cetriolanesimo

Salve, sono il dottor Vanni Sbrocucci, PhD in filosofia quantistica bioenergizzata oltre che l’inventore del metodo anal fisting(r). Vorrei condividere la mia ultima scoperta. Come sapete ci son dibattiti riguardo al cibo, c’è chi sostiene che l’uomo sia onnivoro, c’è chi invece sostiene che sia vegano e alcuni parlano anche di fruttarianesimo crudista o di alimentazione pranica. Sbagliano, la verità è che l’uomo è naturalmente cetrioliano. Il cetriolianesimo è il sistema di nutrizione perfetto.

Avevo parlato di questa scoperta in una intervista per un importante quotidiano italiano ma a quanto pare l’intervista è stata censurata dopo l’arrivo di una lettera inviata, per conto di una grossa azienda farmaceutica, da un rinomato studio legale. Però, per fortuna ho salvato una copia dell’intervista che posso riportare sotto.

D. Dottor Sbroccucci, mi parli della sua intuizione

R. Stavo riflettendo, da bravo filosofo,  sul problema dell’alimentazione. Per alcuni siamo onnivori ma altri sostengono che siamo naturalmente vegani. Poi ci sono frange che si spingono a sostenere l’alimentazione fruttariana crudista e qualcuno addirittura parla di alimentazione pranica. Qual’è la verità? Mi ponevo queste domande mentre cercavo, nella mia fornitissima videoteca, qualche opera del cinema uzbeko crepuscolare degli anni ’50. Mi capita una DVD intitolato big cucumber porn fest che in lingua uzbeka significa: profonda opera sull’agricoltura nelle steppe della russia centrale,  e durante la visione del film ho notato che gli attori, di entrambi i sessi, si infilavano allegramente enormi cucumis sativus nel retto. Attori che erano ben arzilli ed in salute.  La domanda che mi son posto è perché? Che il cucumis sativus c’entrasse qualcosa? Poi ho pensato ai chakra e mi è venuta l’illuminazione.

D. i chakra? cosa sono?

R. Secondo la filosofia indiana i chakra sono i punti nodali del nostro corpo ove viene custodita la nostra energia pranica e, in prossimità del retto, c’è il primo chakra, la porta di ingresso per la nostro corpo spirituale. Noi siamo mente corpo e anima e dobbiamo collegare il nostro corpo spirituale al mondo per assorbire le energie praniche positive.

D. E cosa c’entrano i chackra con il cucumis sativus?

R. Questa è stata la mia grande intuizione, non è che il cucumis sativus riesca a stimolare il primo chakra e congiungerlo, come un raccordo, con il prana universale?  Mi son posto questa domanda e ho trovato conferma, effettivamente il cucumis sativus convoglia e concentra il prana universale e lo collega al nostro primo chakra  allo stesso modo in cui la pistola della benzina collega il combustibile al serbatoio della macchina.

D. Sorprendente, è una scoperta sconvolgente, può dirci quali sono le prove a favore ?

R. Certo, io sono uno scienziato, non uno dei prezzolati di big pharma, e quindi ho affrontato in maniera scientifica la questione; formulata l’ipotesi ho sperimentato, con amici e amiche, diversi frutti e verdure, dalle ciliegie citrullus lanatus a quello dell’arachis hypogaea, dalla brassica oleracea all’allium sativum. Con alcuni non c’è stata alcuna reazione mentre con altro, come l’allium, la reazione è stata eccessivamente intensa. Ho trovato alla fine che la reazione migliore si ha con il curcumis sativus, buone reazioni anche con il cucurbita pepo e il frutto del musa acuminata. Tali vegetali raccolgono dall’ambiente il karma positivo e lo convogliano verso il primo chakra permettendoci di sfruttarlo per l’alimentazione pranica del nostro corpo.
Inoltre ho anche trovato, nella letteratura medica, riscontri alla mia ipotesi. In questo articolo l’esimio collega prof. Massimo della Serietà, rivela le proprietà positive del cucumis applicato alle problematiche femminili.

D. E il prana positivo carpito in tale modo, oltre ad essere energia di guarigione ha anche altre proprietà?

R. Si, facilita l’alimentazione pranica. Come sapete il corpo umano è naturalmente alcalino però il cibo che ingeriamo con la bocca viene contaminato e distrutto, acidificato per essere precisi, dai succhi gastrici.  Però se noi inseriamo direttamente nell’intestino il cucumis sativus senza passare dall’acido stomaco questo può esprimere tutto il suo potere positivo bioalcalinizzante grazie alle  energie orgoniche psicoattive che convogliando le energie karmike universali nei nostri chakra favoriscono l’omeostasi ovvero il ripristino dell’equilibrio energetico della nostra alchimia cosmo-tellurica sottile alterata. Venendo assorbito per un processo di osmosi inversa provvede a potenziare ed energizzare il nostro corpo sottile.

D. Fantastico. Vuole dire qualcosa per concludere?

R. Sì, nessuno vi parlerà di questi usi del cucumber sativus, putroppo la lobby di big pharma impedisce a noi ricercatori indipendenti di divulgare queste verità. Preferisce imbottire la gente di pillole e medicine per causare le malattie.

 

***

DISCLAMER: questo non è un articolo medico o nutrizionista ma si tratta semplicemente di satira. Tutto quanto sopra è da prendere come burla e non da prendere sul serio. Ogni riferimento a fatti e/o persone esistenti non è voluto ed è puramente casuale.

Annunci

2 pensieri su “cetriolanesimo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...