Onesti o incensurati?

Una delle critiche, imho giustamente motivata, al moVimento durante la sua discesa in campo era: “non state candidando persone sicuramente oneste ma solo sicuramente incensurate”.

L’essere incensurato, ovvero l’avere una fedina penale pulita, è una condizione necessaria per l’essere onesti ma non è una garanzia di onestà. Una persona onesta non è una che non ha mai rubato, è una persona che, avendone avuto la possibilità, non ha rubato. Questa distinzione, che può sembrare capziosa, spiega benissimo cosa sta capitando nel moVimento. Alcuni “incensurati” son stati tentati dal potere: la possibilità di mangiarci, i privilegi legati alla carica di parlamentare, e son caduti in tentazione.

Nulla di sorprendente per chi conosce la politica e la storia e sa che il potere ha un fortissimo potere di corruzione. Devastante però per chi porta come unica virtù l’onestà. Se dici che il tuo detersivo lava abbastanza bianco, un capo non perfettamente pulito passa in cavalleria e viene chiuso con un “capita”. Se la meni che tu lavi più bianco, così bianco che più bianco non si può, al primo capo che non esce dalla lavatrice perfetto perdi molta credibilità.

Le criticità di un partito di puri purissimi sono essenzialmente due:

-> Come aveva giustamente osservato Nenni, è fortissima la tentazione di far carriera all’interno del partito diventando il puro più puro che epura gli altri. Basta vedere la sinistra; oramai una ridda di partitini litigiosi che lottano fra di loro in nome della purezza. Il rischio “balcanizzazione” diventa fortissimo.

-> Se punti solo sulla purezza, qualunque macchia che in altri partiti avrebbe causato qualche scrollata di spalle, diventa una tragedia enorme. Ecco perché un avviso di garanzia al Pizza o a Nogarin ha avuto un effetto devastante rispetto a qualche avviso consegnato ai sindaci PD.

Come uscirne? l’unico è fare politica, il presentarsi facendo proposte e portando obiettivi invece di menarla solo con onestà, trasparenza e rete, ma questo significa dover diventare un partito. Non puoi essere contemporaneamente politico e antipolitico; come capita nella fisica delle particelle se una particella incontra la sua antiparticella entrambe si annichiliscono.

PS

Si nota che manca la sapiente regia di un valido stratega politico come Gianroberto Casaleggio, adesso il movimento è allo sbando visto che, sotto la cenere, è partita la guerra per il controllo del partito. Imho tra un poco se ne vedranno delle belle.

Annunci

4 pensieri su “Onesti o incensurati?

  1. Eh hai ragione, ma la posta in palio è grossa. Si sta costruendo una rete ferroviaria che parte da Pechino e termina a Londra e Madrid, la Torino-Lione farà la differenza tra lo star dentro e lo star fuori. E uno di quegli sbroccati nel momento sbagliato può fare un sacco di differenza.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...