l’alternativa 2, Renzi e la scuola

Il post precedente ho parlato di come certi movimenti riescano ad affermarsi perché non esistono alternative o, se esistono, sono peggio di loro. Nel CDX la cosa Salvini-Meloni è l’unica a somigliare vagamente ad un partito politico organizzato, Alfano, con scelta civica sono completamente amorfi e Berlusconi oramai sembra tramontato.  In politica talvolta capita che certe decisioni o certi partiti vincano grazie a Tina (There Is No Alternative).

E a fagiolo mi è capitato un amico che su FB ha segnalato le proposte degli stellini sulla scuola.  Posso dire che grazie a TINA la riforma renzi passerà senza colpo ferire per quanto demenziale possa essere perché le alternative sono peggio. Partiamo dal reclutamento, andando un poco oltre i numeri brutali si notano due cose riguardo ai posti per docenti

-> Scarsa omogeneità geografica, ci son provincie le cui graduatorie sono strapiene e provincie in cui le graduatorie sono desolatamente vuote(1)

-> Scarsa omogeneità fra le varie classi di concorso: ci sono classi dove si ha difficoltà a trovare docenti, principalmente classi applicative di tipo tecnico-scientifico e classi zeppe di precari che magari riescono ad insegnare “per culo” per qualche giorno a causa di assenze dei colleghi o che barattano, nelle private, lavoro gratuito in cambio di punteggio. Anche ammettendo di assumere tutti cosa fare dei docenti per le cui materie non esistono cattedre? non puoi riciclare un docente di filosofia in un docente di costruzioni aeronautiche.

Imho qualunque piano di assunzione non può prescindere dal tener conto di quelle due criticità. E i grillini cosa sparano come risposta:

Su questo punto la proposta della deputata Silvia Chimienti rilancia rispetto alle intenzioni del governo, anzi le raddoppia: non 150, ma 300mila assunzioni fino al 2020. Tutte attingendo alle varie graduatorie, per dare un posto fisso a tutti gli abilitati (dunque i docenti iscritti nelle Graduatorie a Esaurimento e nella seconda fascia delle Graduatorie d’Istituto), senza escludere nessuno. Per trovare le risorse necessarie a quest’infornata di massa, la deputata prevede un’imposta progressiva sui patrimoni mobiliari e immobiliari superiori ai due milioni euro.

Copertura finanziaria aleatoria e un proposta che premia chi è riuscito ad iscriversi alle graduatorie di istituto ma penalizza i futuri aspiranti docenti che si stanno laureando adesso(3).

Da notare anche che nella brillante proposta degli stellini manca la valutazione dei docenti. Se la scuola ha perso credibilità è anche perché, a furia di menarla con il diritto al successo formativo ovvero diritto a conseguire il pezzo di carta, se dai il titolo anche a troppi asini finisce che il titolo non ha alcun valore probatorio sulle reali capacità della persona. Prima un buon voto apriva, quasi automaticamente, le porte. Oggi devi buttarle tu giù a calci. Da notare una cosa: fra numero chiuso e test di orientamento obbligatorio(4) per i corsi di laurea a numero aperto, di fatto, le università hanno rimesso gli esami di ammissione. Ergo se a me interessa studiare poi all’università in un corso di laurea serio e non in scienze della fuffa teoretica, mi conviene far bene le superiori in modo da avere una preparazione per poter passare quei test. Senza valutazione non ci può essere merito, e se il tener conto del merito lato studenti immediatamente causa il tener conto del merito lato docenti. Se all’università vengono ammessi solo i migliori studenti chi ha l’ambizione di andare all’università preferirà avere un docente di matematica che insegni derivate e integrali che fantacalcio e recensioni automobilistiche(5).

(1) E lo rimangono grazie al turismo del ruolo: io mi iscrivo alle graduatorie di Alessandria o Cuneo, ivi passo di ruolo e poi cerco in tutti i modi puliti o sporchi (certificati di malattia gonfiati, ricorsi, essere nominato consigliere di qualche organo elettivo o sindacale) di tornare alla provincia di residenza. Risultato: al nord graduatorie vuote e, nonostante siano i posti dove si passa più di ruolo, supplenti su supplenti. Al sud i posti vengono piazzati ad ogni morte di papa.

(2)Gira voce di docenti disposti a lavorare gratis per le scuole private pur di maturare i 12 punti che un insegnamento per almeno 6 mesi garantisce (un docente matura 1 punto ogni 15 giorni di lezione fino ad un massimo di 12 punti; per giorni di lezioni non si intendono i giorni effettivamente lavorati ma la differenza fra la data di presa di servizio e quella di cessazione dal servizio.)

(3) Anche se, cinicamente, adesso prendere una laurea per mirare all’insegnamento significa, a meno di lauree che abilitano a classi di concorso particolari e perennemente sguarnite, mirare ad un futuro di disoccupazione o sottooccupazione.

(4) E se non lo passi vieni iscritto con riserva e prima di sostenere gli esami curriculari devi superare il debito. Il vantaggio per l’università è che gli studenti iscritti con debito non vengono conteggiati ai fini del calcolo dei fuoricorso e degli abbandoni fino a quando non superano il debito e possono sostenere gli esami curriculari. Se pierino si iscrive con il debito nel 2013/14 e impiega un anno per superarlo, i tre anni per conseguire la laurea partiranno dall’anno accademico successivo. Se invece non supera il debito e decide di abbandonare il suo abbandono non macchia l’università.

(5) Per fortuna da studente docenti particolarmente incapaci e da allontanare con infamia dall’insegnamento li ho avuti solo in “disegno e storia dell’arte” ed “educazione fisica” materie utili come le biciclette per i pesci rossi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...