giocare con i numeri

My two cents sulle comunali:

Renzi ha sbagliato a prestarsi al gioco di dare valenza nazionale ad elezioni locali, la batosta, soprattutto a Roma era prevedibile. Siccome non è un fesso penso che: o si avvicinano grandi sacrifici per tenere in piedi il paese e lui vuole scappare lasciando il lavoro sporco ad altri, vedi Berlusconi – Monti, oppure aveva bisogno di una sconfitta per far fuori l’opposizione interna. Terza ipotesi, Roma è il trappolone per gli stellini.

Gli stellini cantano vittoria ma hanno, numeri alla mano, vinto poco. Vediamo un poco di numeri: si è votato in 1.342 comuni, di cui 25 capoluoghi di provincia e 7 capoluoghi di regione.  I ballottaggi ci son stati in 126 comuni fra capoluoghi e comuni con più di 15K abitanti.  gli stellini non hanno piazzato alcun sindaco al primo turno e 19 grazie ai ballottaggi. A parte Roma e Torino i numeri non rappresentano un grande trionfo. Senza considerare l’apporto delle desistenze e il supporto della parte che non partecipa al ballottaggio come nel caso di roma. I 19 su 20 che molti magnificano in realtà son 19 su 126 comuni al ballottaggio e 19 su un bel po’ di comuni con 15K abitanti.

Si è visto anche che il gioco del voto di scambio nei feudi non funziona; in molti casi il mantenimento del feudo è troppo oneroso e, dovendo centellinare le risorse, si fanno molti scontenti. Quindi le rendite di posizione si son ridotte e di molto. Buon segno.

Annunci

Un pensiero su “giocare con i numeri

  1. Sicuramente amministrare Roma non è amministrare Parma… e lì si sono fatti fuori il sindaco da soli… la Taverna l’aveva detto che c’era un gomblotto per far vincere i 5S! 🙂 Renzi ci ha provato preventivamente a dare la colpa a D’Alema, ed ora sta dicendo che ci vuole più rinnovamento… quando a parte il povero Fassino, convertito, sono quasi dappertutto i suoi uomini ad aver perso. Ha messo lì un partito che non è più (se mai lo è stato) ne carne ne pesce: l’erede dei due grandi partiti di massa che perde voti tra i ceti più popolari. Sui numeri assoluti si può essere d’accordo, anche se la tendenza dice che i 5S, che sembravano in crisi nel 2014, sono in ascesa; e se entrerà in vigore il nuovo sistema elettorale (mi auguro di no, ma temo di si) rischia di andare ai ballottaggi (ed a quel punto vincerli, perché è evidente che sarà così; non abbiamo ancora imparato a votare il meno peggio, o non votiamo o votiamo contro e basta). Sicuramente di questi tempi amministrare è meno “allettante” di prima, anche perché un avviso di garanzia non si nega a nessuno; ma i gruppi di interesse non mancano… sempre meglio starci vicini, agli appalti. Vedremo come finisce con le Olimpiadi (grande errore secondo me aver puntato su questo come argomento di polemica con i 5S: a Roma, poi, quando con Italia 90 si sono magnati il magnabile… e poi il PD! Che appoggiava Monti quando escluse la candidatura perché “non ce la potevamo permettere”. Per quale motivo adesso ce la saremmo potuta permettere, secondo loro, perché c’era Giachetti?)

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...