pattern del piagnisteo

La vittima si riconosce dalle lacrime, il colpevole dal piagnisteo.
[Uriel Fanelli]

Cosa hanno in comune le polemiche sul razzismo sollevate dalla Kyenge, sul femminismo sollevate dalla Boldrini, sull’omofobia sollevate da Scalfarotto e quelle sollevate per la camicia di Matt Taylor ?

Son tutti comportamenti che seguono uno stesso pattern; dovendolo descrivere in termini informatici lo descriverei in questo modo:

  1. Scegli un grave problema del passato come il razzismo, la persecuzione degli omosessuali, la condizione femminile.
  2. Siccome la maggior parte del problema è stata risolta e rimangono solo aspetti marginali tralascia il lavoro fatto e concentrati sugli aspetti marginali; ad esempio oggi i contratti di lavoro non distinguono affatto per sesso, a parità di mansioni corrisponde una retribuzione eguale fra uomini e donne. Le differenze se esistono esistono perché le donne tendono a voler fare meno straordinari o trasferte di lavoro. Ma la base retributiva è identica.
  3. Lamentati e frigna che a causa di tali aspetti marginali il problema non è stato ancora risolto e rimane identico a prima. Siccome le donne guadagnano mediamente meno ciò significa che ancora oggi il pater familias ha diritto di vita e di morte sulla moglie…
  4. Usa i sensi di colpa indotti per estorcere visibilità, fondi od altre utilità.

Pattern che emerge chiaramente dalle azioni delle persone citate sopra; qualsiasi critica alla Kyenge, che un italiana naturalizzata nominata ministro della repubblica, era solo razzismo; qualsiasi critica alla Boldrini per quanto cortese e fondata è un attacco a tutte le donne, sorvoliamo per carità di patria sul fenomeno puramente mediatico e costruito a tavolino del femminicidio o sulle leggi liberticide di Scalfarotto e le reazioni violente contro le sentinelle in piedi giustificate in nome della lotta contro l’omofobia. E, ultimo caso, la camicia di Taylor; una accusa pretestruosissima.

Qual’è il problema di tale comportamento? Il primo è più o meno lo stesso che il gridare continuamente al lupo, alla fine la gente si stufa e bolla come fregnacce qualsiasi protesta anche se è fondata. E questo alla fine danneggia proprio le persone che si trovano in situazioni realmente gravi come in questo caso. Caso grave non solo perché un professore si permette di offendere uno studente ed alla reazione lo aggredisce. Se quanto riportato dai giornali fosse vero il docente sarebbe da licenziare in tronco ma non per l’omofobia, ma per l’inaccettabile comportamento tenuto ovvero l’insultare ed il colpire uno studente. L’insulto, in tal caso, è irrilevante poteva averlo insultato perché omosessuale, per la pettinatura, perché di colore o perché juventino, un docente che, in qualunque modo, si permette di insultare uno studente e poi lo aggredisce è da buttar fuori a calci dalla scuola sempre e in ogni caso, dire sì in questo caso perché l’insulto era omofobo e no in un altro caso perché l’insulto era per il sovrappeso è un comportamento poco coerente.

E il secondo è che invece di affrontare realmente i problemi residui si spostino risorse invece per far smettere di frignare chi invece urla più forte, costruire reti di rieducazione per potenziali stupratori o incentivare lo studio di teorie di genere sono false soluzioni al problema della scarsa sicurezza in strada, la soluzione è l’aumento del controllo del territorio, dissuadere balordi e imbecilli a tenere comportamenti poco consoni,  ma questo ovviamente danneggia chi spera di campare grazie a studi sull’aria fritta o guerre senza quartiere contro draghi invisibili.

(0) Un pattern in informatica è uno schema ripetuto.

Annunci

4 pensieri su “pattern del piagnisteo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...