my 2 cents about il movimento dei forconi…

Mi sembrano semplicemente tanti wannabe sindacalisti della CGIL. Nessuna idea politica alternativa rispetto ad un trito e ritrito “tutti a casa”, casini e scioperi però senza che venga avanzata una richiesta precisa alla politica sul cosa fare e sul come farlo. Il movimento ha troppe contraddizioni interne, è unito solo sulla pars destruens e basta; ciò significa che basta aspettare un poco di tempo e il movimento finirà come un fuoco di paglia quale esso è. Magari qualche caporione finirà cooptato dalla politica e i tirapiedi se lo troveranno di nuovo nel didietro(1). Questa è la differenza fra i forconi e quello che era stato il partito fascista, i fascisti lottavano per sostituire allo stato liberale un nuovo stato guidato dal PNF, non volevano solo distruggere. E la storia insegna che le rivoluzioni che hanno avuto successo sono state quelle dove la distruzione non era fine a sé stessa ma era funzionale alla creazione di qualcosa di nuovo. Le rivoluzioni fatte solo per abbattere senza che ci si fosse posto il problema di cosa costruire dopo puntualmente son finite in un bagno di sangue e ristrutturazione dello status quo.

Perché il problema reale del movimento, e di altri movimenti simili come quello degli indignados o zuccotti park(2) è che hanno una visione infantile o primitiva della politica, vedono la politica come babbo natale o come certe tribù preistoriche vedevano lo sciamano: la persona che doveva pregare gli dei affinché accontentasse il bobolo facendo piovere quando serviva e mandando il sole quando serviva. E se lo sciamano non funzionava veniva scorticato vivo e messo sotto sale per accontentare gli dei. Vogliono un altro sciamano che preghi meglio gli dei affinché piova (denaro) e termini la siccità. Non vogliono qualcuno che proponga di costruire dighe acquedotti o cisterne(3) vogliono uno sciamano che sappia pregare gli dei come Giove comanda.

Si coccolano con la storia autoconsolante del bobolo buono governato da malvagi politici imposti dal NWO, dalla CIA, da big pharma, dalla bocciofila di roccafritta di sotto e dal circolo del bridge di sant’Avendrace, non rendendosi conto che oggi è il bobolo che, mediante le elezioni, sceglie i politici. Che i letta, gli alfano e i crimi se sono là è perché durante le elezioni qualcuno ha tracciato una croce sul simbolo del loro partito(4), non perché gli aruspici osservando le viscere degli animali hanno indicato i loro nomi.

(1) Emblematica la storia di Masaniello

(2) Altri movimenti che dovevano capovolgere il mondo e che, passati i 5 minuti di celebrità, sono spariti.

(3) Si rischia di far incazzare il dio del fiume, e per le cisterne bisogna scavare, violare la madre terra e poi è noto che sotto terra ci sono i demoni che potranno venire disseppelliti. Non parliamo poi dello stupro al paesaggio che verrebbe fatto dagli acquedotti. O almeno questo è quello che dicono i nodiga, i noacquedotti e i nocisterne.

(4) Stranamente in italia nessuno ha votato per il PDL, nessuno per il PD, qualcuno forse il M5S… Eppure presi i dati sui votanti, se si scelgono a caso 100 persone iscritte alle liste elettorali, qualcuno che li ha votati ci dovrebbe essere.

Annunci

Un pensiero su “my 2 cents about il movimento dei forconi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...