Martirio per interposta persona…

Se c’è una cosa che mi fa girare le scatole di tutta la solidarietà a Charlie Hebdo son quelli che “arruolano” quei poveracci come martiri della loro santa causa e che, talvolta, cercano di paragonarsi a loro. Oltre al salto nel carro del vincitore sto vedendo un altro sport alquanto diffuso in italia: il martirio per interposta persona.

Cominciamo con tutti quelli che tentano azzardate proporzioni come: Fanatici Islamici : Charles Hebdo =  Chiesa Cattolica : X. No signori una denuncia per diffamazione od un paio di proteste “civili” non sono un kalashnikov puntato in faccia. Non esistono più i commandos della morte formati da suore centaure in giarrettiera che sterminavano gli eretici, evitate questi mezzucci per spararvi pose da eroi della resistenza civile.

Suore Centaure Rinnegate
Piergiorgio sei un uomo morto…

 

Un altro gruppo che mi sta leggermente sulle scatole son quelli che adesso sostengono il diritto alla satira sempre e comunque. Non diciamo cazzate, diritti assoluti non esistono, e se esistessero non sarebbero diritti ma sarebbero arbitrii.

Questo è il secondo comma dell’articolo 29 della dichiarazione universale dei diritti dell’uomo

2. Nell’esercizio dei suoi diritti e delle sue libertà, ognuno deve essere sottoposto soltanto a quelle limitazioni che sono stabilite dalla legge per assicurare il riconoscimento e il rispetto dei diritti e della libertà degli altri e per soddisfare le giuste esigenze della morale, dell’ordine pubblico e del benessere generale in una società democratica.

Chiamare “satira” calunnie e diffamazioni non può e non deve salvare dalle conseguenze legali delle proprie azioni. E poi, detto fra noi, accusare senza alcuna prova una persona di essere diventata ministro solo per meriti “orali” è, come anche ha sentenziato un giudice, calunnia. La carta bollata non è il proiettile di fucile d’assalto. Ergo Guzzanti, Luttazzi, Santoro, Mentana e compagni cantante non sono poveri martiri uccisi a colpi di telecomando da orde di casalinghe che inneggiavano a Beautiful ed a Uomini e Donne; sono ancora vivi e vegeti e possono ancora dire la loro. Evitate di paragonarli a chi le penne ce le ha lasciate davvero.

Terzo gruppo, gli imbecilli del “se la sono andata a cercare”. In uno stato civile se qualcuno si sente offeso, calunniato o danneggiato da un altro non prende mano al fucile e si fa giustizia da se, prende carta e penna e chiede alla magistratura di decidere se è stato realmente offeso, calunniato o danneggiato. Questa è la sottile differenza fra uno stato civile e l’anarchia totale. Un altra cosa: se si è amanti della giustizia fai da te poi non si pianga se si incontra qualche altro amante della giustizia fai da te armato più pesantemente. Come aveva scritto Uriel, riguardo ai fatti di Napoli:

Non potete rompere la legge SOLO DAL LATO CHE VI FA COMODO, signori. Quando la rompete, non funziona piu’. E se non funziona piu’, il poliziotto vi puo’ sparare.

Se il “se la sono andata a cercare” giustifica la pallottola verso di loro e il giustiziere fai da te, allora giustifica anche la pallottola verso di voi. Perché due froci devono camminare mano nella mano assieme eh? se vengono menati “se la sono andata a cercare…”. Cosa ci fanno qui i bingobongo? eh se la sono andata a cercare…

Quarto gruppo invece son quelli del: non bisogna attribuire all’islam le azioni di un gruppo di persone. Bene, giusto, però mi spiegate perché io invece mi devo vergognare e devo chiedere scusa delle azioni dei crociati, dell’inquisizione, delle bombe ammerrigane e dei femminicidi, grazie. O la responsabilità di gruppo vale per tutti i gruppi o non vale per nessuno. Siate un poco coerenti una volta tanto.

Trovo buffi quelli che invece di ammettere che, fra le tante sbroccate, Salvini e Le Pen ogni tanto dicono anche qualcosa di condivisibile cercano di dimostrare la contemporanea falsità sia della tesi S che della tesi NOT S. Un paio di ripetizioni di logica non vi farebbero male.

Invece i complottardi assortiti non mi fanno ne caldo e ne freddo, come dice Confucio: la merda è merda.

 

Annunci

Un pensiero su “Martirio per interposta persona…

  1. Solo una precisazione: senza i crociati ora avremmo la merda fino al collo, così come senza gli americani e questo va sbattuto loro in faccia. Che abbiano fatto anche porcherie è fuori discussione, ma l’alternativa sarebbe stata peggio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...