Dungeons & Dragons ha cambiato il modo di giocare. E dopo 45 anni appassiona ancora – Il Fatto Quotidiano

di Clelio Mascolo Un successo annunciato (e fin troppo scontato) “Un nano, un elfo e un umano entrano in una locanda e ordinano da bere…”. Potrebbe sembrare l’inizio di una barzelletta ed è invece una scena ricorrente nelle campagne di Dungeons & Dragons (D&D per gli appassionati), il gioco di ruolo nato 45 anni fa […]

Sorgente: Dungeons & Dragons ha cambiato il modo di giocare. E dopo 45 anni appassiona ancora – Il Fatto Quotidiano

Tanti auguri, da parte di quello strano che invece di pensare al motorino cercava informazioni sui castelli medievali, che invece di “apprezzare” i pallosissimi autori inglesi amati dalla professoressa di letteratura apprezzava “spazzatura” come Lovecraft, Howard o il “fascistissimo” Tolkien, da quello che dette un sacco di soldi alla editrice giochi.

Ne ho 3 su 4, la scatola “master” venne ritirata quasi subito dal commercio.

Un pensiero su “Dungeons & Dragons ha cambiato il modo di giocare. E dopo 45 anni appassiona ancora – Il Fatto Quotidiano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.