la disastrata giustizia italiana…

Stamina è un’ottima prova di come non funzioni la giustizia italiana. Ha il vantaggio che, a parte per le iene, mr B. non c’entra niente e quindi è impossibile giocare il jolly: “così si delegittima la magistratura e si favorisce il cavaliere nero”.

Cosa è successo nell’ultima puntata?

I carabinieri del Nas di Torino hanno sequestrato tutti i materiali Stamina agli Spedali Civili di Brescia. A quanto si apprende ieri (sabato 23 agosto) i militari hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo di cellule e attrezzature disposto dal gip di Torino, su richiesta del pm Raffaele Guariniello, per impedire la prosecuzione di “attività delittuose”. Il provvedimento, di 80 pagine, è del gip Francesca Christillin e affida al direttore della struttura sanitaria la custodia del materiale sequestrato.
[http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/08/24/stamina-nas-sequestrano-cellule-e-attrezzature-allospedale-di-brescia/1097672/]

Ed è partito il solito codazzo di polemiche, bambini condannati a non ricevere cure etc. etc.

Un film già visto, che però mostra platealmente che circa metà delle procure cui i parenti dei malati si son rivolte hanno autorizzato e circa la metà invece no.

E la domanda da porsi è: ma come è possibile che sia avvento tutto ciò? che in situazioni molto simili procure diverse prendano decisioni diametralmente opposte? Se si avesse un approccio razionale al problema (perché questa incertezza è un problema) ci si chiederebbe dove si sia sbagliato, se nello scrivere la legge, esistono leggi scritte male o in maniera ambigua, nella scelta dei periti, nella preparazione scientifica dei giudici, dove si è sbagliato? E una volta capito il dove, chi deve intervenire e come? Urge una seria riflessione e successivamente che vengano intraprese le opportune azioni del caso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.