Il politicamente corretto dell’antipoliticamente corretto

un punto di vista alquanto interessante.

fallischaung

Ai primi albori di internet, Mike Goodwin elaborò un famoso teorema che non era altro che la formalizzazione della reductio ad Hitlerum nel linguaggio Usenet. In pratica, secondo Goodwin esiste una alta probabilità che nei dibattiti su internet qualcuno a un certo punto citerà Hitler, e in quel preciso istante il discorso terminerà per esaurimento di argomenti. Ma Goodwin non poteva prevedere che nel corso degli anni saremmo passati dalla Reductio ad Hitlerum alla Reductio ad Politiallycorrecterum(1).

Ogniqualvolta nelle pagine che discutono di politica si parla di un dato argomento o di una data persona, ecco che subito spunta qualcuno a tirare in ballo il “politically correct”. Chi ha vissuto dagli anni settanta ai giorni nostri molto probabilmente sa riconoscere il politically correct, gli altri invece devono e dovranno accontentarsi di riconoscere l’anti-politically correct. Sono entrambi due mostri bicefali, due facce della stessa medaglia che fingono di combattersi tra…

View original post 832 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...