Nulla è impossibile per colui che non deve farlo…

Legge di Weiler
Nulla è impossibile per colui che non deve farlo.
[Arthur Bloch]

Stavo seguendo divertito la vicenda del pizzarotti in quel di parma e delle sue beghe con grillo. La vicenda è emblematica per due motivi: il primo è semplice buonsenso: se prometti l’impossibile devi essere sicuro, pena una sputtanata galattica, di non essere mai messo in condizione di poter agire per mantenere le tue promesse. “Se sarò sindaco, non farò aprire l’inceneritore a costo della mia vita”. Peccato che, anche per demeriti degli altri concorrenti adesso sei sindaco e con l’inceneritore, aperto e in funzione, come la mettiamo? Ovviamente il grullo per non perdere la faccia se la prende con il suo adepto colpevole di non essere ancora andato a fare seppuku alle porte dell’inceneritore per espiare il suo (del pizza, il grullo non sbaglia mai) fallimento e protestare con la vita contro l’apertura.

Il secondo motivo invece è l’idea, demenziale, di democrazia dal basso che hanno i cinque stelle. Adesso che il pizza s’è reso conto che una cosa sono le promesse da campagna elettorale ed altro è il gestire una città con vincoli di bilancio, servizi da gestire e cittadini da amministrare e che in molti casi non hai le mani libere come invece si credeva di avere. Che ci son contratti, anche se stipulati dalla giunta precedente, che vanno rispettati. Cosa per inciso capitata anche a Zedda a Cagliari ed infatti le maggiori polemiche sul suo operato son venute guardacaso dalla parte che l’aveva sostenuto alle elezioni, gente che magari sognava i cavalli dei cosacchi ad abbeverarsi in piazza Bonaria(1) o consulenze a gogo sull’influenza dell’ermetismo esistenzialista delle pintadere nuragiche nella storia di Cagliari.

E adesso i due “uno che vale uno” vorrebbero che il pizza si levasse dalle scatole e prendesse lui la colpa di tutti i fallimenti e le promesse mancate, e per eliminarlo si inventano un recall dove gli iscritti al movimento dovrebbero “sfiduciare” il sindaco e lui dovrebbe dimettersi. Demenza pura per i seguenti motivi:

-> il recall non è previsto ne dalla legge e neppure dalla costituzione più bella del mondo, anzi il sindaco rappresenta i cittadini, tutti, e l’unico modo per sfiduciarlo è che il consiglio comunale lo sfiduci. Le votazioni on line, con quale trasparenza poi, sarebbero solo fumo negli occhi.Ma questo significa che i consiglieri a 5 stelle devono avere il coraggio di presentare una mozione di sfiducia contro il loro sindaco e votarla, loro perché loro sono stati eletti per amministrare la città. Lo faranno? forse ma difficile che pur facendolo riescano a scaricare solo sul pizza la colpa del fiasco, visto che dovrebbero giustificare sia il perché hanno scelto lui come candidato sindaco, candidato poi eletto, sia perché come consiglio non son riusciti a combinare niente.

-> non erano quelli contro i giochi di palazzo e le manovre oscure di partito? Il pizza dovrebbe dimettersi perché un centinaio di persone, a fronte di più di centomila elettori iscritti alle liste del comune di parma, decidono che deve dimettersi.

-> il candiato ideale del grullino è il pupazzo che se la rete (vabbè l’uno che vale uno) ordina di volare lui apre la finestra, agita le braccia e si butta di sotto.

 

(1) La piazza davanti alla basilica di Bonaria.

Annunci

2 pensieri su “Nulla è impossibile per colui che non deve farlo…

  1. Il problema, e si torna alla base, come già fatto molte volte sul blog di Mattia, è ancora la gente.
    Perché se uno mi promette mari e monti, quando nella migliore delle ipotesi la situazione permette una pizza mari e monti, la gente dovrebbe mandarlo a fanculo, invece che votarlo.

    Così come il reddito di cittadinanza che non sarebbe possibile finanziare in nessun modo, eccetera eccetera. In un paese di persone intelligenti, uno che parla in quel modo sarebbe ridicolizzato. Qui invece prende il 25%…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...