la bufala degli immigrati che pagano le pensioni

Una delle balle più grosse che si raccontano a favore dell’accoglienza dei migranti è: “i migranti ci pagheranno le pensioni”. Molti ci cascano in pieno in quella balla.

Prima considerazione, supponiamo che sia vero anche se non lo è, che servano i contributi dei migranti per pagare le pensioni. Per pagare le pensioni, il migrante deve pagare tasse e contributi pensionistici, ergo richiedenti asilo, lavoratori in nero, persone con il foglio di via non pagano tasse e contributi e non pagano le pensioni.

Seconda considerazione; come funziona un sistema previdenziale? A grandi linee riceve i contributi1 del lavoratore, li dovrebbe investire per poi garantire una reddita al lavoratore una volta che smette di lavorare. Usare i soldi raccolti da chi lavora solo per pagare le pensioni2 di chi non sta più lavorando senza investirne almeno una parte significa lanciare un colossale “schema di Ponzi“.

Lo schema di Ponzi prende il nome da Charles Ponzi ministro delle finanze truffatore, di origini italiane, inventore dello schema. Tutte le volte che ci son state truffe basate sullo schema di Ponzi poi molti hanno pianto a causa di fortissime perdite. Lo schema di ponzi è un sistema insostenibile che a fronte di pochi fortunelli (i benedetti da Rumor ad esempio) lascia tanti in mutande (le vittime della Fornero) .

Terza considerazione: i contributi versati, anche dagli immigrati regolari e pagati “in chiaro”, non son soldi regalati allo stato, anche se l’impressione  è quella, ma soldi che dovrebbero tornare indietro agli immigrati quando loro cesseranno di lavorare. Non sono quindi entrate “pure” come potrebbe essere invece l’irpef ma son “debiti” e i debiti prima o poi andrebbero pagati…

Ecco perché quando sento qualche politico tirar fuori quella stronzata rimango sempre in dubbio fra la palese malafede o la banale idiozia3.


  1. si chiamano contributi non a caso. 
  2. negli anni ’70 del secolo scorso, visto che la base di lavoratori attivi era numerosa e i pensionati pochi si decise di dare con molta generosità pensioni (vedi legge Rumor ad esempio), prepensionamenti e casse integrazioni “eterne”. Il risultato è stato Elsa Fornero. Ripetere lo stesso giochetto con i migranti, in regola, gli unici che pagano le tasse e i contributi, significa preparare un nuovo plug anale solo che stavolta sarà ricoperto di sabbia abrasiva all’ortica e peperoncino. Certo pensare all’europa cattiva ed al politico arraffone con 18 pensioni diverse aiuta a non pensare a quella gentilissima signora Maria, andata in pensione a quarant’anni, che fa ripetizioni di matematica ai pargoli. 
  3. in ogni caso nessuna delle due giustifica gli imbecilli che gli tengono bordone. 
Annunci

2 pensieri su “la bufala degli immigrati che pagano le pensioni

  1. Purtroppo però il nostro sistema previdenziale è un sistema a ripartizione e quindi i contributi versati dai lavoratori di oggi servono a pagare le pensioni dei pensionati di oggi.
    Prima era un sistema retributivo (assegno calcolato sulla media delle ultime retribuzioni), ora è contributivo (assegno calcolato sui contributi versati durante la vita lavorativa), però rimane a ripartizione. Questo significa che, anche se la mia pensione verrà calcolata sulla base dei contributi che ho versato, questa non verrà pagata dai “miei” soldi versati (ed eventualmente rivalutati come succederebbe per un fondo pensione), ma dai contributi di chi lavorerà quando sarò in pensione.
    Sì secondo me è uno schema Ponzi.
    Se lo avessi capito prima non avrei avviato il riscatto degli anni di laurea.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...