governo incostituzionale?

Comincio a capire perché una prova standardizzata di lettura e comprensione del testo nei concorsi e nei test invalsi sia vista da molti come fumo negli occhi e profondamente detestata. A leggere i forum di internet ci si rende conto che molte persone che intervengono, lasciando da parte troll, provocatori e perculatori, hanno poca dimestichezza con grammatica e sintassi, ed hanno una spaventosa pochezza di linguaggio.

Conseguenza di ciò è che molti perdono la capacità di cogliere la complessità e le sfumature; il linguaggio è legato a doppio filo al pensiero e se riesci a comunicare solo mediante un linguaggio povero e semplicistico molto probabilmente anche il tuo pensiero è povero e semplicistico. Quindi ragionamenti semplici e immediati, in pratica il pensare per slogan. Non riescono a capire testi di media o di elevata complessità.

Peccato che il “pensare per slogan” magari ripetendo acriticamente quanto detto dal guru di turno porti, spesso, a prendere cantonate colossali e a perdere, a meno di non riuscire a buttarla in cacciara, con chi ha maggiori capacità logiche e argomentative.

Prendiamo ad esempio il parlamento incostituzionale di autonominati di cui molti vanno cianciando. Questo slogan nasce dall’errata interpretazione del titolo della notizia (e non del corpo): “la corte costituzionale dichiara illegittimi alcuni articoli del porcellum (la legge elettorale attualmente in vigore). Da qui è un crescendo rossiniano di cavolate: alcuni articoli sono incostituzionali => la legge, in blocco è incostituzionale => il parlamento è incostituzionale…

Peccato che la corte costituzionale abbia dichiarato nella sentenza in oggetto:

http://www.cortecostituzionale.it/actionSchedaPronuncia.do?anno=2014&numero=1

7.– È evidente, infine, che la decisione che si assume, di annullamento delle norme censurate, avendo modificato in parte qua la normativa che disciplina le elezioni per la Camera e per il Senato, produrrà i suoi effetti esclusivamente in occasione di una nuova consultazione elettorale, consultazione che si dovrà effettuare o secondo le regole contenute nella normativa che resta in vigore a seguito della presente decisione, ovvero secondo la nuova normativa elettorale eventualmente adottata dalle Camere.

Essa, pertanto, non tocca in alcun modo gli atti posti in essere in conseguenza di quanto stabilito durante il vigore delle norme annullate, compresi gli esiti delle elezioni svoltesi e gli atti adottati dal Parlamento eletto. Vale appena ricordare che il principio secondo il quale gli effetti delle sentenze di accoglimento di questa Corte, alla stregua dell’art. 136 Cost. e dell’art. 30 della legge n. 87 del 1953, risalgono fino al momento di entrata in vigore della norma annullata, principio «che suole essere enunciato con il ricorso alla formula della c.d. “retroattività” di dette sentenze, vale però soltanto per i rapporti tuttora pendenti, con conseguente esclusione di quelli esauriti, i quali rimangono regolati dalla legge dichiarata invalida» (sentenza n. 139 del 1984).

Le elezioni che si sono svolte in applicazione anche delle norme elettorali dichiarate costituzionalmente illegittime costituiscono, in definitiva, e con ogni evidenza, un fatto concluso, posto che il processo di composizione delle Camere si compie con la proclamazione degli eletti.

Del pari, non sono riguardati gli atti che le Camere adotteranno prima che si svolgano nuove consultazioni elettorali. (…)

Il parlamento è legittimo e tutti gli atti che esso compie lo sono, quindi l’elezione di Napolitano lo è, la fiducia a Renzi lo è. Possono non piacere od essere detestati, essere considerati incompetenti… però non sono illegittimamente in carica. Eppure molti, invece di consultare le fonti come dovrebbe insegnare la scuola quando insegna a pensare in maniera critica si limitano a ripetere acriticamente gli slogan detti dal guru.

La rete non dimentica, e spesso fa trovare facilmente le fonti originarie, qualcuno lo ricordi a qualche laureato in diritto costituzionale su youtube…

Annunci

Un pensiero su “governo incostituzionale?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...