pillon pillon /1

Penso che la proposta di legge del senatore Pillon abbia toccato più di un nervo scoperto, viste anche le reazioni isteriche alla proposta.

Stavo leggendo le varie mistificazioni; sui social è tutto un lagnarsi dell’aggressione alle donne che manifestavano contro. Peccato che quella sia una vera fake news;  Confrontiamo la stessa notizia in due siti:

fonte: https://www.ultimavoce.it/blitz-di-non-una-di-meno/
Insulti e spintoni per le donne che hanno partecipato al blitz di Non una di meno, organizzato giovedì 31 gennaio 2019 per contestare il senatore Pillon e la proposta di legge che porta il suo nome. Oltre a Non una di meno hanno preso parte alla protesta anche la rete DI.RE, Differenza Donna e Casa Internazionale.

La contestazione, cominciata fuori dalla mura della sala consiliare, si è trasformata in una vera e propria incursione quando le donne presenti al presidio sono riuscite ad entrare all’interno del I Municipio di Roma. Una di loro, armata della sua voce e di un cartello con su scritto “giù le mani dalle donne”, è stata insultata e strattonata da uno degli invitati alla tavola rotonda della Lega. “Ma nun me rompe er c***o” poi lo spintone. Immediato l’intervento di una giovane attivista che si è subito frapposta tra i due, ricevendo a sua volta uno spintone.  L’uomo anziché essere allontanato è tornato a sedersi indifferente al coro “vergogna ! vergogna!”  che ha animato la sala. Le immagini della violenza sono state riprese dalle telecamere dell’agenzia di stampa nazionale DI.RE


fonte https://www.lapresse.it/cronaca/ddl_pillon_alta_tensione_durante_la_manifestazione_di_non_una_di_meno-1099487/video/2019-01-31/
Quarantacinque minuti di protesta delle donne di Nonunadimeno contro il senatore leghista Simone Pillon, all’interno dell’aula del I consiglio municipale di Roma. “Giù le mani dalle donne. Nessuna mediazione”, hanno gridato le manifestanti, che si oppongono al disegno di legge sull’affidamento condiviso che porta la firma del leghista bresciano. Alta tensione tra le donne che stavano protestando con striscioni e cori e un partecipante al convegno: una di loro viene violentemente spinta e strattonata dall’uomo scatenando ulteriori proteste da parte delle manifestanti.

Cosa si nota dal confronto? la seconda notizia omette di dire che era in svolgimento un convegno e che le manifestanti hanno fatto irruzione per interromperlo ed inscenare le loro proteste. A leggere la seconda notizia sembra che ci sia stata una pacifica manifestazione e le manifestanti abbiano aggredito. Invece lo strappare il cartello è stata una reazione all’irruzione ed al tentativo di interrompere, con la violenza, il convegno.

Che dire? sto vedendo le stesse reazioni alle sentinelle in piedi; è giusto non condividere e confutare le idee delle sentinelle, è giusto considerarle retrograde, non è giusto vietare loro di manifestare pacificamente le loro idee, il farlo, imho, porta immediatamente dalla parte del torto. Per una sana democrazia è giusto che chiunque, sempre che rispetti le norme, possa manifestare liberamente per le sue idee, perché se inizi a discernere fra manifestazioni da permettere perché “moralmente accettabili” e manifestazioni da vietare perché “moralmente inaccettabili” apri la porta al totalitarismo; poi farlo virare dal “vietiamo le manifestazioni omofobe” al “vietiamo le manifestazioni antinazionali italiane” è un attimo.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.