Antigone 2.0

Alla fine la sea watch 3 ha forzato la mano ed è andata a lampedusa; ovviamente sui social molti hanno esaltato la “capitana” e qualcuno ha anche tirato fuori la storia di antigone e del dovere di ribellarsi a leggi ingiuste. Cosa apparentemente giusta ma che nasconde un sacco di insidie; la prima: cos’è una legge giusta e come distinguerla da una legge ingiusta; in secondo luogo chi dovrebbe decidere se e quando una legge è “ingiusta”.

La questione è tutta lì; un moderno stato democratico dovrebbe avere, all’interno delle sue stesse leggi, sistemi di garanzia per evitare le leggi “ingiuste”, ad esempio la possibilità di ricorrere alla magistratura contro una legge “ingiusta” o una corte che giudichi se una legge è in accordo o meno con la costituzione. Ammettere che possano esistere leggi ingiuste significa dire che tali sistemi di “garanzia” non funzionano affatto; ma se non funzionano allora cosa ci stanno a fare?

Anche la seconda domanda nasconde un bel po’ di insidie: sul decreto sicurezza sia il TAR che la CEDU hanno deciso che non c’erano gli estremi per una sospensiva di emergenza respingendo la richiesta del ricorrente, eppure il ricorrente ha ignorato tale decisione continuando a sostenere l’urgenza del dover sbarcare le persone; la domanda sorge spontanea: chi ha ragione e perché?

Uno stato moderno è un sistema delicato fatto di pesi e contrappesi, se in nome di non meglio precisati motivi morali si fanno saltare, domani saltano per tutti, anche per l’imprenditore che evade le tasse per il motivo morale di continuare a pagare buste paga ai suoi dipendenti, vogliamo rendere disoccupati padri di famiglia? Un sindaco che considera immorale la legge sul matrimonio gay ha il diritto di non rispettarla, e di non essere perseguito per tale violazione visto che l’ha fatto per alti motivi morali?

La vicenda è simile a quella capitata per le intercettazioni; se convinci che il bobolo ha diritto a sapere, se il motivo morale di informare il bobolo giustifica la violazione della riservatezza della corrispondenza, diritto costituzionale, se si esaltano gli sputtanatori di intercettazioni che non c’entrano niente come ad esempio gli SMS della falchi a ricucci, poi hai voglia di spiegare perché il bobolo invece non deve sapere cosa dice Lotti o Tiziano Renzi? Se il bobolo ha diritto di sapere tutto ha diritto di sapere tutto, se l’articolo sulla riservatezza della corrispondenza nella costituzione è spazzatura è spazzatura per tutti, Ricucci e babbo Renzi, Mario Rossi e Giuseppe Verdi.

Faccio umilmente notare anche che gli alti motivi umanitari sono stati invocati anche tutte le volte che si è deciso di inviare l’esercito; non si faceva la guerra per il petrolio ma per liberare il popolo dalla schiavitù del tiranno del momento, Gheddafi ad esempio. Sì l’articolo 11 ma abbiamo il dovere morale di impedire che il popolo mbingo massacri il popolo mbongo (e che non rompa le palle con il “nostro” petrolio).

Ecco perché le wannabe antigone non mi convincono molto, alla lunga fanno solo danni.

10 pensieri su “Antigone 2.0

  1. Esiste l’obiezione di coscienza garantita dalle leggi italiane e poi uno ne paga le conseguenze. Tra l’altro l’esempio che fai dell’evasore per necessità è realmente accaduto e per quel che ricordo la magistratura né ha riconosciuto lo stato di necessità

    "Mi piace"

    • se l’obiezione di coscienza è garantita dalle leggi non può essere contro le leggi. Idem per lo stato di necessità, se la legge prevede, in quel caso la non punibilità è la norma stessa a permetterlo.
      Nel caso della sea watch c’era uno stato di necessità che giustificava?

      "Mi piace"

      • Noi non eravamo sulla nave per cui non possiamo sapere cosa abbia fatto scattare la sua decisione però è il capitano per cui come tale responsabile della vita delle persone presenti sul suo natante per cui decide lei poi se giusto o sbagliato lo deciderà la magistratura (che al momento tace). Si forse una obiezione garantita non è una vera obiezione (tipo chi si rifiutava il servizio militare che rischiava anche la pena capitale) ma mi pare che la disobbedienza ad una legge sia eventualmente riconosciuta da un tribunale super partes oppure se ne pagano le conseguenze

        "Mi piace"

  2. Per me si rientra nel classico caso dei piani di Xanatos. La comandante della Seawatch probabilmente non rischia niente perché troverà sempre qualcuno che sosterrà la tesi dello stato di necessità e un giudice che la farà passare come causa di giustificazione. Se dovesse fallire sono già pronte altre difese che non riporto perché tanto, in questi giorni, le abbiamo sicuramente sentite tutte. Anche se non dovesse funzionare e qualcuno dovesse venire condannato a qualcosa come multe/pene detentive avremmo il caso internazionale dell’orco Salvini e il governo fascista che si accaniscono contro la giovane generosa, altruista, bella e poliglotta che mette la sua vita al servizio degli altri… ci si potrebbe marciare per tutta l’estate.

    "Mi piace"

  3. Se però la paragonano ad Antigone… La sua violazione della Legge è consistita nel seppellire il morto. Quindi se volete trasformare la Signora Capitana in Antigone dovete prima ammazzare tutti i cosiddetti poveri profughi, dopodiché lei avrà il diritto morale di infrangere quello legale, violando i nostri confini per seppellire i morti. Se si vuole giocare coi miti, bisogna almeno conoscerli e rispettarli, altrimenti siete solo degli scalcinati peracottari. Oltre che nemici dello stato di diritto, ossia dei volgari delinquenti.

    "Mi piace"

      • Sì, certo, Antigone che viola la legge degli uomini per seppellire il morto. Quindi in nome della Legge Morale deve seppellire il suo morto. Ma siccome per ora il morto non c’è, bisogna procurarglielo.

        "Mi piace"

        • Tanto mi hai scoperto rivelando che sono perfido, cinico e cattivo. E quindi da perfido cinico e cattivo ti dico che io credo che anche stavolta ci siano molti emuli di Albinati a pregare per un cadavere da usare come maglio verso Salveeny.

          "Mi piace"

          • Se a quelle fecce immonde interessasse qualcosa della sorte di quelle persone, si sarebbero mobilitati per convincere la Capitana mia Capitana a portarli altrove invece di sbatterli in giro per due intere settimane. Lei naturalmente non si sarebbe lasciata convincere dal momento che portare in salvo quella gente è l’ultimo dei suoi pensieri, come sta accanitamente dimostrando da due settimane, a partire dal momento in cui è andata a prendere a bordo persone che non aveva alcun titolo e alcun motivo di prendere a bordo, ma loro almeno avrebbero acquistato mezza briciola di credibilità. E invece no. Per cui non ho nessuna difficoltà a credere che in tanti siano lì a invocare il morto – meglio se bambino – da sbattere in faccia a Salvini.
            Bisognerebbe dirlo ad Einstein, che oltre alle due che ha detto lui c’è una terza cosa infinita: la perfidia (e la malafede) dei buoni di professione.

            "Mi piace"

  4. ovviamente, da tutta questa storia, come vada vada, Il Ministro Cattivo™ ha ben da guadagnarci: da un lato pubblicizza il fatto che LVI lotta per “fermarel’invasione”, dall’altro distrae dal fatto che, ogni giorno, arrivano canotti, zattere e bagnarole a scaricare gente a manetta, ed è praticamente impossibile fermarli.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.