Guerra, terrorismo e informazione

fallischaung

Ho letto sul canale di Rick Du Fer, questa bellissima riflessione di Historical Eye. Un punto di vista molto interessante da leggere assolutamente:

Come scrivevo in un articolo sul mio sito appena qualche giorno fa, al giorno d’oggi, i più pericolosi terroristi non impugnano fucili e non stringono al petto bombe ma si nascondono dietro una tastiera o scendono in piazza con un megafono. La strategia del terrore , l’uso della paura e del terrore in guerra sono uno strumento antico che va di pari passo con la guerra e l’uso sistemico della violenza, pensiamo alla danza degli spartani al suono di flauti oppure a quella macchina da guerra efficace e compatta che era la legione romana, pensiamo all’orda barbarica o le grida dei Maori e pensiamo poi alle drakkar, alle marce del fuoco e ai roghi di villaggi per arrivare in fine ai ride aerei sulle trincee …

View original post 451 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...