispetto ad altre minoranze che non riescono a tovare voce, in diversi campo. Chloé Mikolajczak e Marianna Tuokkola, due attiviste che hanno lanciato una petizione sulla questione, sostengono che se si guarda alle istituzioni europee ci si rende conto di una chiara assenza di rappresentanza “nera” e aggiungono che “la questione va oltre e abbraccia anche le centinaia di Ong, lobby e agenzie che gravitano attorno all’Ue”.

Solo nera? e le altre etnie? Contro il razzismo di chi divide il mondo in bianchi e non bianchi dividiamo il mondo in negri e non negri.

L’accusa alle Ong verdi
Il movimento, connesso a “The Burning Case Podcast”, un’iniziativa guidata dai giovani che mira a integrare i legami tra politica e sostenibilità, punta il dito soprattutto contro le Ong ambientaliste “che svolgono un ruolo chiave nell’influenzare le politiche, soprattutto in un momento in cui il clima e la crisi ambientale sono alcune delle massime priorità dell’Ue”. (…)

Una ricerca preliminare sul personale delle principali Ong verdi a Bruxelles condotta nell’ambito della campagna ha mostrato una chiara mancanza di diversità razziale ed etnica – in media, l’85-100% dei dipendenti al vertice delle Ong sembrano essere bianchi.

Urca che scoperta; qual è la percentuale di bianchi in europa? E non le hanno ancora dato il nobel per l’invenzione dell’acqua calda?

Le proposte e la petizione
Secondo Mikolajczak e Tukkola “ogni organizzazione dovrebbe avere una politica antirazzista strategica e pubblica che affronti i processi interni come il reclutamento, ma anche eventi lavoro politico e comunicazioni”. Hanno anche aggiunto che “sebbene le Ong verdi di Bruxelles non abbiano il potere di cancellare il razzismo strutturale in Europa, possono contribuire a cambiare le cose”. La proposta è che tutti gli aspetti del lavoro, interno e pubblico, vengano ristrutturati in una prospettiva antirazzista, anticapitalista, antimperialista e anticoloniale. Inoltre, i luoghi di lavoro devono essere spazi sicuri per le persone di colore e luoghi in cui tutti possano essere veramente inclusi. Insieme alla campagna è stata lanciata una petizione che verrà consegnata ai capi delle Ong verdi a Bruxelles entro il 29 marzo 2021.

Traduzione: dateci un po’ di soldi come ragazze immagine quota per dimostrare quanto siete multiculturali e antirazzisti.

Cosa che dimostra per l’ennesima volta come spesso richieste verniciate di alti ideali come le pari opportunità poi vengono declinati in più veniali “dateci li soldi”.
Da notare come le ONG verdi siano quelle che si fanno più vanto di essere quelle buone progressiste e inclusive…

3 pensieri su ““Le Ong verdi sono in mano ai bianchi”, la campagna antirazzista prende di mira gli ambientalisti

  1. Io la vedrei in modo un po’ diverso: ai negri non frega un cazzo dell’ambiente, ma la colpa è dei bianchi. Esattamente come non ci sono negri compositori di opere ma la colpa è dei bianchi, non ci sono negri fra i grandi architetti scultori pittori rinascimentali ma la colpa è dei bianchi, non sono stati i negri ad avere inventato il telescopio la stampa la macchina a vapore l’elettricità il motore a scoppio i raggi X il computer, e la colpa è ovviamente dei bianchi. Se va avanti così va a finire che mi arruolo nel KKK. Cosa che dovrebbe tra l’altro raccogliere il plauso dei buoni di professione, visto che è stato creato dai democratici dopo che i repubblicani avevano abolito la schiavitù e tutti quei negri liberati avevano cominciato ad alzare la testa e avanzare pretese e accampare diritti.

    "Mi piace"

  2. Resto del mio parere: mentecatti come le due rimbambite cui sopra vanno caldamente invitati a far mercimonio del di loro tafanario.

    "Mi piace"

  3. eh mo’ il mio di parere invece:
    io alla chloe una botta in amicizia gliela darei, la marianna mi sembra ‘ proprio cessotta invece.
    E detto questo , torno a progettare sospensioni che sennò i nippo per cui lavoro si arrabbiano, e quelli si che son razzisti.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.