Caro studente…

chi ti scrive è stato studente come te ed è stato un ex professore.
Ha visto le proteste e ha sentito, da una e dall’altra parte della cattedra, le richieste di una istruzione di qualità e di migliorare la scuola. Ho visto che stai protestando in nome della qualità dell’istruzione e contro il governo in corso.

L’istruzione è anche imparare dal passato per evitare di ripetere gli stessi errori; ogni anno si parla di come è stata distrutta la scuola, si ripetono i soliti slogan che “un popolo di ignoranti si controlla facilmente” e “i politici temono la cultura”, e poi da dicembre continua tutto come prima.

E allora io ti invito a dar seguito a ciò che dici: istruisciti ed acculturati, leggi e informati, adesso che esiste internet è facile reperire notizie di uno o due anni fa, leggi e guarda come e cosa è stato chiesto l’anno scorso, cosa è stato chiesto due anni fa, come è stato chiesto e cosa si è ottenuto…

Vedrai una copia della manifestazione cui tu hai partecipato. Sai spiegarmi perché quest’anno sarà diverso, perché quest’anno le cose cambieranno davvero? Se non ci riesci, mi spiace dirtelo, ma finirà esattamente come gli altri anni, anche gli altri anni gli studenti non sapevano rispondere a tali domande, non sapevano cosa volevano o, meglio, pensavano di volere una cosa ma in realtà chiedevano altro. Chiedevano istruzione ma intendevano pezzi di carta.

Ma l’istruzione non è il diritto ad un pezzo di carta, pezzo di carta di dubbio valore, puoi contestare l’invalsi, puoi contestare gli esami di ammissione all’università, puoi contestare le aziende che vogliono schiavi negri ma, prima o poi, un esame “cattivo” lo trovi, prima o poi dovrai capire che ciò che conta è ciò che sei capace di fare, prima o poi dovrai renderti conto che ciò che serve è l’istruzione, e l’istruzione te la devi fare tu, devi metterci del tuo, devi impegnarti, devi esercitarti, devi sederti al computer, cercare le notizie dell’anno scorso e di due anni fa, leggerle e capirle tu. Devi imparare pensare in maniera critica dove pensare in maniera critica non significa ne lanciarsi in sterili critiche: è tutto uno schifo e neppure seguire pedissequamente il pensiero di un altro, il mio, quello del rappresentante di istituto, quello del professore. Significa semplicemente essere capace di motivare le tue azioni e spiegare perché agisci in quel modo invece che in quell’altro. Significa saper rispondere a domande “perché fate così invece che cosà, perché protestate in questo modo invece che in quell’altro?” senza aver bisogno di ripetere a pappagallo la nenia: “la qualità dell’istruzione sbroc sbroc, il governo, l’nwo e i rettiliani…”

Lo scopo dell’istruzione è abituarti ad usare il pensiero critico e fornirti le nozioni di base per esercitarlo. Insegnare a ripetere quattro slogan e fare tre o quattro compiti meccanici non è istruzione è ammaestramento, e si ammestrano gli animali non le persone.

Perché solo chi è istruito va avanti, attento ho detto chi è istruito non chi possiede un pezzo di carta, l’istruzione e il pezzo di carta son due cose diverse, e l’avere un pezzo di carta non significa essere istruito, può anche significare che si è un pappagallo perfettamente ammaestrato a ripetere frasi e concetti che non ha capito.

Istruirsi significa perdere tempo e fatica per apprendere, studiare, esercitarsi e devi essere tu a volerlo fare. Devi acquisire consapevolezza della tua preparazione, devi cercare di renderti conto di quanto sei preparato rispetto agli altri, i tuoi compagni di classe, gli studenti delle altre scuole della tua città, dell’italia. Perché è domani che con loro ti dovrai confrontare e dimostrare di essere più bravo, perché che che ti dicano la competizione esiste, nello sport come nella vita.

Istruirsi significa anche saper discernere il sogno dalla realtà (oltre ad imparare come si possono realizzare “realmente” i sogni invece di sperare in babbo natale).

Annunci

3 pensieri su “Caro studente…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...