Adottare bambini o acquistare cuccioli pucciosi/2?

Video intervista della lorenzin sulla fecondazione eterologa:
da: http://tv.ilfattoquotidiano.it/2014/08/06/eterologa-lorenzin-no-a-scelta-del-colore-pelle-e-occhi-donatore-sara-anonimo/291574/

“Con questa misura noi garantiamo tre cose: l’omogeneità delle regole su tutto il territorio nazionale; la sicurezza per i pazienti e un sistema di certificazione sanitaria con la tracciabilita dei donatori nell’anonimato“. Ma già fioccano le polemiche sui divieti imposti dal provvedimento da parte di alcuni medici del settore. Il donatore resterà, infatti, anonimo e non è prevista una selezione per garantire la compatibilità con i genitori in base al colore della pelle, dei capelli e degli occhi, come invece proposto nel documento inviato al Ministero da società scientifiche e cliniche specializzate. “Queste polemiche – sottolinea quindi il ministro – per me sono incomprensibili. A casa mia questa cosa si chiama discriminazione razziale, va contro la Costituzione. Non ho intenzione di dare il via libera a selezioni eugenetiche, quando adottiamo un bambino non facciamo discriminazioni razziali”.

Che dire? i commenti dei “pro eterologa con la selezione del donatore” mi sembrano tutti sensatissimi se si parlasse di cuccioli di razza ottenuti mediante accoppiamenti pianificati dagli allevamenti sulla base del pedigree dei genitori, un poco meno se si parla di persone umane.

Quello che la lorenzin ha detto altro non è che quello che ripetono ad iosa gli afficionados della costituzione senza se e senza ma; nessuna discriminazione mai. Cioè se il negare l’adozione agli omosessuali è discriminazione cos’è il richiedere che il donatore dello sperma sia Fritz invece che Motumbo?

L’impressione che molti intendano eterologa, utero in affitto etc. etc. non come un sistema per generare altri esseri umani ma un sistema veloce per procacciarsi cuccioli pucciosi d’uomo è forte.

3 pensieri su “Adottare bambini o acquistare cuccioli pucciosi/2?

  1. Purtroppo, come in tutte le cose “nuove”, non puoi prevedere sin dall’inizio tutti i possibili casi così da fare un sistema di leggi “completo”; d’altra parte la questione è forse la più delicata che l’uomo abbia dovuto mai affrontare, dopo (in ordine cronologico non di importanza) la schiavitù le dittature ed il razzismo. E forse, anche questa volta, ci saranno delle vittime “necessarie”. Spero di non essere frainteso in quello che dico.
    Entrando un po’ nel merito della questione, non riesco a capire con precisione il tuo punto di vista quando parli di costituzionalisti a prescindere, nessuna discriminazione, e paragoni l’adozione di bambini a coppie omosessuali alla selezione dei gameti.
    L’adozione di bambini da parte di coppie omosessuali è legale e viene fatto in numerose nazioni nel mondo, da diversi anni; esistono anche studi che dimostrano come la sessualità dei genitori non interferisce in nessun modo con lo sviluppo armonico del bambino, neanche dal punto di vista della sua sessualità: la sessualità è un carattere innato, di certo non la si acquisisce; soprattutto, sostenere che sia sbagliato dare in adozione un bambino ad una coppia omosessuale perché questo interferirebbe con lo sviluppo della sessualità del bambino, è oltremodo discriminatorio e scorretto, perché da per assunto il fatto che l’omosessualità sia un problema, qualcosa di alterato, rispetto alla normalità.
    Per questo non comprendo il tuo “paragone”…

    Per curiosità, qual’è la tua posizione sull’utilizzo degli embrioni nella ricerca scientifica?

