tecniche di debunking

Talvolta discutendo nei forum su internet arriva il complottista – fuffaro che ad esporre le sue teorie.  In certi casi il discuterci e “debunkare” le sue teorie può essere uno svago divertente.  Di seguito un piccolo prontuario con le tecniche di debunking che preferibilmente uso.

  1. Chi fa una affermazione deve portare delle prove per dimostrarla. Una delle tecniche dialettiche preferite dai fuffari è sparare la loro affermazione: esiste il “truffolone“(1) e poi richiedere a chi si dimostra scettico di dimostrare lui la non esistenza del truffolone. E’ un trabocchetto nel quale è meglio non caderci, sia perché in molti casi è impossibile dimostrare che qualcosa non esiste, sia perché spesso lo smentire una cavolata richiede molto più lavoro rispetto allo spararla. Quando qualcuno afferma che esiste “il truffolone” chiedete che porti le prove. Se afferma che il supermotore produce energia gratuita chiedete quanti joule al secondo produce(2).
  2. Matematica e Fisica sono le tue amiche. Generalmente i fuffari hanno violente reazioni di rigetto nei confronti delle scienze ed in particolare della Matematica. Un modo per spiazzarli è chiedere loro di provarle calcoli alla mano. Prendiamo ad esempio il fantomatico pianeta Niburu, l’ipotetico decimo(3) pianeta del sistema solare che dovrebbe sfiorare la Terra.  Per chiudere in fretta la discussione basta chiedere di fornire i parametri orbitali come eccentricità, dimensione del semiasse maggiore o periodo di rivoluzione, posizione di uno dei fuochi(4). Difficilmente saranno in grado di rispondere a domande precise(5).
  3. Cortocircuita le teorie fuffa. E’ una delle tecniche più spassose, si tratta di smentire una teoria fuffa ricorrendo ad affermazioni contrastanti dovute ad un altra teoria fuffa, come magistralmente illustrato nella vignetta di Randall Munroe. Occhio però a non abusarne altrimenti si rischia di passare a propria volta per fuffaro.
  4. Usare internet. Spesso le stesse storie: niburu, il signoraggio, le scie chimiche, vengono copiaincollate da diverse parti. Una cosa divertente è copia incollare gli articoli dei debugger (citando correttamente la fonte) o inserire i link all’articolo.
  5. Il rasoio di Occam è un’arma potentissima contro la fuffa. Generalmente non appena si trova un punto debole in una teoria il fuffista aggiunge ulteriori ipotesi sempre più strampalate, una buona applicazione del rasoio può servire per chiudere la discussione quando comincia la moltiplicazione delle ipotesi.
    Mah guarda che per il rasoio di Occam la tua teoria sarebbe da scartare perché compie troppe assunzioni rispetto alla teoria classica.
  6. Nel caso di teorie fisiche usate l’indice delle bufale. Scritto inizialmente da John Baez e qui tradotto in italiano. Calcolate l’indice di bufala della teoria e sparatelo a freddo.
    Complimenti, hai realizzato 300 punti nel crakpot index(6); hai praticamente l’Ig Nobel in tasca.
  7. Usate l’ironia. Ed evitate di scadere negli insulti puerili.

(1) Da 299+1 di Leo Ortolani.

(2) Il Watt come unità di misura della potenza è abbastanza nota.

(3) O il nono dopo che Plutone è stato degradato.

(4) Suggerimento: I legge di Keplero. 😉

(5) Se non conoscono la posizione di almeno uno dei fuochi dell’orbita si può ragionevolmente supporre che non si tratti di esperti di astronomia.

(6) in inglese suona meglio 🙂

Un pensiero su “tecniche di debunking

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.