Sistema tedesco di reclutamento dei docenti

Tutte le volte che si parla di scuola (lato docenti) puntualmente parte il confronto con l’europa e la lagna su quanto e come siano pagati molto di più i docenti esteri. Stavo leggendo un articolo del fatto su come in germania siano state abolite le tasse universitarie e mi è venuta la curiosità di cercare qualche informazione sul sistema scolastico tedesco; in particolare appurare se chiunque potesse andare all’univesità o se l’accesso all’università fosse ristretto solo per chi ha frequentato determinate scuole superiori.

Cercando informazioni ho trovato questo pdf a cura dell’assessorato alla pubblica istruzione dell’Emilia Romagna.  Interessante anche la parte sul reclutamento dei docenti:

La formazione professionale dei docenti in Germania è di pertinenza dei Länder. (…)
La prima fase formativa dei docenti avviene già all’università. Prima di iscriversi bisogna quindi decidere se si intende diventare insegnanti.
I docenti tedeschi insegnano, di norma, due materie. Durante l’università, allo studio di queste due discipline si aggiungono scienze dell’educazione e psicologia, in particolare psicologia dell’età evolutiva.
Importante è, infatti, non solo definire che cosa si insegna ma anche come s’insegna.
Durante gli anni di università (5 anni) vengono effettuati anche stage presso istituti scolastici.
Il periodo universitario (10 semestri) si conclude, per i futuri docenti, con un primo
esame di stato, che però non costituisce una qualificazione sufficiente ad esercitare
la professione di docente.
Dopo l’università è necessario frequentare un altro periodo di formazione di due-tre anni che si conclude con un secondo esame di stato.
Solo al termine di questo periodo di “apprendistato didattico” si ottiene l’abilitazione all’insegnamento.
Il periodo di formazione si compie svolgendo un’attività di docenza presso le scuole (in genere di metà del normale orario d’insegnamento, ossia 12 ore, durante il primo anno e 18 ore il secondo) e si viene seguiti da docenti qualificati (tutor) con esperienza didattica (Sudienrat e Oberstudienrat).
In  parallelo, i futuri docenti devono frequentare anche uno “Studienseminar” in cui approfondiscono ulteriormente tematiche di carattere didattico, psicologico, pedagogico e di legislazione scolastica.
Questi seminari vengono coordinati da uno Studiendirektor e/o da un Oberstudiendirektor.
L’obiettivo degli anni di “referendariato” didattico, pedagogico e pratico è far conseguire abilità e competenze professionali concretamente consolidate.
Questo periodo, infatti, non abitua soltanto ad affrontare la routine scolastica, ma anche ad elaborare un metodo didattico adeguato ed efficace.
I giovani docenti devono poi rimanere almeno 5 anni presso l’istituzione scolastica in cui si è svolta la loro formazione.
Solo quando sono trascorsi questi 5 anni, possono chiedere un trasferimento.

Otto anni di studio e due esami di stato per diventare docenti. Mi chiedo quanti sognano la retribuzione alla tedesca siano pronti al sistema di reclutamento alla tedesca. Visti i risultati del concorsone, un reclutamento scolastico alla tedesca sarebbe semplicemente un’ecatombe di wannabe teacher scandalizzati perché il fatto di aver fatto qualche supplenza non li renda ipso facto persone da immettere immediatamente in ruolo.

Giova ricordare le polemiche che i precari fecero, a suo tempo, contro le SSIS, che fecero contro il TFA e che fecero contro il concorsone. Prima di lamentarsi che un docente tedesco con 16 anni di esperienza prende, mediamente, 3.000 euro/mese, forse è opportuna una riflessione anche sugli studi post laurea e sui concorsi che ha dovuto sostenere e confrontarlo con il fatto che ci saranno docenti assunti nonostante non siano riusciti a passare una preselezione facile(1) come quella del concorsone. Cinicamente e amaramente: la paga dei docenti italiani è commensurata al livello medio di competenza richiesto per svolgere tale lavoro.

(1) Sì, può capitare per qualche caso sporadico che una persona preparata non passi la preselezione ma che tutte le persone che non abbiano passato la preselezione siano preparate, competenti e degne di insegnare è una evento statisticamente impossibile.

 

 

Annunci

4 pensieri su “Sistema tedesco di reclutamento dei docenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...