La lotta contro la realtà

La fulminante battuta del film “brian di nazareth” riguardo al desiderio di Stan/Loretta di voler essere donna e avere bambini: Simbolicamente parlando è la sua lotta contro la realtà.” è sempre attuale; e se c’è una cosa che sicuramente crea razzismo ed intolleranza è il pretendere che la realtà stessa debba essere religiosamente neutra e neutrale. Cosa che in realtà non è, la religione “del momento” ha sempre influenzato l’arte, e accusare di razzismo la realtà dei fatti è idiota e, alla lunga, controproducente.

Tutto questo per dire che trovo la decisione della scuola di Firenze di non portare i ragazzi alla mostra d’arte a causa della presenza di opere religiose una colossale stronzata, stronzata che avrà, come logica conseguenza, di portare ulteriore consenso a Salvini.

Piaccia o no la religione ha influenzato l’arte, la letteratura e la cultura di un popolo, in europa è pieno di toponimi, modi di dire, opere d’arte legate alla religione cristiana, negare ciò sarebbe come negare che a La Mecca ci siano moschee o che in Tibet ci siano monasteri buddisti. La realtà è quella e, personalmente, considero sbagliato assecondare certi genitori nella loro battaglia contro la realtà. La scuola deve anche insegnarti ad affrontare il mondo e per questo deve fartelo conoscere, deve mostrarti la realtà e darti gli strumenti per capirla.

La decisione di portare o meno una classe alla mostra è una decisione lecita, non è un obbligo di fede, ma la motivazione scelta, se è stata «la visita è stata annullata per venire incontro alla sensibilità delle famiglie non cattoliche» è sbagliatissima.

Sbagliatissima perché è innegabile che l’arte in europa sia stata influenzata dalla religione, per venire incontro alla sensibilità delle famiglie non cattoliche mutiliamo anche i programmi scolastici? facciamo partire la storia dell’arte dall’illuminismo e saltiamo a piè pari il romanticismo? siamo seri.  E per venire incontro alla sensibilità delle famiglie creazioniste invece? e quelle pastafariane? con questa stupidaggine, il rispetto della sensibilità delle famiglie non…, stanno dando ragione alle sentinelle in piedi; se la sensibilità è da rispettare allora son da rispettare tutte le sensibilità cattolica, atea, islamica, creazionista, breathariana… Siamo seri.

Che la scuola debba essere laica e a-religiosa è giusto e lecito, che la realtà debba esserlo è stupido, il pretendere che ai ragazzi non venga mostrata e spiegata la realtà è invece imbecille. E fra un imbecille conclamato e Salvini molti, obtorto collo, preferiranno il secondo.

 

Annunci

4 pensieri su “La lotta contro la realtà

  1. innegabile che l’arte in europa sia stata influenzata dalla religione
    Non solo influenzata, ma per secoli l’arte è stata finanziata in toto dalla religione o da motivi religiosi. E questo fa parte della storia in generale, oltre che della storia dell’arte.
    Tra l’altro, questa “sensibilità” è spesso e volentieri solo ipotizzata: nel mio paese ha abitato per qualche anno una famiglia di pachistani, i cui figli facevano religione a scuola e uno di questi, orgogliosissimo, ha fatto pure il re magio nero nel presepio vivente. Tutto questo senza che la sensibilità di nessuno si sentisse insultata…

    Mi piace

  2. Se proprio vogliono fare le cose con tutti i cretinismi si ricordino che i musulmani arrivano a livelli tali di iconoclastia che in alcuni Paesi non esistono raffigurazioni pittoriche, che siano a sfondo religioso, ritrattistico o paesaggistico, da prima della fotografia, quindi diano la possibilità di obiezione di coscienza alle ore di storia dell’arte. Al liceo artistico facciano fare un’ora di lezione al giorno agli studenti islamici.

    Tanto per dire la cosa stupida.
    Secondo me non è una questione di invadere le giovani menti con tradizioni cristiane, ma una parte della formazione a cittadino italiano, sapere che è arte religiosa, perché il tizio è crocifisso, perché l’ha disegnato Chagall. Se invece vogliamo formarli per essere capre ignoranti senza storia né nazionalità…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...