Studenti sardi scarsi in matematica e italiano

fonte: http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2016/11/16/scuola_nell_isola_dispersione_record_studenti_sardi_bocciati_in_i-68-547921.html

Partiamo dai numeri: in Sardegna 24 ragazzi su cento non arrivano al diploma, uno su tre capisce poco o nulla della matematica, uno su quattro zoppica vistosamente in italiano.
Dispersione scolastica da record (record negativo in Italia) e alta difficoltà di apprendimento, spiegano gli esperti, che spingono l’Isola ben lontana dalle medie europee e rischiano di gravarla di una zavorra destinata a durare per anni. (…)
Secondo i test Pisa, che misurano le capacità degli studenti, i quindicenni sardi che non raggiungono le competenze minime in italiano sono 27 su cento (la media nazionale è al 20). Va anche peggio in matematica dove si tocca il 33% (il 25% in Italia).

Articolo crudo ma realistico; in sardegna si stanno vedendo gli effetti cui porta la spirale perversa del “abbassare” l’asticella per permettere a più persone di saltarla. E questo spinge anche l’abbandono scolastico. Perché io devo investire tempo e risorse per conquistare un titolo che non vale la carta cui è stampato? Che “premio” ricevo se mi impegno a scuola?

Formare diplomati di “bassa qualità”, è sbagliato. I diplomati di bassa qualità molto probabilmente finiranno a svolgere lavori di “bassa qualità”, anche se vengono illusi di essere competenti. Se non si inverte la tendenza si arriverà alla situazione in cui chi può, chi sa scappa e rimangono persone scarse che diventeranno ancora più scarse, impoverendo ancora di più il territorio.

L’analfabetismo funzionale è una piaga, e la soluzione non è di certo stampare altra carta e dare pomposi diplomi. Purtroppo in molti casi il mondo della scuola, invece di prendere atto dell’esistenza del problema e di iniziare a cercare soluzioni, soluzioni che implicano anche il mettersi in gioco e iniziare a riflettere anche sulla didattica e non solo sulle risorse, si preferisce bestemmiare contro i test pisa ed invalsi. Come quelli che danno la colpa dell’obesità non all’ingozzarsi ma alla lobby dei fabbricanti di bilance in combutta con quella del cibo dietetico.

Annunci

Un pensiero su “Studenti sardi scarsi in matematica e italiano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...