Trekking e pseudoscienza.

Ieri sono andato alla fiera di Cagliari a vedere il quarto festival di scirarindi (in sardo: svegliati!) http://www.scirarindi.org/scirarindi/?q=node/9481; Alla fiera c’era un poco di tutto, dalle energie rinnovabili, giardinaggio, trekking e nordic walking alle filosofie orientali, al veganesimo, tarocchi e, purtroppo, anche argento colloidalele pseudoteorie di hamer.

Sinceramente posso dirmi dispiaciuto che attività tutto sommato interessanti come il trekking o le tecnologie per il risparmio energetico vengano accomunate ai tarocchi o ad argomenti completamente antiscientifici come la nuova medicina germanica. E mi chiedo: perché? perché si pensa che chi sia interessato a farsi belle passeggiate lungo sentieri come questi o che apprezza i prodotti gastronomici tradizionali debba per forza essere interessato all’omeopatia o al veganesimo invece che alla fisica delle particelle oppure alla biologia? Cosa c’entrano gli uni con gli altri?

Annunci

Un pensiero su “Trekking e pseudoscienza.

  1. Bella domanda, il trekking è stato uno dei motivi che mi hanno spinto verso le Scienze Naturali.
    Purtroppo, grazie all’idiozia dilagante in giro, l’interesse per la natura è stato accomunato alle peggiori boiate “new age”, e questo è molto triste specialmente per chi è specializzato in campi come il mio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...