Chi ha paura di mommotti ? (le armi chimiche siriane)

Nella tradizione sarda il mommotti (noto anche come bobbotti) rappresenta una figura immaginaria utilizzata per spaurire i bambini. Talvolta viene associato all’uomo nero o oscuro, oppure ad un orco cattivo e il suo compito è quello di portare via i bambini che non si comportano bene.

Il nome “mommotti” ha origini diverse a seconda dalla zona della Sardegna; tra queste citiamo l’origine più accreditata riguardante la zona della città di Cagliari, dove le influenze arabe e gli attacchi dei pirati erano in antichità molto frequenti. Narra la leggenda di un certo “Mohammed”, feroce arabo dalla pelle nera, che depredava i villaggi durante la notte. Probabilmente “Mommotti” è una storpiatura del suo nome.

Altra probabile provenienza del nome risale alla famiglia Marotta che nella vicina Corsica in epoca napoleonica fu colpevole di diversi rapimenti politici.
[fonte wikipedia]

Allora, le armi chimiche di Assad, il dittatore della siria, raccolte dall’ONU devono essere distrutte. E per far ciò è probabile che facciano scalo in un porto italiano, cagliari o gioia tauro. Qui in Sardegna stanno rompendo perché c’è il rischio che le armi chimiche passino o per Cagliari oppure che vengano stoccate temporaneamente nella base di Santo Stefano a La Maddalena.

E nei commenti dei giornali sto vedendo: da una parte le reazioni sconclusionate di chi crede che il trasporto di un arma chimica equivalga ad usarla o che teme che un arma chimica, di punto in bianco, possa attivarsi e esplodere. Le stesse paure irrazionali legate ad esempio all’armamento nucleare o ai sottomarini nucleari. E dall’altra al tentativo di molti politici di accreditarsi lottando contro mommotti cattivo, che fa tanta paura ai bambini.  Ennesima prova che un popolo ignorante e credulone (e sotto elezioni, fra un poco ci son le regionali in Sardegna) lo manovri facilmente con la paura dovuta all’ignoranza.  Ignoranza pompata da solenni bufale come il mirabolante fosforo bianco di falluja che brucia la carne ma lascia intatti i vestiti.

Le armi chimiche, che qualcuno crede siano una versione cattiva della bomba Tsar, innescata e pronta ad esplodere in un porto sardo, in realtà non solo altro che grosse cisterne pieni di sostanze chimiche che se rilasciate liberamente nell’ambiente causano asfissia, nausea, senso di debolezza, vertigini e morte. Nulla di diverso rispetto a mille altre sostanze chimiche frequentemente trasportate, lavorate e usate nella vita civile di tutti i giorni.  Non vedo quindi che pericoli superiori dovrebbero avere rispetto ai normali pericoli di sostanze come ad esempio insetticidi, pesticidi o veleni per topi.  Anzi il fatto che siano armi chimiche e non banali pesticidi paradossalmente rende il loro trasporto più sicuro e controllato.

Eppure c’è tanta paura irrazionale delle armi chimiche, paura che porta a reazioni irrazionali di paura e proteste contro le armi, proteste che vengono viste dai soliti casinisti come occasione per scatenarsi.  L’assurdo più totale è che l’operazione di trasporto e distruzione è svolta sotto l’egida ONU, che i suddetti casinisti invocano continuamente,  e controllata da ispettori internazionali, idem come sopra, (perdere una testata è una cosa che rende “leggermente” nervosi qualche decina di servizi segreti del pianeta) che verificheranno con pignoleria estrema ogni passo. Massima sicurezza possibile e massime garanzie, eppure rimane una paura irrazionale.

È proprio vero che un popolo ignorante lo manovri facilmente con la paura.

***

Addendum

A quanto pare le armi faranno scalo a gioia tauro e non in sardegna. Tutte le polemiche scatenate contro il transito delle armi e lo stoccaggio a S. Stefano (arriva mommotti, arriva mommotti…), in una base attrezzata per gestire sottomarini con testate nucleari(1) alla fine a cosa son servite? A rendere Cappellacci un eroico uccisore di Mommotti.

(1) Gli americani saranno pazzi ma non son coglioni. Son consapevoli che se fa boom una testata i primi ad avere il culo flambè sarebbero quelli che lavorano nella base, quindi credo che abbiano fatto le cose a modo con la sicurezza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...