Stallman, FSF e le pressioni dei SJW.

Richard Stallman era stato allontanato dalla FSF perché accusato, falsamente e strumentalmente, di aver difeso Epstein ed un’altra persona implicata nello scandalo e a quanto pare adesso è tornato. E il suo ritorno ha scatenato le rappresaglie di alcune società di informatica che prima finanziavano generosamente la FSF (e avevano in cambio software e kow how) che hanno annunciato il ritiro dei finanziamenti.

A parte che, come è scritto su Gnu Linux Magazine Italia nell’articolo: Stallman lascia la FSF, un po’ di fact checking – GNU Linux Magazine Italia, le accuse sembrano essere state ottenute strumentalizzando e manipolando quanto aveva scritto. Semplicemente si è fatto fiutare il bersaglio alle indignatissime del mitù e lasciare che siano loro a fare casino e fare il lavoro sporco di farlo fuori mediante shitstorm, la conclusione dell’articolo è chiara

L’intero dibattito si è svolto infatti nei termini di una discussione sul lessico, tra “sexual assault” e “rape”. (ovvero fra molestia e stupro NdR )Nel giro di alcuni giorni, porzioni della discussione sono stati girati a Vice che ha titolato “Famed computer scientist Richard Stallman described Epstein victims as entirely willing”. Cioè “Il famoso informatico Richard Stallman descrive le vittime (notare il plurale, n.d.r.) di Epstein come consenzienti”. Da questo articolo è nata una ondata di odio nei confronti dello stesso Stallman, che ha portato alla sua scelta di abbandonare le cariche sia nella Free Software Foundation sia nell’MIT.

Ora, si può essere o meno d’accordo con Stallman sulla questione lessicale: si potrebbe far notare che una violenza è anche psicologica e non solo fisica, quindi il fatto che Minsky non abbia picchiato o costretto con la forza Giuffre a un rapporto non rende particolarmente meno grave il fatto che abbia approfittato di un traffico di esseri umani per avere un rapporto. Tuttavia, dire che Stallman abbia indicato tutte le vittime di Epstein come consenzienti è semplicemente falso. Stallman ha parlato di un solo caso, e per tutti gli altri si è sempre espresso in modo generico condannando Epstein per i reati di cui è accusato. E per quel caso non ha affermato che la ragazza fosse consenziente, ma che possa essere apparsa consenziente a Minsky perché obbligata da Epstein a tenere nascosti i soprusi cui era sottoposta.

Di nuovo, si può essere d’accordo o meno con le opinioni di Stallman sulla terminologia da associare a Minsky. Ma la notizia fatta circolare da Vice, secondo cui Stallman avrebbe difeso Epstein, è falsa. E a noi sono bastate un paio di ore di fact checking, rileggendo l’intera conversazione email, per verificare il reale contesto delle affermazioni di Richard Stallman. Sarebbe stato importante che anche gli altri operatori dei media si fossero presi del tempo per analizzare le affermazioni, invece di limitarsi a estrapolarle fuori dal contesto per dare loro un peso completamente diverso.

Quello di cui vorrei parlare è la libertà di opinione. Per quanto possano essere non condivise Stallman si è limitato ad esprimere le sue opinioni ed è stato travolto dalla shitstorm per quel motivo. 

Mi fa pensare che società che sostengono la libertà del software “free as free speech” poi si mettano a lottare contro la libertà di parola poi chiedano la testa delle persone per delle loro opinioni e si prostituiscano ai SJW pensando di fare una operazione “simpatia”

Una cosa che avevo notato è che in molti casi si cercava di spingere il software libero, soprattutto quando era poco o per niente competitivo con i concorrenti “proprietari”,  usando non motivi tecnici ma motivi morali. Usate il software X perché è più etico, anche se funziona di merda rispetto al software proprietario Y(1). Si è voluto sostituire al caso d’uso e l’analisi tecnica la morale e l’eticità di un software, beh non mi stupisce molto che le urla dei SJW la morale e l’eticità  siano diventati il metro con cui misurare tutto.  Peccato che talvolta usare quelle urla come misura del gradimento del prodotto porti a qualche piccolo errore strategico di valutazione.

Son contento che sia tornato, per quanto non mi sia particolarmente simpatico, e che la FSF sia stata coerente con la sua idea di libertà. 

(1) Stranamente i software liberi che funzionano bene non hanno avuto bisogno delle motivazioni etiche per venire adottati; non ho visto nessun evangelista di apache o di postgresql rompere i coglioni per piazzarlo al posto dei corrispettivi proprietari. Sarà che i sistemisti sono più etici della maggior parte delle persone oppure che quei software, nella loro nicchia, fanno bene il loro lavoro?

Un pensiero su “Stallman, FSF e le pressioni dei SJW.

  1. stallman è stato cacciato dalla fsf perché sono almeno trent’anni che fa figure da coglione ed invecchiando peggiora. inoltre, come diceva giulio “a pensar male si fa peccato, ma di solito si azzecca”… è certamente un caso che il grosso delle pressioni stanno arrivando dalla generale direzione di red hat…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.