Barzellette, carabinieri e docenti…

A leggere le polemiche sulla buona scuola son convinto che i sindacalisti della scuola, e con loro buona parte degli insegnanti, stiano lottando strenuamente per scalzare i carabinieri come protagonisti delle barzellette.
A leggere i forum, se si conosce un poco come funziona una azienda o si ha una infarinatura di educazione civica, si nota una sequenza incredibile di zappe sui piedi, colpevoli fraintendimenti, gesti autolesionisti, mostruosi autogol… Cioè roba al livello di fondare un club interista e battezzarlo “inter club 5 maggio 2002(1)”.

Ho letto di tutto: fantadiritto costituzionale, dal Renzi non l’ha eletto nessuno, al siccome la costituzione prevede la libertà di insegnamento nessuno può dirmi cosa insegnare (e non la libertà di poter praticare e insegnare, a mie spese, le arti e le scienze).

Delazioni e piagnistei: i presidi chiameranno solo accozzati incompetenti; dire che i presidi, visto che possono chiamare solo docenti abilitati iscritti alle graduatorie, significa dire che le graduatorie son piene di docenti abilitati incompetenti, cosa che non depone di certo a favore del corpo docente.

Colossali fraintendimenti, non so se per malafede o banale incapacità di comprensione del testo.  “I test invalsi sono puramente nozionistici“, “ah il preside potrà assumere(2) suo cuggino e l’amico dell’amico…”. L’ultima poi è una solenne zappa sui piedi. Sbraitare che il preside chiamerà solo incapaci acccozzati significa dire che gli incapaci accozzati, nelle graduatorie, ci sono e stanno insegnando da qualche parte. E se arriva un idiota scelto dal preside posso prendermela con il preside, se arriva un idiota in virtù delle graduatorie, con chi me la prendo?

Autoreferenzialità, solo i docenti possono parlare della scuola (un articolo demenziale contro Renzi che scrive alla lavagna) e sindrome acuta da Caterina Caselli. E questa è un altra zappa sui piedi. I docenti parlano a se stessi e non al paese e Renzi parla al resto del paese. Il saldo voti è a favore di Renzi. E giù schiaffoni…

Ignoranza completa delle basi di diritto amministrativo, del CCNL Scuola, diritti e doveri del dipendente…

Incapacità di imparare dai propri errori; son 30 anni che protestano paventando la catastrofe prossima ventura e lottando strenuamente e son 30 anni che prendono schiaffoni su schiaffoni. E non cambiano il sistema di lotta… Anche un bambino di 3 anni capisce che, alla terza volta che butta la pappa a terra e batte i pedi, arriva, per la terza volta un no deciso, conviene cambiare il modo di agire(3).

I docenti e i loro sindacalisti non si rendono conto che se spari troppe cazzate o le inventi troppo clamorose invece di favorire la tua parte stai favorendo gli avversari che avranno ottimo gioco a mostrare al mondo quanto sei cazzaro. E se vieni bollato come cazzaro spesso quello che dirai, giusto o meno che sia, verrà bollato come “le solite cazzate”. Spero che qualcuno apra gli occhi e si renda conto che un certo modo di fare sindacalismo oggi significa semplicemente evirarsi per fare dispetti alla moglie.

(1) Il seppuku collettivo che fece schiattare d’invidia tutto il giappone; il giorno in cui la maglietta dell’inter divenne un must per ogni masochista degno di tale nome…

(2) In realtà il preside non assume nessuno, può solo scegliere dalla lista dei vincitori di concorso.

(3) Diciamo che i docenti, dei loro sindacati, non valutano i risultati ma il trascorso familiare, le potenzialità che potrebbero esprimere, i diversi tipi di intelligenza, le capacità trasversali… (dove l’avevo già sentita?)

(4) In realtà molti docenti escono dall’università ed entrano a scuola; non hanno la minima idea di come sia il mondo del lavoro fuori dall’accademia.

(5) Gli studenti, tutti cafoni, ignoranti e maleducati  e i loro genitori, no comment, tranne se boicottano i test invalsi, allora diventano, di botto, una via di mezzo fra Einstein, San Francesco e Gandhi. Potenza dell’invalsi.

Annunci

2 pensieri su “Barzellette, carabinieri e docenti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...