anche questa settimana c’è la partita del secolo…

Stavo leggendo che adesso c’è la ressa agli ospedali e la corsa alla vaccinazione stagionale. Quello che avevo previsto in questo articolo(1) si è avverato. E ovviamente i giornalisti invece di fare un poco di autocritica su titoloni sparati di vaccini killer scaricano tutte le colpe al ministro lorenzin, colpevole, a detta loro, di non essere intervenuta quando si urlava ai vaccini killer.

Questa vicenda spiega benissimo come mai la stampa perda credibilità e la parte più affidabile dei giornali sia l’oroscopo(2). Oramai la stampa per attrarre lettori deve sparare titoloni ad effetto, anche se sono poco attinenti al contenuto dell’articolo, deve spettacolarizzare all’eccesso qualsiasi cosa e deve urlare più forte dei concorrenti comportano come quei giornali sportivi che ogni settimana, per invogliare all’acquisto, parlano della partita del secolo, anche se è solo l’amichevole estiva fra l’Atletico Pabarile e il Montecrastu.

Cosa già vista con l’influenza suina: sei mesi prima titoloni come “arriva l’influenza killer”, “l’influenza, nibiru e i maya, finirà il mondo nel 2012?”, “influenza killer e i vaccini latitano, colpa del ministero della sanità“.

Sei mesi dopo, dopo che si è visto che l’influenza suina era solo una influenza fuori stagione, titolavano “spesi millemila euro in inutili vaccini, colpa del ministero della sanità“. Gli stessi giornalisti e gli stessi giornali. Prima fanno i danni e poi, se big pharma aprofitta delle loro dabbenaggine, si mondano da tutte le colpe accusando il ministero della sanità di aver fatto la solita marchetta per l’acquisto di vaccini… Ma nessuna autocritica, nessun: forse avevamo esagerato noi nei titoli.

Salvo incavolarsi quando il giornale non viene acquistato perché ritenuto un coacervo di cazzari.

(1) Previsione estremamente difficile, tanto quanto il prevedere che il giorno di ferragosto, in italia, sarà mediamente più caldo del giorno di natale.

(2) Previsioni talmente generiche e vaghe che possono tranquillamente essere ritenute vere. $vostro_segno_zodiacale: succederà qualcosa.

Annunci

5 pensieri su “anche questa settimana c’è la partita del secolo…

  1. Se i quotidiani fossero sanzionati per le idiozie che scrivono, tutti urlerebbero alla censura e alla violazione della libertà di stampa. Sono molto prevedibili…

    Mi piace

    • La questione è dannatamente delicata. Il giornale dovrebbe informare senza censure preventive da parte di chi che sia, altrimenti sarebbe facile “oscurare” le notizie scomode e nasconderle in un brodino di “vaccini che iniettano gli sciikimici che causano l’autismo”. Di contro i giornalisti dovrebbero descrivere il fatto nella maniera più oggettiva possibile e poi, nel caso vogliano, esprimere le loro opinioni e i loro commenti.
      Spacciare un opinione dell’autore come un fatto o smontare un fatto facendolo passare per opinione è malafede.
      Io più che verificare prima sarei per legnare solennemente dopo sopratutto chi diffonde notizie palesemente false o in plateale malafede, come ad esempio capitato nel caso stamina.
      Come ho detto ad altri preferisco dire ciò che voglio anche a costo di sentire cavolate colossali che dover passare per un consiglio degli ulema che decida cosa debba dire e come posso dirlo.
      Poi, per fortuna le multe vere, che fanno male, le erogano i lettori, basta vedere cosa capita allo sbrocco quotidiano.

      Liked by 1 persona

      • Vero, è una questione complicatissima.
        Però delle sanzioni dopo la pubblicazione di notizie non vere e potenzialmente pericolose, come per esempio le follie antivacciniste, forse potrebbero servire a fare da deterrente. Boh!

        Mi piace

        • paradossalmente però potrebbero rafforzare il vittimismo, e in certi casi convenire all’idiota che pubblica. Come capita per i tabloid: se pubblico incasso 100 e pago 10 di multa (+90) se non pubblico incasso 60 e non pago nulla, quindi mi conviene pubblicare e urlare all’eroico lottatore per la verità contro big pharma… 😦

          Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...