Di autocertificazioni passeggiate e altro

Son bloccato a casa come tutti o quasi in questo periodo.
Devo dire che anche adesso in emergenza sto vedendo due difetti italiani.

Il primo è il pensare che l’iperburocratizzazione possa infilare un poco di buon senso nella zucca degli italiani, la storia del modulo di autocertificazione la vedo abbastanza ridicola, ridicola perché, ad esempio se dichiaro che sto andando a comprare il giornale oppure al supermercato, poi come puoi dimostrare la verità della mia dichiarazione? devo venire con il giornale in caserma? Tanti alberi sprecati perché molti non capiscono cosa sia il buon senso di “muovetevi il meno possibile e evitate gli assembramenti”, e se non vedono un permesso da far firmare in triplice copia pensano che non stia succedendo niente e che si possa fare più o meno il “BIP” che gli pare.

E poi c’è la questione della passeggiate e del movimento all’aperto. La ratio del decreto è evitare assembramenti e affolamenti, ostacolare la trasmissione del virus, non imporre un coprifuoco “militare” in italia. Purtroppo molti, purtroppo anche sindaci,  invece di leggerlo, e leggere le faq del governo http://www.governo.it/it/faq-iorestoacasa hanno interpretato il decreto come “coprifuoco militare” vietando in blocco l’attività fisica all’aperto.  Attività che il decreto invece permette purché si possa svolgere tenendo la distanza di sicurezza.

Adesso capisco la logica di vietare assembramenti e affollamento, però l’azione di alcuni sindaci di vietare di uscire per camminare poco poco mi sembra una idiozia. Capisco che fra il cercare di far capire alla gente che non deve fare campanello in strada, camminare (o pedalare) in gruppo sia più facile vietare; peccato che ci passi anche chi magari vorrebbe solo sgranchirsi le gambe e non rimanere sempre a casa ad impazzire. E questo porterà ulteriori danni collaterali oltre ad un lungo strascico di problemi legati all’obesità.

Proprio vero che spesso, per le cazzate di pochi idioti, ci passano tutti. Spero che almeno questo fatto venga capito ma temo che ci si limiterà come al solito a lamentarsi di giuseppiluigimatteosilvio…

Un pensiero su “Di autocertificazioni passeggiate e altro

  1. Hai presente quelle pubblicità di detersivi o disinfettanti che ti dicono “elimina fino al 99,98% di germi e batteri”? Ecco, magari quei prodotti ti eliminano tutto ciò che è più o meno innocuo, ma ti lasciano in vita quello 0,02% che è davvero dannoso. Qui è un po’ la stessa cosa. Certi provvedimenti di buon senso tengono a casa quasi tutti, ma nulla possono (perché le leggi marziali non sono attive e l’esercito non è stato mobilitato) contro quei pochi idioti che sono il vero collo di bottiglia alla soluzione del problema. Quindi? Quindi dobbiamo evitare di farci troppi scrupoli e spezzargli una tibia, così in casa ci rimarranno per davvero.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.