Magnitudine a geometria variabile

fonte: http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/10/31/terremoto-blundo-insiste-la-magnitudo-non-credo-alle-favolette-ho-subito-un-linciaggio-per-una-piccola-cosa/3144698/

La senatrice Enza Blundo non cambia idea e, anzi, rilancia. Nel giorno del terremoto aveva scritto su facebook che il governo “addomestica” la magnitudo per non risarcire i danneggiati. Ricoperta di critiche e soprattutto di prese per i fondelli, la parlamentare dei Cinquestelle aveva cancellato il post e il Movimento si era dissociato da quelle parole. Ma ora, nonostante l’Ingv abbia spiegato perché i numeri sulla potenza del sisma possono cambiare rispetto alle prime stime, l’eletta grillina insiste: “Loro diranno quello che vogliono – dichiara all’Espresso – Dopo due ore hanno cambiato la registrazione, quando sul sito scrivono che entro 15 minuti sono in grado di dare la precisa individuazione della scossa e del grado. A distanza di chilometri e chilometri dall’epicentro, hanno registrato subito la magnitudine e non l’hanno mai cambiata. Come mai? Se poi vogliamo continuare a credere alle favolette, crediamoci…”.

Sinceramente son felice che la vicenda sia capitata, sono felice perché vengono portati platealmente alla luce alcuni aspetti del moVimento che sono molto pericolosi. L’ignoranza e la supponenza, il bersi come acqua fresca le tante teorie alternative. Se il moVimento viene considerato un club di cazzari in libera uscita. Ed inoltre mostra anche l’effetto dunning krugher di tanti ignorantoni: i dati sulle misurazioni sismografiche sono pubblici ed una senatrice non avrebbe alcuna difficoltà a reperire tali dati, provenienti anche da sismografi europei e mondiali. Avuta la misurazione “grezza” ci si siede, si fanno i conti e si annuncia l’errore: “hanno detto questo ma prendendo i dati, tutti, e facendo questi conti salta quest’altro valore”. Semplice, lineare, scientifico e inattaccabile.
Invece si va ne gomblottismo più becero, e ci si attacca a cazzatine per giustificare una solenne frittata fatta.

La senatrice Blundo, che alle favolette non crede, non ha preso bene né le critiche (quasi all’unanimità) né il fatto che il M5s l’abbia sconfessata. “C’è stato un linciaggio mediatico – dice la parlamentare all’Espresso – Per una piccola cosa che uno posta ritenuta sbagliata ti sottopongono a questo tipo di attacchi mediatici, quando posti cose importanti che hai fatto non ti si fila nessuno: questa è la Rete”. L’idea di quel post, la Blundo, la spiega così: “Ero nella mia casa al sesto piano nella frazione di Pettino e 7.1 di magnitudo mi sembrava abbastanza credibile. Poi sento che dicono 6.1. Premesso che so per certo che all’Aquila non era 5.8, mi sono detta: ‘Più evidente di così!. E ho scritto quel post’”.

La pezza è peggiore del buco: “più evidente di così”? è una plateale dimostrazione di non sapere cosa sia una misura e cosa sia la scienza. Non pretendo che un parlamentare sia uno scienzato, anche se quelle informazioni dovrebbero far parte del bagaglio culturale di tutti, ma almeno che capisca cosa sono le misure e cosa le sensazioni. Comunque l’errore grave non è stato il pensare che il sisma fosse di magnitudo 7 invece che 6 o 42. L’errore gravissimo è stato il bersi la storiella della magnitudine abbassata per evitare i risarcimenti. Un parlamentare ha il compito di proporre e votare le leggi e quindi mi aspetto che si informi presso chi di dovere sulle leggi esistenti invece di accusare falsamente di complotto adducendo come pretesto una legge mai entrata in vigore. quello è l’errore grave che butta ombre sul “lavoro” del cittadino portavoce. Se non è in grado di capire se una legge sia in vigore o meno, perché vota in un modo invece che in un altro^ che contributi originali può portare? Si deve limitare a fare da scimmia schiacciabottoni teleguidata dal partito?
Molti stanno iniziando a porsi domande sulla qualità media dei parlamentari a cinque stelle e, logico che un partito che non vuole essere bollato come un club di cazzari e di casi umani da maurizio costanzo show, inizi a badare alla qualità media dei parlamentari.

Comunque trovo positivo, anche se lo ritengo tardivo, un cambio di rotta dai tempi nei quali il signor Giuliani era considerato la somma autorità scientifica per la previsione dei terremoti, superiore persino a Fox, Sirio e il divino Othelma.

Annunci

Un pensiero su “Magnitudine a geometria variabile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...