La santificazione del morto

L’articolo “Questione di Ore” è stato profetico anche se prevedere quanto sarebbe capitato era difficoltoso come il prevedere che in Antartide faccia freddo.
Puntualmente ci si è divisi in due fazioni, la prima law&order, che sostiene senza se e senza ma il carabiniere e la seconda, i buonisti, che parlano di un povero ragazzo innocente ucciso sadicamente dalla FFOO.
Capisco le dichiarazioni della madre parenti; la morte di un figlio è una bella botta ed è sovrumano il pretendere che si riesca a ragionare a mente fredda. Un poco capisco anche le dichiarazioni di parenti e amici, un martire da usare per mungere fa sempre comodo. Un poco meno capisco invece il solito teatrino della politica che sfrutta il cadavere del ragazzo per i soliti giochetti di accreditamento.

Poi, ma non è una novità, molta gente esperta di ordine pubblico (come di staminali, come di ricerca di base, come di vaccini ed epidemiologia) sta già iniziando a sproloquiare sul carabiniere che doveva fare così e cosà; Non considerando che si tratta di una forzatura ad un posto di blocco in una zona “non molto tranquilla”. E cosa ne poteva sapere il carabiniere se i tre, fra cui pare ci fosse un latitante, non avessero reagito ricorrendo anche all’uso delle armi. In certi casi la differenza fra un brutto processo o un bellissimo funerale con annessa medaglia alla memoria è di pochissimi attimi. E se ti trovi in zona di pericolo il colpo in canna lo tieni e spari per primo.

Sinceramente mi fanno incazzare quelli che adesso si appellano al buon senso dei carabinieri nei confronti dei ragazzini in tre su uno scooter che forzano i posti di blocco, spero che quando (non se purtroppo ma quando) qualcuno ci rimane secco a causa di uno scippo o perché passeggia per strada nel momento sbagliato non scendano di nuovo in piazza a chiedersi perché le FFOO non hanno fermato prima l’autore del reato.

PS

a chi blatera di omicidio a sangue freddo, stiamo parlando di una forzatura di un posto di blocco alle 3 del mattino da parte di tre persone in scooter fra cui, pare, ci fosse un pregiudicato, non stiamo parlando di una vecchietta freddata mentre legge il giornale alla fermata dell’autobus, cosa che Mattia spiega benissimo.

C’è anche un ottimo post di Eugenio sul farsi i cazzi propri, il post originale parla di londra ma è applicabile paro paro alla situazione di napoli.

Annunci

7 pensieri su “La santificazione del morto

  1. A prescindere le strumentalizzazioni, quello accaduto è un fatto grave, e se dalle indagini verrà fuori che effettivamente il carabiniere ha sparato intenzionalmente, l’omicidio colposo ci sta tutto.
    Ci sono delle regole, le rispetti. Frega cazzo di dove ti trovi; sei una forza dell’ordine è il tuo lavoro.
    3 persone in scooter, uno pregiudicato (per cosa? Spaccio di erba?), una banda di pirati all’assalto!
    Che rischio per la vita di altri possono rappresentare tre persone su uno scooter? Nessuno da giustificare l’uso di una pistola per fermarli. Anche fossero dei ladri, anche fossero stati colti in flagrante, non gli spari.
    Per chi non si ferma ad un posto di blocco è prevista una sanzione amministrativa, stessa cosa per chi va in motorino in tre.
    “Stare dalla parte” di quel carabiniere non ha alcuna logica.
    Ci penserà la legge comunque.
    Il gesto è moralmente da condannare? Decisamente!

