il caso sarti

Squallidissimo.

Però c’è anche da dire che se abitui la gente all’informazione che fruga nella camera da letto per mostrarne i contenuti al mondo poi lagnarsi che hanno ficcato il naso anche nella tua è leggermente ipocrita.

Quando scoppiò il caso delle foto “rubate” a villa certosa qualche demente sostenne che “un personaggio pubblico non deve avere diritto alla privacy” e tanti criceti di satana si precipitarono ad applaudirlo, oltre che farsi selfie imbavagliati per protestare contro le leggi bavaglio.

Adesso che la privacy è la loro, stranamente hanno che certe norme sono a garanzia di tutti e non solo del nemicissimo. Karma…

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.