reato di negazionismo, una grande stupidaggine

Chi nega la Shoah o i crimini di genocidio, di guerra o contro l’umanità rischia da 2 a 6 anni di carcere. E’ quanto previsto dal ddl approvato al Senato che introduce l’aggravante del negazionismo alla legge Mancino. 134 i voti a favore, 14 i contrari e 36 gli astenuti. Il provvedimento torna ora alla Camera. Forza Italia non ha partecipato al voto e il Carroccio si è astenuto.

fonte:http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/05/03/negazionismo-ok-senato-al-ddl-che-introduce-aggravante-a-legge-mancino-si-rischiano-fino-a-6-anni-di-carcere/2693158/

Sinceramente: mi sembra una colossale cavolata, analoga al reato di “omofobia” previsto dal ddl Scalfarotto, un modo subdolo per introdurre i reati d’opinione. Essere idioti non è reato, credere che hitler non sia mai esistito neppure, che la II guerra mondiale sia stato un complotto di Hollywood per vendere film anche.  I reati per me sono aggressioni, violenze, ingiurie, comportamenti da perseguire sia che l’autore creda alla shoa, sia che l’autore non ci creda.

Senza considerare l’uso strumentale che se ne farà, come già capitato con la legge Mancino, per “chiudere il becco” contro pareri, leciti e legittimi, ma scomodi. Senza andare tanto lontano qualsiasi critica, ben argomentata e ben motivata, non volgare e non infamante, contro la Boldrini era un attacco a tutte le donne, contro la Kyenge invece era  razzismo. Le critiche, lecite e legittime, all’uso, da parte di Vendola e del compagno, dell’utero in affitto son state bollate come omofobia.

Un’altro effetto di questo disegno di legge, se approvato, sarà il poter permettere a tanti imbecilli di frignare: “mi censurano perché temono la mia verità”, cosa già sentita tante volte nel caso di ciarlatani pronti a vendere la cura meravigliosa contro tutto che piangevano di essere derisi e osteggiati dalla scienza ufficiale; vedi ad esempio il caso di Stamina, la commissione ministeriale e il TAR.

Più che il reato di “negazionismo” per me sarebbe meglio iniziare ad educare a “chiedere le prove” ad insegnare alla gente che è chi afferma a dover dimostrare(1), cosa, a mio avviso, molto più utile che il trasformare qualche imbecille in un martire del libero pensiero.

(1) Il classico trucco dialettico di tanti imbonitori è fare una sparata, ad esempio: “gli invisibili unicorni rosa esistono”, e successivamente chiedere chiunque non sia d’accordo la confuti, usando poi l’impossibilità di confutare come prova della verità dell’affermazione. In breve: siccome non si può dimostrare che gli unicorni rosa invisibili non esistono allora ciò prova che esistono.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...