linguaggio d’odio e media

Barbara ha pubblicato nel suo blog un articolo molto interessante, ove rilancia un articolo nel quale l’autore cerca di fomentare scontri fra i fan dei maneskin e quelli di Gianni Morandi. Il fatto è questo: Gianni Morandi aveva pronosticato come vincitori del festival altri cantanti. Saputo che avevano vinto i maneskin si è complimentato con loro. Mi chiedo dove sia la notizia; Gianni Morandi sbaglia un pronostico? Capita, non ha mai detto di essere la reincarnazione di mago Ciro. Nonostante preferisse altri si complimenta con i vincitori? Certo che se la normale cortesia fa notizia siamo messi male, molto molto male.

L’articolo citato da barbara invece cerca di stuzzicare in tutti i modi lo scontro,

Dal pezzo citato da Barbara

Gianni Morandi ha fatto i complimenti ai vincitori del Festival, i Maneskin. La gaffe su Facebook non è passata inosservata: il video

Con un breve video, intorno alle 2,50 di ieri notte, anche Gianni Morandi ha voluto omaggiare i vincitori di Sanremo, i Maneskin. Acclamati dalla critica, amatissimi dai telespettatori, per il gruppo forgiatosi sulle reti Sky e che ha trionfato in Rai, è stata una vittoria anche inaspettata. Non certamente per mancanza di talento, quanto per un genere che a Sanremo non ha spesso avuto fortuna.

Nemmeno Gianni, molto sorpreso e divertito dal verdetto, ha con il sorriso voluto immortalare il momento della premiazione, con un video su Facebook. La “gaffe” Però, è di qualche giorno fa. L’artista aveva infatti fatto partire, nelle scorse puntate di Sanremo, un sondaggio con le sue tre canzoni preferite, e il nome del gruppo rock romano non era presente.

Chiamare gaffe l’aver sbagliato una previsione, mah. Sembra quasi che si voglia porre in contrapposizione Morandi con i Maneskin, perché?

Alla fine sembra che molti giornali per vendere ricorrano agli scontri all’ultimo sangue fra i fan di Tizio e gli adoratori di Caio; non esistono persone che sbagliano previsioni o che preferiscono la panna al cioccolato, no esistono solo gli scontri all’ultimo sangue fra i pannofili e i pannofobi. Tutto viene visto come totalizzante; chi mette la panna sulle fragole, anche se si ingozza di affogato al cioccolato, sicuramente è un cioccolatofobo e per tal motivo da condannare, chi preferisce il gelato al pistacchio viene guardato con sospetto, non sarà anche lui pannofobo?

Ecco, per questo penso che molto del linguaggio d’odio sia colpa de media, di come presentano le notizie e di come fomentare scontri totali su minchiatine. Magari prima di scandalizzarsi per gli effetti forse un minimo di attenzione sulle cause, cause dovute e pessima comunicazione, sarebbe opportuno farla.

5 pensieri su “linguaggio d’odio e media

  1. Solo una piccola rettifica, che rende ancora più indecente l’articolo in questione: Morandi non aveva esattamente fatto un pronostico, ma semplicemente indicato quelli che gli erano piaciuti di più. Vale a dire che secondo l’articolista avrebbe dovuto sapere in anticipo che avrebbero vinto quelli e dire che erano quelli che gli erano piaciuti di più – indipendentemente dal fatto che gli fossero effettivamente piaciuti di più o no, perché il carro da scegliere è sempre – troiescamente – quello del vincitore.

    "Mi piace"

  2. I soliti media.
    Noto quotidiano prima pagina: i servizi segreti zaristi spargono dubbi sui vaccini occidentali.
    Pagina dopo: il vaccino pippo potrebbe aver acciso uno!!!
    Approfondimento pieno di virgolettati: moriremo tutti!!!
    Fondo della nota fima: il pericolo della disinformazione allarmista al soldo dei servizi segreti zaristi.

    "Mi piace"

    • Ma lo Zar non l’avevano ammazzato i Buoni™ 103 anni e mezzo fa?

      Che fanno sti Servizi? Fedeli ad una salma (di ubicazione ignota) per più di un secolo?

      "Mi piace"

      • in realtà, lo zar è vivo (e Lotta con Loro™). è sepolto nel ghiaccio della siberia, e con la tecnologia moderna, la sua mente è stata recuperata e trasferita in una intelligenza artificiale che controlla i servizi segreti del cremlino.

        "Mi piace"

    • Ci sono zar nei libri di scuola, altri imbalsamati e uno ancora vivo e vegeto, così come c’è il vaccino pippo sotto inchiesta a titoli cubitali, mentre a titoli cubitali si rassicura, come c’è il vaccino satellitare apportatore di squilibri geopolitici e problemi agli intestini, in compenso ovunque i media, gli stessi che parlano di pace mentre aizzano la guerra o parlano di verità mentre l’abbelliscono.
      Il tutto per un pugno di click di pubblicità in piu.
      Siccome di questi tempi lo stesso augurare del male è lesa maestà, e si fa coincidere l’augurio con la minaccia, per evitare l’equivalente di un mattarello in testa a volte omettere i nomi e cambiarli pare più saggio, però poi alla fine ognuno può capire quello che vuole.
      Come dice il saggio della montagna, se hai capito fiaschi invece di fischi, beh pazienza l’importante è che il vino sia buono.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.