cortocircuiti

Stavo discutendo con Raphael riguardo alla questione islamica e sostenevo che prima o poi si sarebbe arrivati al cortocircuito fra i presunti obbressi dall’uomo (maschio) bianco come le carampane femministe e i fanatici islamici.

La vicenda è abbastanza triste e merita serie riflessioni, riflessioni possibilmente non distorte dalle lenti dell’ideologia.

Londra, 1.400 bimbi stuprati a Rotherham. Bufera sulle autorità: “Sapevano dal 2010″
Le cronache raccontano di bambini costretti a rapporti sessuali; percosse, rapimenti di una notte, minori costretti a situazioni degradanti. Secondo la stampa, il dipartimento di contrasto al crimine della cittadina dello Yorkshire era al corrente dei fatti, ma li ha tenuti sotto silenzio per paura di scatenare un putiferio a sfondo razziale: gran parte degli stupratori, identificati con nome e cognome, provengono dalla comunità pachistana

La cittadina degli orrori, Rotherham, è nelle campagne dello Yorkshire del sud, nel nord dell’Inghilterra. Ed è quei che fra il 1997 e il 2013 si sono registrati quei 1.400 casi di abusi sessuali su minori che ora un rapporto, pubblicato dal Comune del centro urbano, ha portato alla ribalta. Un’indagine assolutamente pubblica, che ha mostrato alla società britannica tutti gli orrori di una comunità che si credeva essere tranquilla e pacifica: bambini cosparsi di benzina e costretti, dietro la minaccia di un fiammifero, a rapporti sessuali; percosse, rapimenti di una notte, minori costretti a situazioni degradanti. E ragazzine stuprate più di una volta e che ora, cresciute, cominciano timidamente a reagire e a fare causa alle istituzioni. Perché, ed è quello che sta emergendo, le autorità di Rotherham sapevano, almeno dal 2010, ma hanno fallito nel denunciare e nell’agire. Soprattutto – questa è l’ipotesi portata avanti nelle ultime ore dai tabloid del Regno Unito ma anche dalla posata e neutrale Bbc – per paura di scatenare un putiferio a sfondo razziale. Gran parte degli stupratori, identificati nella maggior parte dei casi con nome e cognome, provengono dalla comunità pachistana. E il timore di passare per “razzisti”, scrive ora anche il sito Internet della televisione pubblica britannica, ha prevalso sulla necessità di una chiara denuncia dei fatti. (…)
http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/08/28/londra-1-400-bimbi-stuprati-a-rotheram-bufera-sulle-autorita-sapevano-dal-2010/1101435/

Ecco il frutto avvelenato del relativismo un tanto al kilo e del pensiero debole che si trasforma in pensiero nullo. Le autorità sapevano ma non avevano agito per evitare tensioni razziali e scontri con la comunità pakistana. Un comportamento da pavidi che si fanno scudo di parole come accoglienza, riconoscimento della diversità, riconoscimento delle tradizioni e tutto l’armamentario del buonista terzomondista 2.0. Non è essere grandi profeti per riconoscere che adesso nel regno unito sta per scoppiare un casino di dimensioni immani. Notizie come questa son benzina sul fuoco di tanti decelebrati con il mito del giustiziere_fai_da_te che ringrazieranno tanto, ma tanto, il pretesto per potersi scatenare e sfogare la loro rabbia contro il primo povero cristo pakistano che passa e sentire il sostegno popolare.

Mi son tornate a mente le parole che Churchill aveva, amaramente, detto quando Chamberlain era tornato in inghilterra dicendo di avere salvato la pace: ” Potevano scegliere fra il disonore e la guerra. Hanno scelto il disonore e avranno la guerra”.

Questa triste vicenda scopre tanti altarini:

Gli apostoli del self hate, terzo e quartomondisti scriteriati vissuti nel mito del buon selvaggio contrapposto al corrotto occidente, son le loro tradizioni ed è loro diritto rispettarle. Adesso perché non scendete in piazza al fianco loro in nome del loro diritto a comportarsi allo stesso modo cui, forse, si sarebbero comportati in patria.

I relativisti senza se e senza ma che tutte le idee sono uguali e tutte meritano rispetto; quando arriveranno i nazistoidi, attratti come mosche da vicende come questa, per coerenza dovreste difendere le loro idee di supremazia bianca e caccia allo straniero. Non è tutto relativo e tutto merita rispetto?

Le autorità: quando uno stato non funziona e si ritira, vedi ad esempio certe zone dell’italia, quello che ottieni è l’anarchia e il formarsi di poteri che sostituiscono lo stato ed ad esso sono antagonisti. Se la giustizia non funziona si torna alla giustizia fai da te, ma la giustizia_fai_da_te difficilmente perde tempo con questioni in punta di diritto. Se l’appartenere all’etnia X rende immune dalla giustizia dello stato la tentazione di ricorrere alla giustizia del “don Corleone” di turno è forte, molto forte.

L’unico modo per evitare un nuovo incendio è che le autorità intervengano rapidamente ed efficacemente rischiando anche le tensioni razziali ma dimostrando che uno stato è una legge. Altrimenti si finirà tipo la ex jugoslavia…

 

Annunci

4 pensieri su “cortocircuiti

  1. Uno stato che rinuncia a parte della sua sovranità per non scontentare i boveri obbressi, merita di essere rovesciato con la forza, altroché. Naturalmente, i primi a farne le spese, saranno i pachistani onesti.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...