Sto par del bail-in

il bello degli economisti di internet phd in youtube è che non si rendono conto delle loro contraddizioni ma ogni occasione è buona per ripetere i loro mantra: “banche signoraggio male, BCE, euro cattivi”.

Adesso su faccialibro è pieno di proteste per due motivi: il primo è perché le banche son state salvate dai soldi pubblici e il secondo è a causa del bail-in, ovvero che in futuro le banche che fanno cazzate dovranno essere salvate da azionisti e creditori.

Cioè se una banca, a causa di sue azioni, si trova in fallimento non deve essere salvata ne dal pubblico e neppure dal privato. Visto il QI medio degli economisti di youtube, io penso che la metà di loro creda che la banca debba essere salvata dai rettiliani, l’altra metà che il salvataggio debba essere opera di Babbo Natale Genitore Uno di Festa del Solstizio d’Inverno (G.U.F.S.I.) (1) e la restante metà pensi invece che la banca si debba salvare da sola stampandosi in casa i soldi che le servono(2).

Seriamente, quale dovrebbe essere il lavoro di una banca? raccogliere i soldi delle persone ed investirli in maniera tale da poter girare un interesse a chi ha prestato temporaneamente i suoi soldi alla banca.  I soldi che la banca aveva usato per acquistare, ad esempio, i sirtaki bond erano i soldi di chi aveva depositato soldi in banca o sottoscritto piani di investimento con la banca. Non son “tutti” soldi del signor Banca o della Signora G. Giò(3). Gombloddisticamente parlando si può dire che la banca si mette a speculare conto terzi, dove i terzi son quelli che mettono i soldini in banca. E il bail-in altro non è che il principio che se la banca (che specula conto terzi) fa stupidaggini chi ci rimette son quei terzi e non la fiscalità generale(4).

Ci sono dei servizi e dei prodotti bancari al sicuro dal bail-in, dall’articolo di repubblica:

“Sono escluse dall’applicazione del bail-in alcune categorie di passività, segnatamente quelle più rilevanti per la stabilità sistemica o quelle protette nell’ambito fallimentare, come i depositi di valore inferiore a 100.000 euro, le obbligazioni garantite da attivi della banca, i debiti a breve sul mercato interbancario. Altre categorie di passività potranno essere escluse dall’autorità di risoluzione, in casi particolari, sulla base di una valutazione specifica degli effetti sulla stabilità sistemica e del possibile contagio”, spiega la scheda di lettura che ha accompagnato il testo in Aula. “Nell’allocazione delle perdite dovrà essere rispettata la gerarchia prevista dalla direttiva, che in parte modifica quella concorsuale prevedendo, tra l’altro, che i depositi superiori a 100.000 euro detenuti dalle persone fisiche e dalle piccole e medie imprese siano colpiti dopo gli altri crediti chirografari (c.d. pecking order). In ogni caso, il trattamento riservato agli azionisti e ai creditori nell’ambito della risoluzione non potrà essere peggiore rispetto a quello che essi avrebbero subìto in caso di liquidazione coatta amministrativa”.
http://www.repubblica.it/economia/2015/07/02/news/approvata_la_legge_ue_le_banche_saranno_salvate_da_azionisti_e_creditori-118157432/

Per questo trovo buffe le proteste di chi parla della rapina di stato nei confronti dei conti correnti e degli investimenti dei cittadini quando, fino al giorno prima protestava perché lo stato era intervenuto per salvare le banche. Era ciò che chiedevano, son stati accontentati e protestano di nuovo per il motivo opposto. Credibili non c’è che dire…

(1) Questo blog è contro tutte le discriminazioni ed in particolare quelle basate sulla supremazia dell’uomo bianco e della tradizione cristiana.

(2) L’autore dell’articolo ha preso una laurea cum laude in matematica su youtube. >:-)

(3) Nell’NWO non c’è solo il Signor Aggio a tenere le fila dell’economia e delle banche.

(4)Si tratta di speculazione anche se avviene per interposta persona.

 

Annunci

2 pensieri su “Sto par del bail-in

  1. Con tutta probabilità, quei soggetti lì credono che le banche non debbano essere salvate in quanto possono creare denaro dal nulla.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...