    La mia impressione, generale, e su tutti i “dibattiti politici”, è che le persone non abbiano realmente una loro posizione, ma si limitino semplicemente a prendere quella più critica possibile nei confronti di quello che viene fatto. Non si spiega altrimenti, come osservi anche te nel post precedente sull’argomento, chi è contrario alla sterilizzazione ed alle altre pratica cui vengono sottoposti gli animali, poi sostenga a prescindere l’utilizzo di queste nuove tecniche.
    Quello che noto poi è un generale senso di tragicità, ma non è la parola giusta, non so come spiegarlo, forse descrivendo quello che vedo sarà più facile esporlo: quello che vedo sono persone indignate, scandalizzate, incazzate nere, per le cose più banali. Si è instaurato una sorta di ipermoralismo e ipergiustizialismo ed ora tutti giudicano e punirebbero tutti per qualsiasi cazzata. Un politico si è fatto togliere una multa: ORRORE!!11!!1! Andiamolo a prendere! Facciamogliela vedere noi!!! Poi si scopre che non è vero nulla… e lo stesso vale per tante altre situazioni, vedi quello che è capitato a Bossetti, ad oggi innocente, non dimentichiamolo: la sua vita è FINITA.
    Mi preoccupa il dove questa deriva potrebbe portarci…

    "Mi piace"

    • Non puoi prevedere tutto, vero, ma parimenti puoi mettere dei paletti e cercare di evitare le conseguenze più disastrose. E il paletto per me deve essere uno solo: quello che ci sarà alla fine dei giochi è un bambino, non un cucciolo, e quindi è giusto che venga tutelato. Personalmente vedo l’eterologa come una sorta di adozione più che un concepimento naturale, e come nel caso delle adozioni bisogna tener conto principalmente del benessere del pupo.
      Riguardo all’adozione omosessuale io non sono contrario per principio. Fermo restando che l’adozione non è un diritto di nessuno ma un sistema per far star meglio la parte più debole della situazione, ovvero l’adottando. Se la situazione dell’adottando migliora benissimo che si faccia l’adozione.

      Quello su cui polemizzavo erano quelli che cercano di contrabbandare per diritti i loro capricci urlando ad ogni piè sospinto alla discriminazione e che quando gli viene chiesto di essere coerenti con le loro richieste, imho l’eterologa è più vicina ad una adozione che una fecondazione naturale e adottando non puoi scegliere di volere una bambina bionda e con gli occhi azzurri, non puoi pretendere di avere lo sperma di Einstein e l’ovulo di Marilin Monroe(1), si rimangiano tutto e sostengono che sia traumatizzante per un bambino avere la pelle di colore diverso da quella dei genitori…

      Sugli embrioni umani, personalmente sarei contrario. O meglio se gli embrioni devono essere in ogni caso distrutti allora credo che l’uso scientifico sia il male minore, son contrario invece alla creazione di embrioni umani per fini di ricerca medica.

      Riguardo all’ultima parte del messaggio, ho notato anche io questa rabbia repressa che cerca a tutti i costi un bersaglio, e l’ipermoralismo e il contrabbandare il moralismo per legge è il frutto avvelenato della situazione.
      Purtroppo molti vedono il giudice non come un tizio che deve decidere fra due parti chi abbia più ragione e chi meno ma come un supereroe che deve raddrizzare i torti e punire i cattivi. Si è dimenticato che l’inquisizione da sola poteva poco, la forza dell’inquisizione erano le masse che applaudivano quando qualche sfortunata finiva alla brace “perché non poteva non essere una strega”. La storia dei processi di stregoneria di Salem è emblematica.


      (1) Ad Einstein venne chiesto perché non faceva un figlio con Marilin per avere un bambino bello come la madre e intelligente come il padre. Lui rispose: “E se invece nascesse bello come il padre e intelligente come la madre?”.

      "Mi piace"

  2. Sono abbastanza d’accordo con te, anche sugli embrioni.

    Che poi, Einstein non aveva tutti i torti: sembra che molti dei geni responsabili dello sviluppo del cervello e delle sue “abilità” risiedano proprio nel cromosoma X. 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.