Gli Stati Uniti hanno negato l’ingresso a Zerocalcare

Più che altro mi chiedo come mai i “detestatori seriali” degli USA poi decidano di andarci invece di boicottarli.

Buseca ن!

La Schadenfreude scorre potente oggi

Gli Stati Uniti hanno negato l’ingresso a Zerocalcare

Il disegnatore e fumettista romano Zerocalcare ha raccontato oggi su Twitter di come gli sia stata negata all’ultimo momento l’autorizzazione all’ingresso negli Stati Uniti per il convegno Comicon a New York: e dei progetti che aveva già fatto.

View original post

Annunci

2 pensieri su “Gli Stati Uniti hanno negato l’ingresso a Zerocalcare

  1. È anche vero che se organizzano conferenze/fiere rilevanti del tuo settore in posti a te “ostili” è difficile dire di no e starsene a casa. Anche a me i tedeschi stanno sulle scatole, ma non è che posso boicottare tutte le conferenze che faranno da qui finché campo in Germania. 🙂

    Comunque la vignetta è molto ironica e ci sono stati dei tweet successivi in cui ammette che non è stato molto furbo lui a fare le cose per tempo. A mio avviso sarebbe stato deprecabile se avesse fatto un piagnisteo contro il cattivo governo USA (come invece hanno fatto molti commentatori), ma da questo punto di vista non si può dire niente sul comportamento di Zerocalcare, che ha solo riportato quello che gli è successo. Di sicuro qualche critica su alcune domande assurde dell’ESTA si potrebbe fare, ma siamo OT. 🙂

    Mi piace

  2. È da un po’ che dai vari Secret Flying, Pirati in viaggio eccetera mi arrivano offerte per Teheran a meno di 200 euro, e tutte le volte sono tentato di andarci. Poi penso che dovrei fare il visto per gli USA e mi passa la voglia.

    Comunque, il tipo è un cialtrone, oppure lo è la sua agenzia di viaggi (se ne ha una, e penso di no).

    Basta leggersi un po’ in giro (https://travel.state.gov/content/visas/en/visit/visa-waiver-program.html) per scoprire che anche un solo giorno in Iran, Iraq, Libia, Somalia, Sudan, Siria, or Yemen dopo il 2011 ti impedisce di accedere al programma dei viaggi senza visto. L’ESTA è la prima cosa da fare dopo aver preso il biglietto, se lo fai 2 giorni prima non è mica colpa degli USA cattivi, ma tua che non sei stato alle regole ( la risposta viene generalmente fornita nell’arco di 72 ore, che sia sempre arrivata immediatamente non è una scusa).

    Quindi, al solito, citando Uriel Fanelli, il colpevole dal piagnisteo…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...