    Mi piace

    • Come hai scritto c’è una indagine in corso e aspettiamo i risultati dell’indagine. Riguardo al rischio altrui che possono rappresentare tre persone in scooter che forzano un posto di blocco di ipotesi se ne possono fare tante.
      Proviamo a fare un gioco di immaginazione. I tre sono usciti per una spedizione punitiva contro Tizio per fargli pagare uno sgarro. Hanno chiavi inglesi addosso. Forzano un posto di blocco, i carabinieri si limitano a prendere il numero della targa ma non inseguono o tentano di fermarli.
      Seminati i carabinieri i tre beccano tizio e lo spediscono, in coma, all’ospedale con una brutta commozione celebrale.
      Che polemiche ci sarebbero state nei confronti dei carabinieri, dopo aver scoperto che i tre avevano forzato un posto di blocco? suppongo infinite.
      Noi stiamo giudicando a posteriori dopo aver saputo chi era la vittima e sentito le campane degli amici, ma prima il carabiniere cosa ne poteva sapere? poteva sapere se i ragazzi forzavano il posto di blocco perché senza patente oppure perché avevano le tasche piene di roba o stavano facendo da pony express per un’arma da fuoco.
      Alla forzatura del blocco non è improbabile che il carabiniere abbia armato la pistola preparandosi anche ad uno scontro a fuoco, ipotesi non del tutto peregrina e poi sia partito il colpo. Io, in attesa di una pronuncia della magistratura sospendo il giudizio.

      Mi piace

  2. Quindi, secondo te, tre ragazzi decidono di andare a fare una spedizione punitiva e ci vanno sul motorino in tre; si vede che sei un bravo ragazzo…
    In tre il motorino è manovrabile molto difficilmente, va moooolto più piano, rischi facilmente la caduta. Non è il mezzo adatto a compiere nessun tipo di spedizione. E se qualcosa andasse storto? Come scappi? Immagino che il tizio da pestare non sarebbe un nerd occhialuto impegnato a classificare la sua collezione di magick o come si chiamano. Ti allontaneresti dal luogo del delitto cos lentamente che saresti un bersaglio facile anche per dei vecchietti. Ma poi, secondo te in quelle zone si compiono così le regolazioni di conti?

    Non stai giocando a wow, quel ragazzo è morto.
    I processi alle intenzioni non mi piacciono proprio.
    Senza contare che con i SE è con tanta fantasia potresti giustificare qualsiasi cosa, restando perfettamente logico, ma assolutamente al di fuori della REALTÀ. Non è solo una questione di logica.

    Da quando a te (noi) interessano le polemiche?
    Il carabiniere doveva basarsi sui fatti che poteva estrapolare al momento, confrontare quello che sapeva con la legge, e fare quello che poteva. Senza se è senza ma.
    Ha colpito il ragazzo alle spalle, quale scontro a fuoco? Tre ragazzi sul motorino (vale il discorso di sopra)?

    Altro scenario: guerra in medio oriente.
    Secondo te un militare sarebbe giustificato a sparare su qualsiasi civile che incontra perché e se fosse un terrorista pronto a farsi saltare in aria? Secondo me tu lo giustificheresti a questo punto.

    Aspettiamo la sentenza, ma intanto sono libero di crearmi la mia opinione. Senza strillare o strapparmi i capelli.
    E si, mi spiace che un ragazzo sia morto in questo modo.

    Mi piace

  3. E cosa sapeva al momento il carabiniere? sicuramente che era in una zona “calda” e che c’era un latitante con i tre che avevano tentato di forzare il blocco. Ergo inseguimento e tentativo di arresto. E sblocco della sicura dell’arma in quanto presente rischio (nota bene rischio non certezza) di reazioni violente da parte loro.

    Riguardo al medio oriente, una cosa è se il militare spara ad un civile che passeggia tranquillo per strada, diverso se sforacchia una macchina che non da segno di volersi fermare ad un posto di blocco, nel primo caso è ingiustificato, nel secondo invece c’è qualche scusante in più.

    Quello che voglio scrivere è che non è stato un omicidio a sangue freddo ma qualcosa che è capitato in una situazione di tensione. Spiace anche a me che il ragazzo sia morto, ma questo non rende la sua morte un omicidio a sangue freddo.

    Mi piace

    • Nessuno nega questa tensione, che al massimo può fare però da attenuante.
      Quello che dici isul mo è vero: ma li sei in stato di guerra; in Italia non si è ne in stato di guerra ne in stato di polizia.

      Mi piace

      • anche in italia ci son “zone di guerra” purtroppo, anche se non è stata dichiarata la legge marziale.
        Non so se hai visto “gomorra”, la scena dove i ragazzi si divertono a giocare con armi da guerra o quella dove, per dimostrare coraggio, dovevano prendersi una pistolettata col giubotto antiproiettile

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...